It (personaggio)

personaggio immaginario creato da Stephen King per il racconto eponimo
(Reindirizzamento da Pennywise (personaggio))
It
It film 2017.jpg
Bill Skarsgard nei panni di Pennywise
Lingua orig. Inglese
Alter ego
  • Pennywise il Pagliaccio Ballerino
  • Pennywise il Clown Danzante (nella miniserie TV)
  • Pennywise il Clown Ballerino (nel film)
  • Robert "Bob" Gray
  • Ragno Gigante
  • L'Eterna
  • Il Mangiatore di Mondi
  • Pozzi Neri o Luce dei Defunti
Autore Stephen King
1ª app. in It (romanzo)
Ultima app. in It (film 2017)
Interpretato da
Voci italiane
Specie Divina o Aliena
Sesso Indeterminabile

« Sono l'incubo peggiore che abbiate mai avuto, sono il più spaventoso dei vostri incubi diventato realtà, conosco le vostre paure, vi ammazzerò ad uno ad uno. »

(Pennywise/It)

It è un personaggio dell'omonimo romanzo di Stephen King del 1986 di cui è il principale antagonista.

Appare principalmente con le sembianze di Pennywise il Pagliaccio Ballerino, detto anche Bob Gray

Indice

BiografiaModifica

It è un'entità dalle origini ignote, nata insieme alla "Tartaruga" molto tempo prima della nascita dell'Universo. Si riferisce a se stesso come "il Mangiatore di Mondi" e "l'Eterna" ma in lingua originale viene chiamato dai protagonisti del libro con il pronome personale indefinito "It" (nella traduzione italiana si è deciso di mantenere la forma originale in quanto nome proprio).

Il romanzo non riporta mai chiaramente la sua vera natura, descrivendola come indefinibile dall'intelletto umano. Risulta che risieda nella sua vera forma in una dimensione nota come "Pozzi Neri" ("Deadlights" in originale; "Luce dei Defunti" nell'adattamento della miniserie televisiva ad opera del Gruppo Trenta) situata ai confini del Macroverso e descritta come una non-luce composta di un'oscurità densa al di là di una barriera descrivibile come una fitta e infinita rete di rette verticali simili ad una gabbia. Non è chiaro se l'It del mondo reale sia solo una proiezione della sua vera forma inamovibile situata nel Macroverso, tuttavia sembra che si sia trasferito o abbia trasferito la propria coscienza nel pianeta Terra milioni di anni prima degli eventi raccontati nel libro, precipitando come una meteora nel punto esatto in cui è poi è sorta la città di Derry. Quando venne edificata, la città divenne un tutt'uno con lui e con la vita dei suoi abitanti, entrandovi in simbiosi.

It permane in uno stato di riposo, risvegliandosi ogni 27-30 anni per sfamarsi. I suoi risvegli dalla letargia sono sempre scanditi da varie tragedie generate dal suo influsso di manipolazione, come l'incendio del ritrovo chiamato "Punto Nero", oppure l'esplosione delle ferriere Kitchener.

Benché non abbia un ciclo di vita mortale, anche lui, come la Tartaruga, sottostà alla legge del Macroverso; tuttavia essendo bugiardo e simulatore non è mai chiaro cosa, tra quello che dice, corrisponda a verità sulla sua natura o sia una semplice presa in giro: ad esempio il fatto che possa regalare infinita fortuna e ricchezza o l'immortalità, o quando dice di essere l'ultimo superstite di un pianeta morente.

Pur non avendo un sesso specifico, nel finale del romanzo It si riferisce a se stesso parlando al femminile e, apparendo sottoforma di ragno, è effettivamente gravido e sembra essersi riprodotto per partenogenesi covando delle uova al suo interno.

ApparizioniModifica

Principale antagonista del romanzo, It non ha una vera forma nel mondo materiale (nel finale, i Perdenti lo vedono con l'aspetto di un ragno gigante, che è la forma concreta con cui le loro menti riescono a concepirlo senza perdere la ragione), nei pochi attimi in cui si rivela per quello che è, viene descritto come una luce arancione informe insostenibile dallo sguardo, al punto che chi la osserva anche solo per un istante può cadere in uno stato catatonico, perdere la propria sanità mentale o addirittura morire.

Il suo potere consiste nel leggere la mente e le emozioni di tutte le creature e di manipolare la realtà nella sua totalità agendo sulle percezioni degli esseri viventi: crea quindi immagini, suoni, odori, gusti e sensazioni tattili facendosi apparire in qualunque forma desiderata, materiale e non materiale, individuale o collettiva, e basa il suo potere sulla convinzione della realtà delle sue vittime, uccidendone la mente, che assimila nei Pozzi Neri.

Una delle ragioni per cui It predilige i bambini umani come vittime (pur non disdegnando qualsiasi altro essere vivente), è proprio perché questi ultimi, maggiormente influenzabili, si convincono più facilmente che ciò che gli viene mostrato da It sia reale, rendendo possibile il suo avverarsi.

Quest'alterazione mentale della realtà è una regola alla base del suo modo di interagire col mondo che si rivelerà poi essere un'arma a doppio taglio, nel momento in cui i Perdenti si rendono conto che per batterlo è sufficiente convincersi di fargli del male in qualunque modo (Beverly lo ferisce con dei dardi d'argento convincendosi sia il suo punto debole al pari di un vampiro; Eddie gli spruzza l'acqua del suo vaporizzatore per l'asma convincendosi si tratti di acido; Stan lo scaccia semplicemente dubitando della sua esistenza e leggendo i nomi scientifici degli uccelli da un'enciclopedia).

Nonostante appaia in un numerose forme perlopiù attinte dal repertorio d'immaginazione delle specifiche vittime e da ciò che più le terrorizza, It ha la particolare preferenza di assumere la forma di Pennywise, da lui chiamato anche Bob Gray: un clown perverso descritto come molto simile a un incrocio tra Bozo il clown e Clarabell, con due ciuffi di capelli arancioni a punta, vestito con un largo costume di seta color argento, una cravatta blu, un colletto increspato e pompon arancioni; proprio i pompon arancioni saranno un elemento ricorrente delle sue manifestazioni.

Il rito di ChüdModifica

È un rituale mistico che viene messo in atto dai Perdenti nell'omonimo capitolo, inconsciamente sotto la guida della Tartaruga (un'entità divina contrapposta a It), al fine di sconfiggere definitivamente il mostro. Si tratta di una battaglia tra volontà.

Nel 1958 i Perdenti, addentrandosi nelle fognature di Derry (elette a dimora di It e corrispondenti al punto esatto in cui precipitò come una meteora secoli prima) si intrufolano nel suo antro, dove riescono ad avere un contatto visivo con la creatura senza perdere la ragione; questo è reso possibile dalla protezione garantita dalla Tartaruga, che permette loro di vederlo nel modo più razionale e concreto concesso dalla mente in una sorta di materializzazione terrestre figurata della sua essenza, ovvero come un gigantesco e oscuro ragno con dei magnetici occhi arancioni.

Stabilendo un contatto visivo con It, Bill Denbrough vede catapultare la sua coscienza e quella della creatura a mille miglia orarie attraverso uno spazio di tenebra assoluta fino ai confini dell'universo, dove riesce a vedere la Tartaruga e a parlarvici. Giunto alla soglia del Macroverso, oltre il quale esiste la dimensione dei Pozzi Neri di cui è composto It, Bill riesce ad attaccarlo psicologicamente convincendosi di mordergli ripetutamente la lingua con forza; questo provoca al mostro un dolore lancinante, che lo costringe ad interrompere il contatto mentale e a ritornare sulla Terra, battendo in ritirata, mortalmente ferito ma non ancora ucciso.

Nel 1985 il rito viene ripetuto dai Perdenti ormai adulti nello stesso identico modo ma, a differenza della prima volta, It riesce ad opporre a Bill una maggiore resistenza, portandolo a cedere (questo anche perché la Tartaruga creatrice dell'universo che li proteggeva è ormai morta, strozzandosi nel suo stesso vomito). Si intrufola quindi nel rito anche Richie Tozier, grazie al cui aiuto It viene di nuovo messo alle strette e costretto a ritirarsi.

Dopo averlo inseguito, Bill penetra nel corpo del ragno ormai supplicante e gli strappa il cuore a mani nude, mentre Ben Hanscom si occupa di bruciare con i fiammiferi tutte le uova di It che riesce a trovare, colate a terra dal corpo lacerato del mostro morente.

Altri mediaModifica

  • Nella miniserie televisiva It del 1990 il personaggio è stato interpretato da Tim Curry, con la voce italiana di Carlo Reali. Nella miniserie la trama del libro è stata semplificata e le trasformazioni che il personaggio compie sono minori rispetto a quelle del romanzo e non le rispecchiano fedelmente. Altro elemento fondamentale rimosso sono le origini di It, nonché il suo universo di provenienza: di conseguenza è del tutto assente la storia del rito di Chud e non vi è traccia della Tartaruga leggendaria. Inoltre non pare che la creatura abbia deposto delle uova alla fine del film.
  • Nel film del 2017, anch'esso intitolato It, il personaggio di Pennywise è stato interpretato da Bill Skarsgård e doppiato dalla voce italiana di Emiliano Coltorti.[1]

Altre apparizioniModifica

In diversi altri romanzi King ha inserito alcuni riferimenti al personaggio, tra cui:

  • In Le creature del buio (1987) un personaggio ode strani rumori provenienti dal lavandino di casa sua, un altro personaggio guidando scorge «un clown con occhi argentati e un mazzo di palloncini in una mano».
  • In L'acchiappasogni (2001) uno dei protagonisti, passando a Derry, nota un monumento alla memoria dei bambini uccisi, firmato con affetto dai Perdenti ma, imbrattato da una scritta di vernice rossa che dice: «PENNYWISE VIVE!».
  • Nella serie La torre nera viene spesso citata la vera forma di It, nota come i Pozzi Neri; il Re Rosso sembrerebbe far parte dei Pozzi Neri come ne fa parte Pennywise, il che suggerisce un collegamento tra le due creature.
  • Nel romanzo Insomnia (1994), il personaggio del Re Sanguinario, la cui natura non viene mai approfondita, presenta diverse analogie con It. Egli infatti è «un'entità malefica che abita Derry da sempre» e cambia forme diverse volte davanti al protagonista, assumendo sempre quella di ciò di cui ha più paura.
  • Nel romanzo 22.11.63 (2011) il protagonista Jake Epping si reca nella cittadina di Derry, dove nota da subito l'atteggiamento ostile dei suoi abitanti. In un bar viene a conoscenza della scomparsa di numerosi bambini nei Barren, probabilmente uccisi da un "killer vestito da clown"; il barista aggiunge che tuttavia la serie di omicidi sembrava essersi interrotta. Jake si ferma successivamente a chiacchierare con due bambini, che si presentano come Richie Tozier e Beverly Marsh e gli dicono che "i tempi brutti sono finiti": essendo il libro ambientato nel settembre del 1958, i ragazzini avevano già sconfitto IT per la prima volta.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Justin Kroll, ‘It’ Reboot Taps ‘Hemlock Grove’ Star Bill Skarsgard to Play Pennywise the Clown, su Variety, 2 giugno 2016. URL consultato il 23 gennaio 2017.