Apri il menu principale

Milano-Sanremo 2004

edizione della corsa ciclistica
Italia Milano-Sanremo 2004
Edizione95ª
Data20 marzo
PartenzaMilano
ArrivoSanremo
Percorso294 km
Tempo7h11'23"
Media40,892 km/h
Valida perCoppa del mondo 2004
Ordine d'arrivo
PrimoSpagna Óscar Freire
SecondoGermania Erik Zabel
TerzoAustralia Stuart O'Grady
Cronologia
Edizione precedenteEdizione successiva
Milano-Sanremo 2003Milano-Sanremo 2005

La Milano-Sanremo 2004 è stata la novantacinquesima edizione dell'omonima corsa ciclistica. Si disputò il 20 marzo 2004 e fu vinta da Óscar Freire con il tempo di 7h11'23".

Alla partenza, alle 9.30 a Milano, erano presenti 194 corridori, di cui 184 portarono a termine il percorso.

PercorsoModifica

La competizione si è svolta sul percorso tradizionale di questi ultimi anni, con il Passo del Turchino e il passaggio da Capo Mele, Capo Cervo, Capo Berta e la salita del Poggio a pochi chilometri dall'arrivo in via Roma.

Squadre partecipantiModifica

N. Cod. Squadra
1-8 QSD   Quick Step-Davitamon
11-18 A2R   AG2R Prévoyance
21-28 ALB   Alessio-Bianchi
31-38 BLB   Brioches La Boulangère
41-48 PAN   Ceramiche Panaria-Margres
51-58 COF   Cofidis, le Crédit par Téléphone
61-68 DEN   De Nardi
71-78 DVE   Domina Vacanze
81-88 EUS   Euskaltel-Euskadi
91-98 FAS   Fassa Bortolo
101-108 FDJ   fdjeux.com
111-118 GST   Gerolsteiner
121-128 IBB   Illes Balears-Banesto
N. Cod. Squadra
131-138 LAM   Lampre
141-148 LAN   Landbouwkrediet-Colnago
151-158 LST   Liberty Seguros
161-168 LOT   Lotto-Domo
171-178 PHO   Phonak Hearing Systems
181-188 RAB   Rabobank
191-198 SAE   Saeco Macchine per Caffè
201-208 SDV   Saunier Duval-Prodir
211-218 CSC   Team CSC
221-228 TMO   T-Mobile Team
231-238 USP   US Postal Service p/b Berry Floor
241-248 VIN   Vini Caldirola-Nobili Rubinetterie

Resoconto degli eventiModifica

Dopo una lunga fuga a cinque al km 60, sulla Cipressa Mario Cipollini si stacca. In discesa Michele Bartoli cade e Mirko Celestino attacca, ma viene ripreso dalla Fassa Bortolo quando mancano 11 km all'arrivo. Sul Poggio scattano Matteo Carrara, Erik Dekker, Ángel Vicioso, Óscar Pereiro e Bradley McGee, che vengono raggiunti e superati da Paolo Bettini.

Vicioso lo segue, ma entrambi vengono ripresi dal gruppo. Alessandro Petacchi viene lanciato dalla squadra ai 180 metri dal traguardo, ma Erik Zabel lo supera. Sul traguardo, Zabel alza le braccia pensando di avere vinto, ma viene superato da Óscar Freire, che vince per 11 millesimi di secondo.

Ordine d'arrivo (Top 10)Modifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica