Apri il menu principale
Nicola Balenzano
Nicola Balenzano.gif

Ministro dei Lavori Pubblici del Regno d'Italia
Durata mandato 26 marzo 1902 –
3 settembre 1903
Monarca Vittorio Emanuele III di Savoia
Capo del governo Giuseppe Zanardelli
Predecessore Giuseppe Zanardelli, ad interim
Successore Francesco Tedesco
Legislature XXI

Deputato del Regno d'Italia
Legislature XVI,XVII,XVIII,XIX,XX,XXI
Sito istituzionale

Senatore del Regno d'Italia
Legislature dalla XXI
Sito istituzionale

Dati generali
Professione avvocato

Nicola Balenzano (Bitritto, 29 gennaio 1848Bari, 2 settembre 1919) è stato un politico italiano.

BiografiaModifica

Di famiglia agiata, a metà degli anni '70 iniziò ad occuparsi di politica. A lungo presidente della Amministrazione Provinciale di Bari, fu eletto deputato a 38 anni.

Nel 1900 divenne sottosegretario di Grazia e Giustizia. Nel 1901 Vittorio Emanuele III lo nominò Senatore del Regno.

 
Inaugurazione della stazione radiotelegrafica di Bari (3 agosto 1904)

Fu Ministro dei Lavori Pubblici del Regno d'Italia nel Governo Zanardelli. Durante il mandato ministeriale si distinse per aver fatto approvare la legge istitutiva dell'Acquedotto Pugliese (per la cui realizzazione si era battuto sin dal 1892), per aver stanziato fondi per l'ampliamento del porto e della ferrovia di Bari, per aver deliberato il finanziamento per la costruzione della Manifattura dei tabacchi di Bari (opificio che darà lavoro a quasi mille persone). Infine fece approvare una legge che stanziava per il Mezzogiorno, 25 milioni di lire in lavori pubblici.

Fu anche un noto avvocato e si prodigò in numerose iniziative umanitarie e patriottiche, durante gli anni della prima guerra mondiale.

OnorificenzeModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica