Joseph Bottoms

attore statunitense

Joseph Bottoms (Santa Barbara, 22 aprile 1954) è un attore statunitense.

Ha vinto il Golden Globe nel 1975 come miglior promessa maschile dell'anno per il film Il ragazzo del mare. È principalmente noto per la sua apparizione nella miniserie televisiva Olocausto (1978) e nel film di fantascienza The Black Hole - Il buco nero (1979), prodotto dalla Walt Disney Productions.

BiografiaModifica

Bottoms è il secondo figlio dello scultore James "Bud" Bottoms e di Betty Chapman. È il fratello degli attori Timothy Bottoms, Sam Bottoms e Ben Bottoms. Ha fatto il suo debutto sul grande schermo nel film televisivo della ABC Trouble Comes To Town. Un anno dopo ha interpretato il ruolo di Robin Lee Graham nel film Il ragazzo del mare (1974), la storia di un marinaio adolescente che viaggia per il mondo. Per questo ruolo, Bottoms ha vinto il Golden Globe come miglior promessa maschile dell'anno.

Nella mini-serie Olocausto (1978) ha interpretato il ruolo di Rudi Weiss, un ebreo tedesco che sfugge alla prigionia. La serie è stata ben accolta, vincendo il premio Primetime Emmy. Un anno dopo ha recitato in The Black Hole - Il buco nero (1979), un film di fantascienza che ha incassato più di 35 milioni di dollari al box office USA. Nel 1981 ha debuttato a Broadway in Fifth of July.

Nel 1984 ha recitato al fianco di Kirstie Alley nel B-movie televisivo Blind Date. Tra il 1985 e il 1987 è nel casto della soap opera Santa Barbara, trasmessa anche in Italia il 3 aprile 1989. Nel 1990 ha partecipato ad alcune puntate come ospite nella serie televisiva canadese Street Legal, mentre nel 1991 ha impersonato Cal Winters (secondo attore ad impersonare il personaggio) nella soap opera Il tempo della nostra vita.

La sua ultima apparizione sullo schermo risale al 1999 nella serie TV V.I.P.. Da allora ha aperto e dirige una galleria d'arte a Santa Barbara, la Bottoms Art Gallery, che ospita anche sculture di suo padre.

Filmografia parzialeModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN24802337 · ISNI (EN0000 0000 6301 7396 · LCCN (ENn81064606 · GND (DE1061920933 · BNF (FRcb14039238r (data) · BNE (ESXX1448015 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n81064606