Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Il lungo inverno.

Il Lungo Inverno è un periodo della cronologia di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien. Si trattò di un inverno eccezionalmente lungo, in cui un freddo glaciale si abbatté su tutta la Terra di Mezzo.

Il Lungo Inverno cominciò nel novembre 2758 e finì nel marzo 2759 T.E. (durò quindi cinque mesi).[1] La neve ricoprì l'Eriador e il Rhovanion fino agli Ered Nimrais e molte sofferenze furono patite dalla popolazione. Gli Hobbit della Contea furono decimati dal freddo e dalla carestia che conseguì;[2] vennero soccorsi da Gandalf, il quale cominciò in questa occasione a interessarsi a tale popolo.[3]

L'inverno si dimostrò ancora più feroce a sud, poiché sopraggiunse in un periodo in cui sia il regno di Gondor che di Rohan erano in guerra e impossibilitati ad aiutarsi l'un l'altro. Infatti, mentre Gondor doveva fronteggiare un'aggressione a opera dei Corsari di Umbar, Rohan era stato invaso da un'alleanza di Esterling e Dunlandiani, guidati da Wulf figlio di Freca. Sopraffatti, i Rohirrim si erano dovuti rifugiare nelle loro fortezze montane, quali Dunclivo e Aglarond.[4]

Re Helm Mandimartello trascorse l'inverno assediato nella fortezza di Aglarond, che da lui avrebbe poi preso il nome di Fosso di Helm. La lotta fu terribile sia per gli assedianti che per i difensori, falcidiati da fame e freddo. Helm e suo figlio Háma morirono nel corso dell'assedio, ma il nipote del re Fréaláf riuscì a uccidere Wulf a Edoras mentre Gondor, sconfitti i Corsari, mandò degli aiuti permettendo la cacciata degli invasori dal paese.[4]

A Rohan il Lungo Inverno fu seguito da grandi inondazioni, che impaludarono la valle dell'Entalluvio.[4]

NoteModifica

  1. ^ John Ronald Reuel Tolkien, Il Signore degli Anelli, Milano, Bompiani, 2013, p. 1175, ISBN 978-88-452-9261-3.
  2. ^ John Ronald Reuel Tolkien, Il Signore degli Anelli, Milano, Bompiani, 2013, p. 29, ISBN 978-88-452-9261-3.
  3. ^ John Ronald Reuel Tolkien, Racconti incompiuti, Milano, Bompiani, 2015, pp. 493-494, ISBN 88-452-7403-9.
  4. ^ a b c John Ronald Reuel Tolkien, Il Signore degli Anelli, Milano, Bompiani, 2013, pp. 1150-1151, ISBN 978-88-452-9261-3.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

  Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien