It (personaggio)

(Reindirizzamento da Pennywise (personaggio))
It
Pennywise
Pennywisit.jpg
Pennywise in una scena della miniserie televisiva It
Lingua orig. Inglese
Alter ego
  • Pennywise il Pagliaccio Ballerino
  • Bob Gray
  • Ragno Gigante
  • Pozzi Neri
Autore Stephen King
1ª app. in It
Interpretato da
Voce italiana Carlo Reali (miniserie televisiva)
Specie sconosciuta
Sesso sconosciuto
« Sono l'incubo peggiore che abbiate mai avuto, sono il più spaventoso dei vostri incubi diventato realtà, conosco le vostre paure, vi ammazzerò ad uno ad uno. »
(It Pennywise)

It, anche noto come Pennywise, è un personaggio dell'omonimo romanzo di Stephen King, del 1986, di cui è il principale antagonista.

Indice

BiografiaModifica

It è un'entità dalle origini ignote, nato molto tempo prima della nascita dell'Universo. Il posto in cui It, nella sua vera forma, risiede (nota come I Pozzi Neri), è una dimensione alternativa, nota come Macroverso; tuttavia, agli albori dei tempi, egli decise di trasferirsi nell'Universo e si stabilì proprio sulla Terra, per la precisione nel luogo in cui, milioni di anni più tardi, sarebbe sorta la città di Derry. Quando la città venne edificata, It diventò un tutt'uno con essa e con la vita quotidiana degli abitanti, entrando in simbiosi e creando un legame inconscio con essi: It ha bisogno degli abitanti di Derry come loro hanno bisogno di It. Con la sua influenza It guida gli abitanti di Derry particolarmente disturbati o malvagi usandoli come suoi esecutori, poiché una delle leggi di Derry è che se loro si prendono cura di It, egli si prende cura di loro.

It permane in uno stato di riposo, risvegliandosi ogni 27-30 anni per sfamarsi. Il suo risveglio e il suo ritorno in letargo sono sempre scanditi da varie tragedie, come l'incendio del ritrovo chiamato "Punto Nero", oppure l'esplosione delle ferriere Kitchener.

Mike Hanlon, unico dei sette ad essere rimasto a Derry come guardiano, nel caso It si fosse ridestato, ha studiato a lungo sulla sua natura, arrivando a conclusione che forse It, non sia necessariamente un essere esclusivamente distruttore, quanto più una sorta di forza, seppur negativa, che bilancia altre, e che a loro volta esse bilanciano la sua. Bill tuttavia, non cambia idea sulla natura del mostro e il suo desiderio di vendicare il fratellino Georgie non si è affievolito. In nome di tutti gli altri bambini uccisi, incita il gruppo a distruggere il mostro una volta per tutte.

ApparizioniModifica

Principale antagonista del romanzo, It è una creatura indefinita ed eterna, probabilmente di origine divina. Benché "IT" non sia il suo vero nome, poiché conferitogli dai sette bambini per avere un modo per identificarlo, Beverly ammette di sapere quale sia il suo vero nome. Abilissimo nel cambiare sembianze ed alterare a suo piacimento la realtà, la sua vera forma, nel romanzo, viene descritta come astratta e al tempo stesso mostruosa, insostenibile allo sguardo, al punto che chi la osserva anche solo per un istante, può cadere in uno stato catatonico, perdere la propria sanità mentale, o addirittura morire. It assume principalmente la forma di Pennywise (chiamato anche Bob Gray), un clown perverso vestito con un largo costume di seta color argento, una cravatta blu, un colletto increspato e pompon arancioni, che saranno la caratteristica di tutte le sue principali trasformazioni.

È in grado di leggere la mente e le angosce di tutte le creature e, come detto prima, di manipolare la realtà nella sua totalità agendo sulle percezioni degli esseri viventi: crea quindi immagini, suoni, odori, gusti e sensazioni tattili facendosi apparire in qualunque forma desiderata, materiale e non materiale, individuale o collettiva, e basa il suo potere sulla convinzione della realtà delle sue vittime, uccidendone la mente. È corretto dire che It altro non è che la città di Derry stessa, fusasi con essa ormai per il troppo tempo passato. It è anche in grado con i suoi poteri di dare alle persone immensa fortuna e ricchezza. Quando i perdenti si allontanarono da Derry dopo il primo scontro con l'entità, diventarono tutti (ad eccezione di Mike che rimase nella città come guardiano) estremamente ricchi e famosi. Questa fu una strategia del mostro, per tenerli lontani da Derry e dimenticarsi di lei, mossa dalla paura che un giorno potessero tornare. Ma i perdenti fanno infine ritorno per volontà di It, desiderosa di regolare i conti con loro. Non accorgendosi però che oltre alla sua volontà, i sette perdenti furono richiamati a Derry anche per volontà dell'Altro. It non è in grado però di donare l'immortalità, ma può rendere le persone, estremamente longeve, facendole vivere anche per 500 anni, offrendo questo dono ai perdenti, in cambio di lasciarla andare dopo essere stata messa alle strette. I perdenti però non si lasciano condizionare e la uccidono definitivamente.

Anche se il suo potere mentale si estende a tutte le creature, It predilige i bambini, poiché sono maggiormente influenzabili degli adulti e provano maggiore paura, aumentando il piacere della creatura nel mangiarli. Sebbene non abbia un ciclo di vita mortale, It può essere ferito o cacciato durante le sue trasformazioni, non da armi umane bensì dalla stessa forza del pensiero delle sue prede; il potere che caratterizza la sua esistenza è in effetti un'arma a doppio taglio, come dimostrano i Perdenti quando, credendo che una sfera d'argento lanciata da una fionda possa ucciderlo, riescono a ferirlo seriamente. L'unica cosa che It ha in comune con la tartaruga è la legge del macroverso, sul fatto che ogni creatura vivente deve sottostare alle leggi della forma che abita. Tralasciando questo particolare quando It giunse nell'universo, non considerò che la sua capacità nell'assumere forme diverse potesse risultare una lama a doppio taglio dato che ne avrebbe assunto anche i punti deboli.

Altri mediaModifica

  • Nella miniserie televisiva It del 1990 il personaggio è stato interpretato da Tim Curry, con la voce italiana di Carlo Reali. Nella miniserie la trama del libro è stata semplificata e le trasformazioni che il personaggio compie sono minori rispetto a quelle del romanzo e non le rispecchiano fedelmente. Altro elemento fondamentale rimosso sono le origini di It, nonché il suo universo di provenienza: di conseguenza è del tutto assente la storia del rito di Chud e non vi è traccia della Tartaruga leggendaria. Inoltre non pare che la creatura abbia deposto delle uova alla fine del film.
  • Nel film del 2017, anch'esso intitolato It, il personaggio di Pennywise è stato interpretato da Bill Skarsgård.[1]

Altre apparizioniModifica

In diversi altri romanzi King ha inserito alcuni riferimenti al personaggio, tra cui:

  • In Le creature del buio (1987) un personaggio ode strani rumori provenienti dal lavandino di casa sua, un altro personaggio guidando scorge "un clown con occhi argentati e un mazzo di palloncini in una mano".
  • In 22/11/'63 (2011) il protagonista, passando a Derry nota un monumento alla memoria dei bambini uccisi, firmato con affetto dai "Perdenti" ma, imbrattato da una scritta di vernice rossa che dice: "PENNYWISE VIVE!"
  • Nella serie La Torre Nera viene spesso citata la vera forma di It, nota come i Pozzi Neri (il Re Rosso sembrerebbe far parte dei Pozzi Neri come ne fa parte Pennywise, il che suggerisce un collegamento tra i due mostri).
  • Nel romanzo Insomnia (1994), il personaggio del Re Sanguinario, la cui natura non viene mai approfondita, presenta diverse analogie con It. Egli infatti è "un'entità malefica che abita Derry da sempre" e cambia forme diverse volte davanti al protagonista, assumendo sempre quella di ciò di cui ha più paura. Inoltre questa entità sembra incutere timore anche su Cloto, Atropo e Lachesi.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Justin Kroll, ‘It’ Reboot Taps ‘Hemlock Grove’ Star Bill Skarsgard to Play Pennywise the Clown, su Variety, 2 giugno 2016. URL consultato il 23 gennaio 2017.