Lingua pontica

lingua greca parlata in Grecia, Georgia, Kazakistan, Russia e in Turchia

La lingua pontica (nome nativo ποντιακόν λαλίαν, pontiakòn lalìan) è una lingua greca parlata in Grecia, Georgia, Kazakistan, Russia, Ucraina e in Turchia.

Pontico
Ποντιακά (Pontiakà)
Parlato inGrecia Grecia
Georgia Georgia
Kazakistan Kazakistan
Russia Russia
Ucraina Ucraina
Turchia Turchia
Locutori
Totale1.178.000
Altre informazioni
Scritturaalfabeto greco
Tassonomia
FilogenesiLingue indoeuropee
 Lingua greca
Codici di classificazione
ISO 639-3pnt (EN)
Glottologpont1253 (EN)

Distribuzione geograficaModifica

Secondo stime del 2009, il pontico è parlato da 400.000 persone in Grecia, stanziate in prevalenza in Macedonia, e da 4.000 persone nella Turchia.[1] La lingua è attestata anche in altri paesi, tra cui Azerbaigian, Canada, Georgia, Kazakistan, Russia, Ucraina e Stati Uniti d'America, per un totale complessivo di 1.178.000 locutori.[2]

StoriaModifica

Storia della
lingua greca

(vedi anche: Lineare B, alfabeto greco)
Substrato preellenico
Proto-greco
Miceneo (1600–1100 a.C. circa)
Lingua omerica
Greco antico (800–330 a.C. circa)
dialetti:
eolico, arcado-cipriota, attico-ionico,
dorico, nord-occidentale (eleo), locrese, panfilio, siceliota

Koinè greca (330 a.C.–330 circa)
varianti:
greco giudaico

Greco bizantino (330–1453)
Greco moderno (dal 1453)
questione della lingua greca
dialetti:
cappadocico, cretese, cipriota,
demotico, greco di Cargese, ievanico, italiota (grecanico, grico), katharevousa, pontico, zaconico

  • Date tratte da D. B. Wallace, Greek Grammar Beyond the Basics: An Exegetical Syntax of the New Testament, Grand Rapids, 1997, pag. 12.
 
Distribuzione dei dialetti greci nell'impero Bizantino tra i secoli XII e XV.

Il pontico deriva dal greco attico, con influenze del greco bizantino, del turco e in minor misura del persiano e di varie lingue caucasiche.

La colonizzazione greca delle coste del Mar Nero risale all'antichità ma, dopo la scomparsa dell'Impero bizantino, i greci del Ponto sono rimasti isolati per secoli e la loro lingua si è evoluta indipendentemente, tanto che pontico e greco moderno non sono più mutuamente comprensibili.

Parlato in origine sulle coste meridionali del Mar Nero, l'antico Ponto, nel XVIII e XIX secolo i pontici migrarono sulle coste settentrionali e orientali, in quello che allora costituiva l'Impero russo.

NoteModifica

  1. ^ University of Cambridge: News and Events: Endangered language opens window on to past University of Cambridge
  2. ^ (EN) Lewis, M. Paul, Gary F. Simons, and Charles D. Fennig (eds), Pontic, in Ethnologue: Languages of the World, Seventeenth edition, Dallas, Texas, SIL International, 2013.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica