Apri il menu principale

Osvaldo Sacchi

allenatore di calcio e calciatore italiano
Osvaldo Sacchi
Osvaldo Sacchi (cropped).tif
Sacchi nel 1933 allenatore della Bagnolese
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Carriera
Squadre di club1
1915-1916 Savoia ? (?)
1917-1920 Internazionale Napoli 10 (6)
1920-1922 Savoia 13 (8)
1922-1926 Internaples 48 (5)
1926-1927 Napoli 12 (0)
1927-1928 Scafatese ? (?)
1931-1932 Vomero ? (?)
1932-1933 Ebolitana ? (?)
Carriera da allenatore
1928-1929 Cotoniere Angri
1931-1932 Vomero
1932-1933 Ebolitana
Avellino
1933-1934 Bagnolese
1934-1935 Savoia
1935-1938 Bagnolese
1938-1939 Ilva Bagnolese
1939-1940 Savoia
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Osvaldo Sacchi (Napoli, 28 gennaio 1900[1]Napoli, 1984) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo attaccante.

CarrieraModifica

CalciatoreModifica

Tranne una parentesi all'Internazionale Napoli[2], gioca dal 1915 al 1922 nel Savoia di Torre Annunziata segnando nel 1920 le uniche tre reti della squadra biancoscudata in campionato[3]. Nell'anno successivo, mette a segno altre cinque reti, giocando al fianco di Bobbio.[4] A fine campionato passa all'Internaples dove giocherà per cinque stagioni, di cui quattro in Prima Divisione, con la realizzazione di 5 gol, ed una in Divisione Nazionale sotto il vessillo del neonato Napoli, in cui non segnerà alcuna rete.[5]
Chiude nelle serie minori dove gioca per la Scafatese[6], il Littorio Vomero e l'Ebolitana[7]

AllenatoreModifica

Esordisce come allenatore sulla panchina dell'Angri nel 1928 dove vince il campionato di Terza Divisione[8]. Nel 1931 nelle vesti di giocatore/allenatore è al servizio del Littorio Vomero[9][10]. Nel 1932 allena contemporaneamente due società[11]: l'Ebolitana di cui veste anche i panni di calciatore e l'Avellino[12]. Il doppio incarico veniva svolto in modo davvero singolare: allenava i club solo nelle partite casalinghe[11]. Con l'Ebolitana vinse il campionato di Terza Divisione[13]. Nel 1933 passa alla Bagnolese[14] e nel 1934 al Savoia che lo lanciò come calciatore[15]. L'anno successivo ritorna alla Bagnolese[1] dove vi resta fino al 1939[16] per poi chiudere nel campionato di Serie C 1939-1940 nuovamente al Savoia[17].

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni regionaliModifica

  • Coppa Reichlin: 1
Internazionale Napoli: 1919-1920
  • Coppa Giordano: 1
Savoia: 1920-1921

NoteModifica

  1. ^ a b Barlassina, pag. 62.
  2. ^ Gaudino, Lubrano, pag. da 118 a 123.
  3. ^ Calvelli, Lucibelli, Schettino, pp. 28.
  4. ^ Calvelli, Lucibelli, Schettino, pp. 34.
  5. ^ Tramontano, pp. da 12 a 16.
  6. ^ Direttorio Federale-Liste di trasferimento, Il Littoriale, n. 281 pag. 6, 17 novembre 1928. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  7. ^ Elenco dei calciatori italiani autorizzati a cambiare società nella prossima stagione, Il Littoriale, n. 193 pag. 6, 5 agosto 1933. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  8. ^ Altri risultati di domenica: Terza Divisione Campania, Il Littoriale, n. 111 pag.4, 9 maggio 1929. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  9. ^ Elenco dei calciatori italiani autorizzati a cambiare società nella prossima stagione, Il Littoriale, n. 180 pag. 4, 23 luglio 1932. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  10. ^ Lettere Napoletane, Il Littoriale, n. 238 pag. 3, 6 ottobre 1931. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  11. ^ a b Pescatore, pag. 16.
  12. ^ Il Napoli B giocherà ad Avellino?, Il Littoriale, n. 277 pag. 4, 9 novembre 1932. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  13. ^ Gaudino, pag. 149.
  14. ^ Foto Bagnolese, Tutti gli Sports, n. 42 pag. 4, 15-22 ottobre 1933. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  15. ^ Calvelli, Lucibelli, Schettino, pp. 113.
  16. ^ Fuori gioco - Allenatori, Il Littoriale, n. 296, 3 dicembre 1937 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2014).
  17. ^ Calvelli, Lucibelli, Schettino, pp. 140.

BibliografiaModifica

  • Chrystian Calvelli, Giuseppe Lucibelli; Raffaele Schettino, Savoia storia e leggenda dall'Oncino al Giraud, Gragnano, Stampa Democratica '95, dicembre 2000. ISBN non esistente
  • Gennaro Gaudino, Francesco Lubrano, Puteolana Storia-Iconografia-Emerografia-Statistiche dalle origini ad oggi, Monte di Procida, Tipolitografia Grafica Montese, dicembre 2007. ISBN non esistente
  • Elio Tramontano, Da Sallustro a Maradona 90 anni di storia del Napoli, Napoli, Edizioni Meridionali, 1984. ISBN non esistente
  • Leondino Pescatore, Avellino che storia, 100 anni da Lupi: dal niente alla serie A, 1° volume (1912-1978), Avellino, Lps Editore, dicembre 2012. ISBN non esistente
  • Rinaldo Barlassina, L'agendina del calcio 1935-1936, Milano, La Gazzetta dello Sport, 1935. ISBN non esistente