Apri il menu principale

Learco Saporito

accademico e politico italiano
Learco Saporito
Learco Saporito datisenato 2006.jpg

Sottosegretario di Stato del Dipartimento per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione
Durata mandato 11 giugno 2001 –
17 maggio 2006
Presidente Silvio Berlusconi
Predecessore Franco Bassanini (da Ministro)
Successore Beatrice Magnolfi

Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri
Durata mandato 28 luglio 1987 –
11 marzo 1988
Presidente Giovanni Goria
Ciriaco De Mita
Predecessore Nicola Sanese
Successore Giuseppe Galasso

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature VIII (Dal 4/10/1979), IX, X, XI, XIV, XV
Gruppo
parlamentare
DC e AN
Circoscrizione VIII - XIV:
Lazio

IX- X - XI - XV:
Umbria

Collegio XIV:
13 (Civitavecchia)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico DC (1979-1994)
AN (1995-2008)
PdL (2008-2011)
FLI (2011)
Titolo di studio Laurea in Giurisprudenza
Professione Professore di istituzioni di diritto pubblico, avvocato

Learco Saporito (Scafati, 17 ottobre 1936Roma, 30 aprile 2016[1]) è stato un politico italiano.

BiografiaModifica

Attività politicaModifica

 
Learco Saporito nel 1979

Nel 1979 è eletto al Senato della Repubblica nelle liste della Democrazia Cristiana.

Viene rieletto nel 1983, nel 1987 e nel 1992, fino al 1994. È nominato sottosegretario alla Ricerca Scientifica e Università per tutta la legislatura nel Governo Goria e nel Governo De Mita. Successivamente aderisce ad Alleanza Nazionale e diviene presidente dell'ANFE (associazione nazionale famiglie emigrati). Nel 1999 è assessore ai Servizi sociali alla Provincia di Roma, guidata da Silvano Moffa.[1]

Alle elezioni politiche del 2001 viene rieletto al Senato della Repubblica nel collegio uninominale di Civitavecchia per la Casa delle Libertà, in quota Alleanza Nazionale. È nominato Sottosegretario di Stato alla Pubblica Amministrazione nel secondo e terzo governo Berlusconi.

Alle elezioni politiche del 2006 è nuovamente eletto senatore, nella lista di Alleanza Nazionale in Umbria.

Non è ricandidato nel 2008. Nell'Aprile 2009 viene eletto Membro Laico del Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa (organo di autogoverno del Tar e del Consiglio di Stato).

Nel 2011 aderisce a Futuro e Libertà, il partito fondato dall'ex presidente della Camera, Gianfranco Fini. In seguito è nominato responsabile nazionale del partito per la Pubblica amministrazione.

Attività professionaleModifica

È stato presidente onorario dell'ANFE.[2] e dell'Associazione Forum Pubblici Dipendenti.[3]

Dal 2006 al 2013 è stato professore a contratto presso l'Università degli Studi Niccolò Cusano.

NoteModifica

  1. ^ a b Antonio Pannullo, È morto Learco Saporito. Fu tra i primi a credere in Alleanza Nazionale, in Secolo d'Italia, 30 aprile 2016.
  2. ^ A.N.F.E. Associazione Nazionale Famiglie Emigrati - Politiche Migratorie, su anfe.it. URL consultato il 4 ottobre 2009 (archiviato dall'url originale il 15 marzo 2009).
  3. ^ Messaggio di benvenuto del Presidente, su forumpubblicidipendenti.it. URL consultato il 12 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 19 agosto 2010).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN34548503 · ISNI (EN0000 0000 6156 1451 · SBN IT\ICCU\CFIV\040236 · LCCN (ENn85178940 · BNF (FRcb12428482r (data) · WorldCat Identities (ENn85-178940