Apri il menu principale

Lollo Franco

attore, regista teatrale e scenografo italiano

Lollo Franco, all'anagrafe Calogero Franco (Palermo, 20 luglio 1949), è un attore, regista teatrale e scenografo italiano.

Indice

BiografiaModifica

Lollo Franco esordisce nel 1970 come attore teatrale nella propria città natale portando in scena numerosi spettacoli tratti da diversi autori, curando spesso l'organizzazione generale, la regia e la scenografia.

Dalla seconda metà degli anni settanta Lollo Franco collabora spesso con Renato Rascel nell'ambito teatrale e a partire dal decennio successivo dirige diverse iniziative culturali curate dai diversi teatri di Palermo, prendendone talvolta anche la direzione artistica.[1]

L'esordio cinematografico di Lollo Franco avviene nel 1997 nel film I Grimaldi interpretando il caratteristico uomo siciliano diffidente e senza scrupoli, questo tipo di personaggi rimane attaccato alla figura dell'attore anche nelle pellicole successive, sia per il cinema che per la televisione; la sua versatilità nell'interpretare con durezza o ironia i vari ruoli assegnatagli[2] ha fatto sì che venisse richiesto di interpretare personaggi simili anche in chiave comica in diverse commedie come in Amiche da morire in cui è involontariamente vittima delle prestazioni sessuali della prostituta Gilda, interpretata da Claudia Gerini.

Dotato di un viso tipicamente rude, Lollo Franco interpreta spesso ruoli da cattivo, prepotente o padre-padrone che dimostrano al meglio la propria indole recitativa; nel 2012 riesce a ottenere maggiore notorietà quando interpreta il ruolo del compianto giudice Paolo Borsellino nel film televisivo Vi perdono ma inginocchiatevi.

Il 15 aprile 2009 la notorietà dell'attore balza alla cronaca a causa della morte improvvisa della figlia Malvina, provocata da uno shock anafilattico.[3]

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Teatro (lista parziale)Modifica

  • Soiree (1975)
  • La ballata del sale (1978)
  • La lupa (1980)
  • Milos, soldato fanfarone (1980)
  • In bocca all'ufo (1980)
  • Cagliostro dei buffoni, ovvero la doppia mascherata (1981)
  • Chewingum (1982)
  • Ci pensiamo lunedi (1982)
  • La porta magica (1982)
  • Càsina (1983)
  • Il giullare (1984)
  • Cavalca la luna (1985)
  • Faccio l'attore (1986)
  • La storia di Santa Rosalia (1986)
  • Il folle e la morte (1987)
  • Prometeo incatenato (1988)
  • La storia di un soldato (1989)
  • Beatrice Cenci (1990)
  • L'amore Stregone (1991)
  • Quarantena (1992)
  • Viva Santa Rosalia viva (1997)
  • Cagliostro (1998)
  • L'ultima violenza (1999)
  • I giganti della montagna (2001)
  • Rais (2004)
  • Cagliostro (2006)

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica