Apri il menu principale

Massimo Mirani

attore cinematografico e attore teatrale italiano

BiografiaModifica

Massimo Mirani esordisce alla fine degli anni sessanta portando in scena varie opere teatrali di diversi autori; al cinema e alla televisione, riesce a imporre il proprio talento intorno alla metà degli anni settanta anche se rimane relegato per un certo periodo al genere poliziottesco, molto in voga in quegli anni.

Dagli anni ottanta Mirani si alterna tra drammi e commedie senza tuttavia riuscire a trovare un ruolo fisso per il quale è maggiormente ricordato se non per quelli legati al genere poliziesco; probabilmente aiutato anche da un volto leggermente "sinistro" e da una corporatura esile, i ruoli affidatogli sono stati spesso quello del malvivente o del traditore.

Un ruolo importante che ha interpretato è stato quello di Gavino in Milano violenta, in cui era un rapinatore che finisce per essere ucciso dai suoi stessi complici.

Nel 2014 è protagonista ed autore - insieme a Daria Veronese - di un testo teatrale dal titolo "Non per vantarmi ma avevo capito tutto... un uomo avanti", monologo sull'uomo Pasolini che sta riscuotendo grande successo a Roma e non solo[2].

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica