Monte Pignerol

Avvertenza
Alcuni dei contenuti riportati potrebbero generare situazioni di pericolo o danni. Le informazioni hanno solo fine illustrativo, non esortativo né didattico. L'uso di Wikipedia è a proprio rischio: leggi le avvertenze.
Monte Pignerol
Pignerol da sud.jpg
La montagna vista dal sud.
StatoItalia Italia
RegionePiemonte Piemonte
ProvinciaTorino Torino
Altezza2 876 m s.l.m.
CatenaAlpi
Coordinate44°55′06.96″N 6°59′30.84″E / 44.9186°N 6.9919°E44.9186; 6.9919Coordinate: 44°55′06.96″N 6°59′30.84″E / 44.9186°N 6.9919°E44.9186; 6.9919
Altri nomi e significatimonte Pinerol[1], truc de Pineirôl[2]
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Monte Pignerol
Monte Pignerol
Mappa di localizzazione: Alpi
Monte Pignerol
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Occidentali
Grande SettoreAlpi Sud-occidentali
SezioneAlpi Cozie
SottosezioneAlpi del Monginevro
SupergruppoCatena Bucie-Grand Queyron-Orsiera
GruppoGruppo Queyron-Albergian-Sestrière
SottogruppoSottogruppo Ghinivert-Albergian
CodiceI/A-4.II-A.2.b

Il monte Pignerol (anche chiamato monte Pinerol, 2.876 m s.l.m.) è una vetta delle Alpi Cozie. Si trova in provincia di Torino lungo lo spartiacque tra la val Germanasca e la val Troncea e sulla sua cima convergono i territori comunali di Pragelato, Prali e Salza di Pinerolo.[1]

ToponimoModifica

Il nome "monte Pignerol" è tratto dal nome in francese della cittadina di Pinerolo, che appartenne per un lungo periodo alla Francia. Il nome locale correttamente trascritto sarebbe invece "truc de Pineirôl".[2]

DescrizioneModifica

 
La cima della montagna

La montagna si trova alla convergenza di tre creste: quella nord e quella sud appartengono allo spartiacque tra val Troncea e valle Germanasca, mentre la terza, che si origina dal Pignerol in direzione est, separa tra loro due importanti valloni tributari del Germanasca, quello di Rodoretto e quello di Salza.

Verso sud è separato dalla cima Lunghin (2.921 m) dal colle Valletta (2.685 m). Verso nord lo spartiacque prosegue con diversi saliscendi fino al passo della Pennazza (2.775 m) per risalire al monte Peolioso (2.886 m). La cresta Rodoretto/Salza scende infine rapidamente fino ai 2.460 m del colletto della Balma per proseguire per vari km spegnendosi nel solco principale della valle non lontano da Perrero. Il versante affacciato sulla val Troncea si presenta detritico e, in quota, quasi del tutto privo di vegetazione; le pendici che si affacciano sulla val Germanasca sono invece a tratti dirupate e caratterizzate altrove da ripidi pendii erbosi.

Sul punto culminante è collocata una grossa croce metallica nel cui basamento in cemento è contenuto, in una nicchia, il libro di vetta.

Accesso alla cimaModifica

 
Il libro di vetta

Accesso estivoModifica

La via normale per la salita alla cima parte dal colle della Valletta e segue la grossomodo la cresta meridionale, discostandosene a tratti sul lato val Troncea per evitarne le principali asperità. La difficoltà dell'itinerario è stimata in EE.[3]

Si può inoltre raggiungere dal già citato colletto della Balma, con percorso più diretto e panoramico ma ancora stimato di difficoltà EE.[4]

Accesso invernaleModifica

La salita scialpinistica dalla Val Troncea (Pattemouche) è valutata di difficoltà BS.[5]

NoteModifica

  1. ^ a b Carta Tecnica Regionale raster 1:10.000 (vers.3.0) della Regione Piemonte - 2007
  2. ^ a b I nomi, i luoghi e la memoria, testo di Arturo Genre tratto da Quaderni della Valle Stura, n. 4, Demonte, dicembre 1986; on-line su www.gioventurapiemonteisa.net (consultato nell'agosto 2014)
  3. ^ Pignerol (Monte) da Alpe Balma, cresta SSO, scheda dell'utente thopo del 20-10-2008 su www.gulliver.it (consultato nell'agosto 2014)
  4. ^ Pignerol (Monte) dalla Bergeria della Balma per la cresta NE, scheda del 12-03-2010 su www.gulliver.it (consultato nell'agosto 2014)
  5. ^ Pignerol (Monte) da Pattemouche , itinerario dell'utente gambalesta del 9 aprile 2008, on-line su www.gulliver.it (consultato nel luglio 2014)

CartografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica