Governo Depretis VIII

25º Governo del Regno d'Italia

Il Governo Depretis VIII è stato in carica dal 4 aprile al 29 luglio 1887 (data della morte di Depretis) per un totale di 116 giorni, ovvero 3 mesi e 25 giorni.

Governo Depretis VIII
StatoBandiera dell'Italia Italia
Presidente del ConsiglioAgostino Depretis
(Sinistra storica)
CoalizioneSinistra storica
LegislaturaXVI
Giuramento4 aprile 1887
Dimissioni29 luglio 1887
Governo successivoCrispi I
29 luglio 1887
Depretis VII Crispi I

Durante questo governo, furono istituite tramite Regio decreto (poiché la legge definitiva [Legge 12 febbraio 1888, n. 5195] sarebbe stata promulgata dalle Camere solo con il governo successivo) le figure dei Sottosegretari di Stato, nominabili dai singoli dicasteri e stipendiati per il loro servizio di amministratori, assistenti ed esecutori del volere del Ministro nominante.

Compagine di governo modifica

Appartenenza politica modifica

Partito Presidente Ministri Sottosegretari Totale
Sinistra storica 1 8 8 17
Pentarchia[1] - 2 2 4

Composizione modifica

Carica Titolare Sottosegretario
Presidenza del Consiglio dei ministri Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio
Presidente
del Consiglio dei ministri
  Agostino Depretis
(Sinistra storica)
Carica non assegnata[2]
Ministero Ministri Sottosegretario
Affari Esteri   Agostino Depretis
(Sinistra storica)
Abele Damiani
Agricoltura, Industria e Commercio   Luigi Miceli
(Sinistra storica)
Vittorio Ellena
Lavori Pubblici   Giuseppe Saracco
(Sinistra storica)
Giuseppe Marchiori
Interno   Francesco Crispi
(Sinistra storica - Pentarca)
Alessandro Fortis
Pubblica Istruzione   Michele Coppino
(Sinistra storica)
Filippo Mariotti
Guerra   Ettore Bertolè Viale
(Indipendente)[3]
Giovanni Corvetto
Marina   Benedetto Brin
(Indipendente)[4]
Carlo Alberto Racchia
Finanze   Bernardino Grimaldi
(Sinistra storica)
Bonaventura Gerardi
Grazia e Giustizia e Culti   Giuseppe Zanardelli
(Sinistra storica - Pentarca)
Francesco Cocco-Ortu
Tesoro   Agostino Magliani
(Sinistra storica)
Bonaventura Gerardi

Cronologia modifica

  • 21 giugno 1887: il dazio sul frumento viene aumentato da 1.40 a 3 lire al quintale: tale provvedimento, motivato dall'esigenza di finanziare la politica coloniale, è approvato con 205 voti favorevoli e 48 contrari. Successivamente è approvata la nuova tariffa generale che aumenta in modo rilevante i dazi protettivi applicati all'importazione di alcuni prodotti agricoli e della maggior parte dei beni già prodotti dall'industria nazionale: la scelta protezionista che ottiene dalla Camera 199 voti favorevoli e 37 contrari sarà ratificata in Senato il 10 luglio (69 sì e 12 no)[5].
  • 29 luglio 1887: all'età di 74 anni scompare a Stradella il Presidente del Consiglio Agostino Depretis; lo sostituità Francesco Crispi[6].

Note modifica

  1. ^ Ovvero quella fazione moderata all’interno della stessa Sinistra storica che, costituitasi in opposizione al trasformismo politico del leader di partito Agostino Depretis ed al suo tentativo di mantenere il potere, entrò nel Governo, dopo un compromesso con Depretis. De iure, tuttavia, tutti questi membri, pentarchi o meno, facevano parte dello stesso partito.
  2. ^ Poiché all'epoca del Regno d'Italia la figura del Presidente del Consiglio era vista come una figura mediatrice e coordinatrice piuttosto che dirigenziale rispetto all’esecutivo, e dunque senza una costituzione autonoma, il detentore era più identificato con il ministero da egli detenuto piuttosto che dalle sue funzioni, e per questo non vi era mai stata la necessità di nominare un sottosegretario specifico, ma il Capo di governo si serviva del proprio sottosegretario ministeriale.
  3. ^ Affiliato alla Sinistra storica, solo ai fini della formazione del governo.
  4. ^ Affiliato alla Sinistra storica.
  5. ^ cronologia.leonardo.it/storia/a1887.htm
  6. ^ Agostino Depretis in Dizionario Biografico Treccani, su treccani.it. URL consultato il 5 ottobre 2013.

Bibliografia modifica

  • Parlamenti e Governi d’Italia (dal 1848 al 1970) - Vol. II - Francesco Bartolotta - Vito Bianco Editore - 1971

Altri progetti modifica