La casa dei fantasmi (film 1959)

film del 1959 diretto da William Castle
La casa dei fantasmi
House on Haunted Hill.jpg
Titolo originaleHouse on Haunted Hill
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1958
Durata71 min
Dati tecniciB/N
rapporto: Widescreen
Genereorrore
RegiaWilliam Castle
SceneggiaturaRobb White
ProduttoreWilliam Castle
Casa di produzioneWilliam Castle Productions
FotografiaCarl E. Guthrie
MontaggioRoy Livingston
Effetti specialiHerman E. Townsley
MusicheVon Dexter
ScenografiaDavid Milton
CostumiNorah Sharpe e Roger J. Weinberg
TruccoJack Dusick e Gale McGarry
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La casa dei fantasmi (House on Haunted Hill) è un film del 1958 diretto da William Castle. Il film è stato scritto da Robb White ed interpretato da Vincent Price e Carol Ohmart. Price interpreta un eccentrico milionario, Frederick Loren, che, insieme a sua moglie Annabelle, ha invitato cinque persone in una casa infestata. Chi rimane in casa per una notte guadagnerà 10 000 $. Mentre la notte avanza, gli ospiti sono intrappolati all'interno della casa con un assortimento di terrori.

Il film utilizza molti oggetti di scena usati nelle case infestate dei luna park per generare paura e terrore. La pellicola è entrata nel pubblico dominio negli Stati Uniti.[1][2]

TramaModifica

Convinto dalla moglie Annabelle, il milionario Frederick Loren offre 10 000 dollari a cinque persone per passare un'intera notte in una casa infestata dai fantasmi. Ci sono tre donne, tra cui la moglie del padrone, e quattro uomini, tra cui il padrone ed una persona già stata nella casa, dove gli è stato ucciso il fratello.

La festa "in onore della moglie" queste le parole del milionario Frederick, comincia a dare i primi effetti sugli ospiti quando Carolyn viene spaventata dalla vecchia domestica, mentre un altro degli invitati viene inspiegabilmente colpito alla testa.

Gli invitati ora più spaventati che mai ricevono da Frederick delle pistole come arme di difesa contro i fantasmi, anche se Pritchard, già stato in quella stessa villa, sa che nulla potranno le armi da fuoco contro i malvagi spettri.

La macabra festa che poteva essere lasciata entro mezzanotte (termine ultimo entro il quale uno degli invitati, rinunciando ai 10 mila dollari, poteva uscire dalla casa maledetta) viene improvvisamente resa obbligatoria dalla chiusura dell'unica porta d'ingresso, dagli spettrali e misteriosi domestici della casa.

Colpo di scena è la morte della bella Annabelle, moglie del milionario, trovata impiccata dal dottor Trent, portando così la prima vera vittima della sera e aumentando sempre di più il terrore e l'isterismo tra gli invitati.

Sconvolti dalla terrificante scoperta i superstiti decidono di rinchiudersi ciascuno con la propria pistola nella rispettiva stanza per così essere sicuri basandosi su una semplice teoria: l'assassino non era un fantasma, ma bensì uno dei loro.

Ben presto si viene a scoprire che Annabella (fintasi morta) è d'accordo con il dottor Trent (suo amante) per creare questo alone di paura tra gli invitati, per portare la più fragile del gruppo, la giovane Carolyn, ad uccidere il tanto odiato marito despota Frederick.

Il piano riesce e Carolyn credendo Frederick il vero assassino gli spara, al punto soddisfatto per aver compiuto l'omicidio perfetto esce da un buio anfratto il dottor Trent, che però ben presto dopo lo spegnersi delle luci viene ucciso dallo stesso Frederick, che era vivo poiché aveva caricato a salve la pistola della giovane Carolyn.

A questo punto Annabelle abbandona il suo finto letto di morte e scende in cantina credendo di trovare il marito morto ma vi trova solo la botola aperta con una vasca piena di acido, dalla quale a sorpresa esce un scheletro con la voce del marito presumibilmente defunto.

In preda al panico l'affascinante fedifraga cade nella vasca piena di acido (dove era stato gettato anche il suo amante) e successivamente esce dal buio di uno spazio angusto, Frederick che manovrando un complicato marchingegno si scopre essere il burattinaio del finto scheletro: la presunta vittima di un complotto, ha quindi ucciso i suoi cospiratori con la loro stessa idea, la paura.

Soddisfatto del suo operato, Frederick viene scoperto dagli invitati, i quali vengono informati del diabolico piano architettato dalla moglie e da Trent ai suoi danni e della conseguente sua contromossa e si dichiara quindi colpevole rimettendosi alla decisione della giustizia per la sua azione.

Il film si chiude con un primo piano di Pritchard che nonostante tutto è sicuro che in quella casa aleggino spiriti malvagi e dopo aver guardato la vasca piena di acido a favore di camera pronuncia una frase che sa di condanna: "ora sono nove e ce ne saranno altri, molti altri... che stanno venendo per me ora... e poi verranno per voi!"

Soprannaturale e azioni umane si fondono quindi in una notte maledetta.

ProduzioneModifica

Le riprese esterne della casa sono state girate presso la storica Ennis House di Los Feliz in California, progettata nel 1924 da Frank Lloyd Wright.[3][4] La maggior parte del film è stata girata su palcoscenici,[5] raffiguranti l'interno della casa in una combinazione di stili, incluso il Vittoriano del 1890, con lampadari a gas ed applique. Il poster del film includeva l'illustrazione di una casa in un terzo stile, quello di una fantasiosa struttura romanica a quattro piani.

Il proprietario di Ennis House negò alla produzione il permesso di entrare nella casa, facendo un'eccezione solamente per Vincent Price.[6]

Piuttosto che pagare a Price 12.000 dollari per la sua interpretazione, Castle preferì dargli una percentuale degli incassi, certo che così avrebbe risparmiato una bella cifra. Il film però si rivelò un grande successo e il risparmio tanto sperato da Castle non ci fu.[6]

DistribuzioneModifica

 
Vincent Price in La casa dei fantasmi

La casa dei fantasmi è stato originariamente distribuito nelle sale cinematografiche dalla Allied Artists.

Il trailer cinematografico ha promosso il film col titolo The House on Haunted Hill, sebbene tutto il materiale pubblicitario e il titolo del film stesso fossero semplicemente intitolati House on Haunted Hill.

Il film è forse meglio conosciuto per un espediente promozionale utilizzato nell'uscita cinematografica originale del film chiamato "Emergo."[7] In alcuni cinema che hanno proiettato il film, venne montato un elaborato sistema di carrucole che permetteva ad uno scheletro di plastica fosforescente di essere fatto scendere in mezzo al pubblico durante una scena corrispondente alla fine del film.[8] (Diversi cinema di repertorio moderni, tra cui il Film Forum e il Loew's Jersey Theatre, hanno ospitato proiezioni di revival del film durante le quali è stato ricreato l'espediente "Emergo").[9][10]

Grazie in parte al trucco di Castle, il film è stato un enorme successo. Alfred Hitchcock ha notato la performance del film a basso budget al botteghino e ha realizzato il suo film horror a basso budget, che è diventato il successo acclamato dalla critica Psyco (1960).[11] Castle era lui stesso un fan di Hitchcock ed avrebbe cercato di imitare il lavoro di Hitchcock in film successivi come Homicidal (1961).[7]

Home videoModifica

Due importanti studi hanno rilasciato il film in home video in versioni rimasterizzate. La Warner Home Video ha rilasciato il film in DVD in concomitanza all'uscita del remake del 1999. Nel 2005, il film è stato colorizzato dalla Legend Films. La versione a colori è stata rilasciata in DVD lo stesso anno dalla 20th Century Fox. Gli extra preparati dalla Legend Films per l'uscita del DVD Fox includevano una traccia di commento audio del comico Michael J. Nelson di Mystery Science Theater 3000, due versioni del trailer ed una presentazione di immagini dal libro stampa originale del film.

Johnny Legend ha pubblicato un DVD per il 50º anniversario contenente tutta una serie di extra come il trailer cinematografico originale e gli spot TV più diversi trailer cinematografici di William Castle e Vincent Price, un profilo di Carol Ohmart e programmi TV "dell'età dell'oro" con Vincent Price. Un file DivX della versione colorata con il commento incorporato è disponibile come parte del servizio RiffTrax On Demand di Nelson.[12] Nel 2009, un commento recentemente registrato da Nelson, Kevin Murphy e Bill Corbett è stato rilasciato da RiffTrax.[13] Il team di RiffTrax ha eseguito un RiffTrax dal vivo di La cada dei fantasmi il 28 ottobre 2010.

La casa dei fantasmi è stato rilasciato in un'edizione Blu-ray restaurata come parte della Vincent Price Collection II di Shout! Factory del 2014.[14]

Il 28 settembre 2011, la tenuta di William Castle ha pubblicato una sceneggiatura con annotazioni de La casa dei fantasmi che è una copia della sceneggiatura delle riprese insieme alle "note a margine" di Castle . Questa edizione include le presentazioni di Joe Dante e della figlia di Castle, Terry. Presenta anche una propria versione di "Emergo" in cui lo scheletro appare ai lettori tramite un metodo "flip page".[15] Mondo Media ha ripubblicato il film nel 2015 come parte della sua serie Mondo X Chiller il 28 marzo 2015 all'Alamo Drafthouse a Yonkers, New York.[16]

CriticaModifica

Il film ha ricevuto il plauso della critica. Su Rotten Tomatoes il film ha ricevuto una nuova valutazione dell'88% sulla base di 26 recensioni con una valutazione media di 7,10/10.[17] Allmovie ha elogiato il film in modo retrospettivo, scrivendo: "Campy e inquietante in egual misura, La casa dei fantasmi merita il suo status di classico dell'orrore."[18] Secondo Il Mereghetti, presenza di Price garantisce il divertimento, ma anche William Castle (un maestro di serie C, che più tardi produrrà Rosemary's Baby) mostra di manipolare i generi con una certa ironia.[19]

Convitato di pietra del film era, secondo David J. Skal, nel suo The Monster Show, il boom economico americano degli anni cinquanta: "...nessuna bassezza è sufficiente;...si può tollerare qualunque cosa pur di ottenere una ricompensa".[20]

RemakeModifica

Il film ha avuto un remake nel 1999 intitolato Il mistero della casa sulla collina, che a sua volta ha avuto un sequel nel 2007 intitolato Il ritorno nella casa sulla collina. Il film del 1999 è stato distribuito con recensioni mediocri, ma è stato un successo al botteghino, mentre il sequel del 2007 è uscito direct-to-video.

Dal 2017, un altro remake è in fase di sviluppo insieme ad un prequel del film originale, con quest'ultimo scritto dalla figlia di Castle, Terry Castle.[21]

RiferimentiModifica

Il nome del personaggio interpretato da Vincent Price è una citazione dal racconto La caduta della casa degli Usher di Edgar Allan Poe.

NoteModifica

  1. ^ Brad Miska, They're Re-remaking 'House on Haunted Hill', Bloody Disgusting, 12 gennaio 2017. URL consultato il 10 marzo 2018.
  2. ^ 'House on Haunted Hill' screening set in Vacaville, Daily Republic, 6 ottobre 2017. URL consultato il 10 marzo 2018 (archiviato il 9 settembre 2019).
  3. ^ Chelsea Blahut, Frank Lloyd Wright Homes with Haunted Histories, su Architect, 31 ottobre 2014. URL consultato il 7 ottobre 2017.
  4. ^ Marc Savlov, Now You, Too, Can Own the House on Haunted Hill!, su The Austin Chronicle, 30 luglio 2009. URL consultato il 7 ottobre 2017.
  5. ^ Joel Eisner, The Price of fear: the film career of Vincent Price in his own words, Antelope, CA, Black Bed Sheet Books, 2013, p. 79, ISBN 978-0-9886590-2-5, OCLC 858943906.
  6. ^ a b Joel Eisner, The Price of fear: the film career of Vincent Price in his own words, Antelope, CA, Black Bed Sheet Books, 2013, ISBN 978-0-9886590-2-5, OCLC 858943906.
  7. ^ a b John W. Law, Scare tactic: the life & films of William Castle, San Jose [Calif.], Writers Club Press, 2000, pp. 66–67, ISBN 0-595-09544-5, OCLC 60884288.
  8. ^ Hal Erickson, House on Haunted Hill (1958), Allmovie. URL consultato il 7 luglio 2012.
  9. ^ Village Voice, 25 agosto 2010
  10. ^ Cinema Sentries, 30 ottobre 2011, su cinemasentries.com. URL consultato l'11 marzo 2021 (archiviato dall'url originale il 12 gennaio 2020).
  11. ^ The Stars of Mystery Science Theater 3000 Give the Vincent Price Classic House on Haunted Hill the RiffTrax Treatment on the Big Screen This Halloween, Business Wire, 5 ottobre 2010. URL consultato il 24 settembre 2015.
  12. ^ House on Haunted Hill VOD, RiffTrax. URL consultato il 7 luglio 2012.
  13. ^ House on Haunted Hill – Three Riffer Edition!, RiffTrax. URL consultato il 7 luglio 2012.
  14. ^ House on Haunted Hill Blu-ray, Blu-ray.com. URL consultato il 23 aprile 2015.
  15. ^ Event Report: "HOUSE ON HAUNTED HILL" (1959) at Alamo Drafthouse Yonkers!, Fangoria. URL consultato il 7 luglio 2012.
  16. ^ Mondo Premieres "HOUSE ON HAUNTED HILL" Poster; FANGO Staffer to host NY Drafthouse Screening!, Fangoria. URL consultato il 7 luglio 2012.
  17. ^ House On Haunted Hill (1959), Rotten Tomatoes. URL consultato il 1º gennaio 2021.
  18. ^ Fred Beldin, House on Haunted Hill (1958), Allmovie. URL consultato il 7 luglio 2012.
  19. ^ Il Mereghetti. Dizionario dei film 2008, Baldini Castoldi Dalai, Milano, 2007
  20. ^ David J.Skal, The Monster Show, cit.;
  21. ^ Another House On Haunted Hill Remake (And Prequel) On The Way!, wickedhorror.com. URL consultato il 3 marzo 2018.

BibliografiaModifica

  • David J. Skal, The Monster Show, Baldini & Castoldi, Milano, 1998

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENno2010166190
  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema