Patlabor (OAV 1990)

Patlabor New OVA
機動警察パトレイバー
(Kidō keisatsu Patlabor)
Generecommedia, mecha
OAV
AutoreHeadgear
RegiaMamoru Oshii, Naoyuki Yoshinaga
SoggettoMasami Yūki
SceneggiaturaKazunori Itō
Char. designAkemi Takada
Mecha designYutaka Izubuchi
Dir. artisticaHiromasa Ogura, Yukihiro Shibuya
MusicheKenji Kawai
StudioStudio Deen, Sunrise
1ª edizione22 novembre 1990 – 23 aprile 1992
Episodi16 (completa)
Durata ep.25 min
Rete it.Italia 7 (prima visione), Italia Teen Television (repliche)
1ª edizione it.1994
Episodi it.16 (completa)

Patlabor (機動警察パトレイバー Kidō keisatsu Patlabor?, lett. "Polizia mobile Patlabor"), o Patlabor New OVA, è la seconda serie di OAV appartenente alla saga di Patlabor creata dal gruppo Headgear.

Uscita fra il 22 novembre 1990 e il 23 aprile 1992, dopo la serie TV del 1989 ed il primo film, la seconda serie OAV di 16 episodi, si propone nella prima parte come un sequel della serie televisiva, dando una conclusione alla vicenda del Griffon, lasciata in sospeso. Gli altri episodi invece sono di stampo principalmente umoristico, e si incentrano sulla vita quotidiana della Seconda Sezione mostrando occasionalmente delle operazioni in cui è coinvolta la squadra.

Edizione italianaModifica

Le due serie OAV (questa e la serie del 1988) sono state le prime a giungere in Italia, nel 1994, importate dalla Yamato Video e pubblicate in VHS, oltre ad essere state le uniche trasmesse in televisione (Italia 7, 1998). Per le prime messe in onda è stata utilizzata la sigla Patlabor, composta sulla base della prima sigla originale della serie televisiva, Sono mama no kimi de ite, e cantata da Stefano Bersola. Nelle repliche seguenti è stata rimpiazzata dalle sigle originali giapponesi.
Nel 2006 le due serie sono state ripubblicate sempre dalla Yamato Video in DVD insieme alla serie televisiva. Dal 19 settembre 2013 vengono pubblicate per lo streaming su internet sul canale di YouTube Yamato Animation.

EpisodiModifica

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giapponese
1Il ritorno del Griffon
「グリフォン復活」 - Gurifon fukkatsu
22 novembre 1990
2Una giornata disastrosa
「災厄の日」 - Saiyaku no hi
25 dicembre 1990
3Shaft al contrattacco[1]
「逆襲のシャフト!」 - Gyakushū no shafuto
24 gennaio 1991
490% di audience
「視聴率90%」 - Shichō ritsu 90%
21 febbraio 1991
5Il più grande duello della storia
「史上最大の決戦」 - Shijō saidai no kessen
25 aprile 1991
6Tre stelle nere[2]
「黒い三連星」 - Kuroi sarensē
23 maggio 1991
7Game over
「GAME OVER」 - GAME OVER
23 giugno 1991
8Sette giorni di fuoco
「火の七日間」 - Hi no nana nichikan
25 luglio 1991
9VS (Versus)
「VS(バーサス)」 - VS (Bāsasu)
22 agosto 1991
10Amnesia
「その名はアムネジア」 - Sono na wa amunejia
26 settembre 1991
11Goma che arrivò in un giorno di pioggia
「雨の日に来たゴマ」 - Ame no hi ni ki ta goma
21 novembre 1991
12Karuizawa per due
「二人の軽井沢」 - Ni nin no karuizawa
19 dicembre 1991
13Ancora nei sotterranei
「ダンジョン再び」 - Danjon futatabi
23 gennaio 1992
14Rondò nella neve
「雪のロンド」 - Yuki no rondo
20 febbraio 1992
15La ragazza venuta dalle stelle[3]
「星から来た女」 - Hoshi kara ki ta onna
19 marzo 1992
16Secondo plotone, nulla da segnalare
「第二小隊異状なし」 - Dai ni shōtai ijō nashi
23 aprile 1992
Sigle di apertura
  • コンディション・グリーン~緊急発進~ ( Condition Green ~Kinkyō hasshin~?, "Condition Green - Partenza d'emergenza"), di Hiroko Kasahara (ep. 1-5)
  • 守りたいの ( Mamoritai no?, "Ti voglio proteggere"), di Miina Tominaga (ep. 6-9)
  • YOU ARE THE ONE, di DAIZO (ep. 10-13)
  • IDLING For YOU, di Norihiko Tanimoto (eps. 14-16)
Sigle di chiusura
  • パラダイスの確率 ( Paradise no kakuritsu?, "Possibilità di Paradiso"), di JA JA (ep. 1-4)
  • マイペース~MyWayMyPace~ (MY PACE ~MY WAY MY PACE~?), di Miina Tominaga (ep. 5-9)
  • 100カラットの未来 ( Hyaku karatto no mirai?), di Hyoudou Mako (ep. 10-13)
  • LONG SILENCE, di DYNAMITE SHIGE (ep. 14-16)

NoteModifica

  1. ^ Il titolo dell'episodio Shaft al contrattacco è un omaggio al mondo di Gundam: il titolo in giapponese, "Gyakushuu no Schaft", suona molto simile al titolo originale del film "Gyakushuu no Char" (Mobile Suit Gundam: Char's Counterattack).
  2. ^ L'episodio Tre stelle nere è un altro omaggio alla serie Mobile Suit Gundam: il suo titolo infatti richiama i Black Tri-Stars, i tre assi dell'esercito di Zeon.
  3. ^ Il quindicesimo episodio, La ragazza venuta dalle stelle, è una parodia dell'ultimo episodio della serie Ultraman, con tanto di invasori alieni con le sembianze di Utsumi ed il mostro finale con un aspetto che ricorda molto il Griffon.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga