Marzio Lugnan

calciatore italiano
Marzio Lugnan
Nazionalità Italia Italia
Altezza 182 cm
Peso 77 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1986 - giocatore
Carriera
Giovanili
196?-1972Udinese
1972-1973Atalanta
Squadre di club1
1973-1975Atalanta42 (0)
1975-1977Novara56 (0)
1977-1978Lecce23 (0)
1978-1979Nocerina20 (1)
1979-1980Novara32 (0)
1980-1981Forlì32 (0)
1981-1982Novara32 (2)
1982-1983Trento30 (0)
1983-1984Sanremese33 (0)
1984-1985Venezia21 (0)
1985-1986Leffe25 (0)
Carriera da allenatore
1988-1990non conosciuta Bonate Sopra
1990-1992non conosciuta Clusone
1993-1994PiacenzaGiovanili
1994-1995Grumellese
1995-1999600px Giallo e Blu.svg Brusaporto
1999-2000600px bisection vertical White HEX-78D3F7.svg Covese
2000-2001Trevigliese
2001-2003Rosso e Blu.svg Urgnano
2003-2005non conosciuta Nuova Fontanellese
2008-2010600px vertical HEX-0096D6 HEX-EE3123.svg Pedrengo
2011Trevigliese[1]
2014-non conosciuta Carobbio[2]
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Marzio Lugnan (Grado, 7 gennaio 1954) è un ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Caratteristiche tecnicheModifica

Giocava come terzino sinistro[3] ed era abile in marcatura[4]. Saltuariamente è stato impiegato anche come stopper[5].

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Cresce calcisticamente nell'Udinese, da cui lo preleva nel 1972 l'Atalanta[3]. Con gli orobici esordisce in Serie B nella stagione 1973-1974 e disputa due campionati tra i cadetti: titolare nel primo, viene relegato a riserva nel secondo nel quale gioca 13 partite. Nell'estate 1975 viene ceduto insieme al compagno Antonio Rocca al Novara, sempre in Serie B, per una cifra complessiva di 378 milioni di lire[4].

Negli azzurri piemontesi gioca altre due stagioni nella serie cadetta, per un totale di 56 presenze; nel corso della seconda annata, conclusa con la retrocessione in Serie C, viene messo fuori rosa per scarso rendimento[6] ed entra in conflitto con la società[5], che lo cede in prestito dapprima al Lecce e poi alla Nocerina[5], in Serie B. Nel 1979 fa rientro al Novara[5], con cui gioca fino al 1982 con l'intermezzo di una stagione in prestito al Forlì, sempre in terza serie.

Conclude la carriera in Serie C1 con Trento e Sanremese. Nel 1984, beneficiando della nuova normativa sul professionismo, si svincola dai liguri[7] e passa al Venezia, in Serie C2. Chiude la carriera l'anno successivo, con il Leffe.

In carriera ha collezionato complessivamente 141 presenze e una rete in Serie B.

AllenatoreModifica

Ha allenato varie squadre bergamasche, dalla Seconda Categoria fino all'Eccellenza.

Nella stagione 2008-2009 ha vinto il campionato lombardo di Eccellenza con il Pedrengo[8]; la società non si è iscritta al successivo campionato di Serie D, ripartendo dalla Prima Categoria, in cui Lugnan ha allenato per l'intera stagione 2009-2010. Dal 2014 allena nel Carobbio, con cui ha ottenuto una promozione dalla Seconda Categoria alla Prima Categoria e due salvezze consecutive in quest'ultimo campionato[9].

PalmarèsModifica

AllenatoreModifica

Competizioni regionaliModifica

Pedrengo: 2008-2009
Brusaporto: 1997-1998

NoteModifica

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica