Apri il menu principale

Giuseppe Ceppetelli

patriarca cattolico italiano
Giuseppe Ceppetelli
patriarca della Chiesa cattolica
Template-Patriarch (Latin Rite) Interwoven with gold.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato15 marzo 1846 a Roma
Ordinato presbitero16 aprile 1870
Nominato vescovo27 marzo 1882 da papa Leone XIII
Consacrato vescovo2 aprile 1882 dal cardinale Raffaele Monaco La Valletta
Elevato arcivescovo31 luglio 1899 da papa Leone XIII
Elevato patriarca22 giugno 1903 da papa Leone XIII
Deceduto12 marzo 1917 (70 anni) a Roma
 

Giuseppe Ceppetelli (Roma, 15 marzo 1846Roma, 12 marzo 1917) è stato un patriarca cattolico italiano.

Indice

BiografiaModifica

Nato a Roma il 15 marzo 1846, studia presso il Collegio Romano e l'Archiginnasio, laureandosi successivamente in Filosofia e in Diritto, e, ad honorem, in Sacra Teologia.

Viene ordinato sacerdote il 16 aprile 1870, Sabato Santo.

È canonico e parroco della chiesa di Sant'Angelo in Pescheria nel popolare rione romano Sant'Angelo.

Leone XIII lo elegge, il 27 marzo 1882, vescovo di Ripatransone, ricevendo la consacrazione episcopale, il 2 aprile successivo, dal cardinale Raffaele Monaco La Valletta, vicario generale della diocesi di Roma.

Negli otto anni in cui rimane nelle Marche compie la visita pastorale, migliora il seminario, indice il sinodo diocesano.

Il 23 giugno 1890 viene trasferito vescovo titolare di Tiberiade, richiamato a Roma e nominato ausiliare del cardinale vicario Lucido Maria Parocchi, poi anche assistente al Soglio Pontificio, consultore della Sacra Congregazione delle Indulgenze e delle Sacre Reliquie, esaminatore del clero presso il Vicariato di Roma.

Il 24 luglio 1899 succede a Francesco di Paola Cassetta, creato cardinale, quale vicegerente di Roma e promosso, sette giorni dopo, arcivescovo titolare di Mira.

Collabora strettamente con i cardinali vicari Domenico Maria Jacobini, Pietro Respighi e Basilio Pompilj.

Ancora Leone XIII, il 22 giugno 1903, in uno dei suoi ultimi atti prima della morte, lo promuove patriarca titolare di Costantinopoli, canonico della Patriarcale Basilica Vaticana, continuando ad essere vicegerente di Roma.

Successivamente diviene anche consultore della Suprema Sacra Congregazione del Sant'Uffizio.

A seguito della Costituzione Apostolica Etsi Nos del 1º gennaio 1912, con la quale Pio X riforma la struttura del Vicariato di Roma, viene nominato, il 21 dello stesso mese, commissario dell'ufficio primo, quello incaricato per il culto divino e la visita apostolica.

Quale vicegerente di Roma conferisce, nel corso degli anni, l'ordinazione sacerdotale a numerosi seminaristi, sia italiani che stranieri, alcuni dei quali avranno poi una notevole importanza nella Chiesa Cattolica del '900.

Tra di essi i futuri cardinali di Curia, gli italiani Massimo Massimi, Enrico Dante e Carlo Grano, ordinati rispettivamente il 14 aprile 1900, il 3 luglio 1910 e il 14 giugno 1912, oltre allo statunitense Francis Spellman, poi cardinale arcivescovo di New York, il 14 maggio 1916.

Nell'Arcibasilica Lateranense, il 15 marzo 1902, ordina il maltese Joseph De Piro, fondatore della Società Missionaria di San Paolo (MSSP), ora Servo di Dio.

Il 10 agosto 1904, nella Chiesa di Santa Maria in Montesanto, in Piazza del Popolo, conferisce l'ordinazione sacerdotale al ventiduenne seminarista bergamasco Angelo Giuseppe Roncalli, il santo Giovanni XXIII.

Muore a Roma, quasi alla vigilia del suo settantunesimo compleanno, il 12 marzo 1917 e viene sepolto nella Cappella del Capitolo Vaticano nel Cimitero del Verano.

Genealogia episcopaleModifica

BibliografiaModifica

  • Acta Apostolicae Sedis anni 1909-1917.
  • Annuario Pontificio anni 1899-1917.
  • Fortunato Iozzelli: Roma religiosa all'inizio del Novecento, Edizioni di Storia e Letteratura, Roma 1985.
  • Araldica Vaticana - Vescovi e arcivescovi residenti in Italia nel 1888-1892.
  • Costituzione Apostolica Etsi Nos del 1º gennaio 1912 (in AAS 4 (1912), pp. 5-22).

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN88684433 · ISNI (EN0000 0000 6180 9023 · WorldCat Identities (EN88684433
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie