Apri il menu principale

Nella polvere del profondo Sud

film del 1949 diretto da Clarence Brown
Nella polvere del profondo Sud
Titolo originaleIntruder in the Dust
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1949
Durata87 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1.37 : 1
Generedrammatico
RegiaClarence Brown
SoggettoWilliam Faulkner
SceneggiaturaBen Maddow
ProduttoreClarence Brown
Casa di produzioneMetro-Goldwyn-Mayer
FotografiaRobert Surtees
MontaggioRobert Kern
MusicheAdolph Deutsch
ScenografiaRandall Duell, Cedric Gibbons (art director)
Ralph S. Hurst, Edwin B. Willis (set decorator)
TruccoJack Dawn
Interpreti e personaggi

Nella polvere del profondo Sud (Intruder in the Dust) è un film del 1949 diretto da Clarence Brown.

È un film drammatico statunitense con David Brian, Claude Jarman Jr. e Juano Hernández. È basato sul romanzo del 1948 Non si fruga nella polvere (Intruder in the Dust) di William Faulkner.[1]

Indice

TramaModifica

ProduzioneModifica

Il film, diretto da Clarence Brown su una sceneggiatura di Ben Maddow e un soggetto di William Faulkner (autore del romanzo), fu prodotto dallo stesso Brown per la Metro-Goldwyn-Mayer[2] e girato a Oxford, Mississippi,[3] da fine febbraio all'aprile del 1949.[1]

DistribuzioneModifica

Il film fu distribuito con il titolo Intruder in the Dust negli Stati Uniti dall'ottobre del 1949[4] (première a Oxford il 10 ottobre[1]) al cinema dalla Metro-Goldwyn-Mayer.[2]

Altre distribuzioni:[4]

  • in Francia il 22 novembre 1950 (L'intrus)
  • in Svezia il 3 gennaio 1951 (Inkräktare i stoftet)
  • in Belgio il 19 gennaio 1951 (De indringer e L'intrus)
  • in Finlandia il 20 luglio 1951 (Musta kohtalo)
  • in Portogallo il 27 marzo 1952 (O Mundo Não Perdoa)
  • nelle Filippine l'8 luglio 1952
  • in Germania Ovest il 22 novembre 1978 (Griff in den Staub, in TV)
  • in Brasile (O Mundo não Perdoa)
  • in Spagna (Han matado a un hombre blanco)
  • in Grecia (Poios einai o dolofonos)
  • in Polonia (Intruz)

CriticaModifica

Secondo il Morandini il film è "un eccellente dramma sociale" e uno dei più "efficaci film antirazzisti" statunitensi.[5] Secondo Leonard Maltin il film è un "adattamento di prim'ordine del romanzo" caratterizzato da una fotografia eccelsa e dalle ottime ambientazioni. L'unico difetto sarebbe rappresentato dal personaggio di Brian, troppo moraleggiante.[6]

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) American Film Institute, su afi.com. URL consultato il 6 luglio 2013.
  2. ^ a b (EN) IMDb - Crediti per le compagnie, su imdb.com. URL consultato il 6 luglio 2013.
  3. ^ (EN) IMDb - Luoghi delle riprese, su imdb.com. URL consultato il 6 luglio 2013.
  4. ^ a b (EN) IMDb - Distribuzioni, su imdb.com. URL consultato il 6 luglio 2013.
  5. ^ MYmovies, su mymovies.it. URL consultato il 6 luglio 2013.
  6. ^ Leonard Maltin, Guida ai film 2009[collegamento interrotto], Dalai editore, 2008, p. 1346, ISBN 8860181631. URL consultato il 6 luglio 2013.

Collegamenti esterniModifica