Italia Teen Television

rete televisiva italiana nazionale
Italia Teen Television
Logo dell'emittente
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Tipo tematico
Target bambini, ragazzi e appassionati
Versioni Italia Teen Television 576i (SDTV)
(data di lancio: 30 settembre 2003)
Data chiusura 1º gennaio 2006
Sostituisce Comedy Life
Editore Mediaset
Direttore Carlo Vetrugno
Sito www.italiateen.it (Internet Archive)

Italia Teen Television (stilizzato in it!) è stata una rete televisiva italiana tematica del gruppo Mediaset, ospitata sul bouquet digitale della televisione satellitare Sky Italia. Era stata lanciata molto probabilmente in sostituzione di Comedy Life[senza fonte], canale satellitare non passato a Sky in seguito alla fusione di TELE+ e Stream TV. La rete era diretta da Carlo Vetrugno, già direttore di Italia 1 e Rete 4 in passato.

StoriaModifica

Con l'arrivo della piattaforma Sky, originata dalla fusione tra TELE+ e Stream TV, Mediaset ha lanciato quattro canali tra cui Italia Teen Television, che sostituì Comedy Life a causa dei suoi contenuti forti e già presenti in chiaro. Rivolto ad un pubblico di ragazzi dai 12 ai 19 anni, il canale ha iniziato le sue trasmissioni il 30 settembre 2003 includendo 24 ore di programmazione giornaliere con repliche dalle 03:00 alle 07:00 del mattino.[1]

Fin dal suo esordio, la programmazione era intervellata dal programma contenitore BandIT! presentato da video jockey che lanciavano le varie trasmissioni, creando scene in stile sitcom o soap leggera e presentando interviste a personaggi famosi. La programmazione è gestita da Fabrizio Margaria, già direttore della fascia ragazzi di Italia 1. Il canale ha ricevuto un investimento di 3,5 milioni di euro.

ProgrammiModifica

Il canale era una delle principali emittenti della piattaforma dedicate ai giovani, ma trasmetteva anche serie cult degli anni '80 e '90 come Capitan Harlock e serie anime.

Oltre ai cartoni, il canale era caratterizzato da tutta una serie di programmi autoprodotti tra i quali: BandIT!, Mangaus, IT! Generation, Dance IT!, Free Pass e la replica di Top of the Pops.

Serie televisive e animate trasmesseModifica

La chiusuraModifica

Italia Teen Television ha cessato le proprie trasmissioni il 1º gennaio 2006, a causa della scadenza del contratto tra Mediaset e Sky Italia[2], piattaforma che ha ospitato il canale sin dalla nascita.

Dopo la chiusuraModifica

Dopo la chiusura di Italia Teen Television, molti cartoni animati che trasmetteva sono approdati in alcune fasce orarie su Boing, Italia 1 o su altre emittenti non Mediaset come K2 e Frisbee.

Come erede di ITT può essere considerato Hiro, canale a pagamento del digitale terrestre Mediaset partito l'8 dicembre 2008; i due canali erano, infatti, simili per quanto riguarda la programmazione, dedicata a un target adolescenziale. Hiro ha chiuso nel marzo 2013.

NoteModifica

  1. ^ Nasce "IT", il canale Sky tutto per gli adolescenti, in La Stampa, 30 settembre 2003, p. 28. URL consultato il 28 novembre 2016.
  2. ^ TV SATELLITARE: ACCORDO SKY-MEDIASET TRASFORMATO IN CESSIONE DI DIRITTI, in MyTech.it, 6 dicembre 2005. URL consultato il 26 dicembre 2019 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2012).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione