Apri il menu principale

P'yownik Fowtbolayin Akowmb

squadra di calcio armena
P'yownik FA
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali 600px Blu e Bianco2.svg Blu, bianco
Dati societari
Città Erevan
Nazione Armenia Armenia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Armenia.svg FFA
Fondazione 1992
Presidente Armenia Samvel Aleksanyan
Allenatore Russia Andrej Talalaev
Stadio Hanrapetakan Stadium
(14.403 posti)
Sito web fcpyunik.am
Palmarès
Titoli nazionali 14 campionati armeni
Trofei nazionali 8 Coppe d'Armenia
9 Supercoppe d'Armenia
Si invita a seguire il modello di voce

Il P'yownik Fowtbolayin Akowmb (arm. Փյունիկ Ֆուտբոլային Ակումբ; rus. Футбольный клуб «Пюни́к», Futbol'nyj Klub Pjunik), noto come Pyunik FC o solo Pyunik, è una società calcistica armena di Erevan fondata nel 1992, fra le più popolari del suo Paese. Disputa gli incontri interni allo Stadio Repubblicano della capitale armena. Nella stagione 2012-13 milita in Bardsragujn chumb, massima serie del campionato di calcio armeno.

StoriaModifica

Il club fu fondato nel 1992[1] col nome Homenetmen Yerevan. Nella prima stagione del calcio nazionale vinse il titolo insieme al Širak. Cambiò nome in quello attuale prima dell'inizio del Bardsragujn chumb 1995-1996, stagione conclusa con il secondo titolo.[2] Fu la dominatrice assoluta degli anni duemila, quando vinse 10 titoli consecutivi tra il 2001 e il 2010.

Nel 2015 è ritornato a vincere il campionato a distanza di 3 anni d'insuccessi, centrando il double campionato-coppa nazionale. Grande protagonista è stato il messicano Cesar Romero autore di 21 goal.

In bacheca risultano anche 8 Supercoppe.

Coppe europeeModifica

L'esordio in campo internazionale si ebbe nella Coppa UEFA 1996-1997, dove il club venne eliminato al primo turno (sconfitto al tempi supplementari) dal Helsingin Jalkapalloklubi. Partecipò ad undici edizioni della UEFA Champions League di cui dieci consecutive tra il 2002-2003 e il 2011-2012 raggiungendo come massimo traguardo il secondo turno preliminare. Nella stagione 2012-2013 venne eliminata al primo turno di UEFA Europa League.

OrganicoModifica

Rosa 2019-2020Modifica

Aggiornata al 31 agosto 2019.

N. Ruolo Giocatore
2   D Serob Grigoryan
3   D Artur Kartashyan
4   D Anton Belov
5   D Armen Manucharyan
6   C Kaṙlen Mkrtčyan (capitano)
7   C Artëm Simonjan
8   D Antonio Stankov
9   A Artur Miranyan
10   C Erik Vardanyan
11   A Ēdgar Manowčaryan
13   C Stanislav Yefimov
14   C Artur Nadiryan
16   D Robert Hakobyan
17   C Artak Edigaryan
18   C Alik Arakelyan
N. Ruolo Giocatore
19   A Dmitrij Syčëv
20   C Uguchukwu Iwu
23   C Aras Özbiliz
24   D Salomon Nirisarike
25   P Andrija Dragojević
26   C Hovhannes Ilangyozyan
31   P Yevgeni Kobozev
42   A Steven Alfred
63   D Kristi Marku
65   C Aleksandr Galimov
66   D Maksim Žestokov
70   C Serhij Ševčuk
77   A Denis Mahmudov
98   C Marko Burzanović

PalmarèsModifica

Statistiche e recordModifica

RecordModifica

Tra il 20 novembre 2008 e il 5 giugno 2010 il Pyunik non ha mai perso in casa. Questo record è stato infranto a causa della sconfitta subita contro il Banants per 2-3.[4]

NoteModifica

  1. ^ storia dal sito ufficiale, su fcpyunik.am. URL consultato il 25 novembre 2012.
  2. ^ Stagione 1995-1996 su rsssf.com, su rsssf.com. URL consultato il 25 novembre 2012.
  3. ^ Come Homenetmen, condivisi con lo Shirak Giumri.
  4. ^ Pyunik FC, Soccerway.com. URL consultato il 23 febbraio 2013.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio