Phoenix Rising Football Club

società calcistica statunitense
Phoenix Rising Football Club
Calcio Football pictogram.svg
Phoenix Rising.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Rosso, nero
Dati societari
Città Phoenix
Nazione Stati Uniti Stati Uniti
Confederazione CONCACAF
Federazione Flag of the United States.svg USSF
Campionato USL Championship
Fondazione 2014
Proprietario Costa d'Avorio Didier Drogba
Presidente Costa d'Avorio Didier Drogba
Allenatore Stati Uniti Rick Schantz
Stadio Casino Arizona Field
(6.200 posti)
Sito web phxrisingfc.com
Palmarès
Trofei nazionali 1 Titolo di regular season USL
Si invita a seguire il modello di voce

Il Phoenix Rising Football Club è una società calcistica professionistica statunitense con sede nella città di Phoenix, in Arizona, che disputa le proprie partite interne presso il Casino Arizona Field di Tempe, impianto da 6.200 posti.

Milita nella USL Championship, la seconda divisione del campionato statunitense.

StoriaModifica

Il 13 marzo 2014, Kyle Eng, proprietario della società pubblicitaria Arrowhead Advertising, fondò la squadra, dandogli il nome di Arizona United Soccer Club. Il club prese il posto del Phoenix FC, formazione scioltasi il giorno precedente, all'interno della USL Professional Division.[1][2][3][4]

È successivamente stato comunicato che l'Arizona United avrebbe giocato le proprie partite casalinghe presso il Peoria Sports Complex.[5][6][7] Il 28 marzo 2014, Michael Dellorusso fu nominato nuovo allenatore.[8][9] L'Arizona United disputò la prima partita della sua storia in data 12 aprile 2014, venendo sconfitto per 4-0 dall'Oklahoma City Energy.[10][11] La prima vittoria arrivò il 19 aprile, contro il Sacramento Republic: nella stessa occasione, Brandon Swartzendruber ha realizzato la prima rete della storia dell'Arizona United; il successo per 2-1 venne sancito dalla marcatura di Jonathan Top.[12][13][14]

Al termine della stagione 2016 la società annunciò che avrebbe cambiato la propria denominazione in Phoenix Rising Football Club.[15]

Nel 2017 il club finì sulla ribalta delle cronache sportive nazionali a seguito dell'ingaggio di giocatori di calibro internazionale come il massimo goleador della storia del Chivas Guadalajara Omar Bravo,[16] l'ex nazionale inglese Shaun Wright-Phillips[17] e soprattutto la leggenda ivoriana del Chelsea Didier Drogba,[18] il quale acquisì anche quote societarie del club.[19] Il giorno del debutto di Drogba, avvenuto il 23 aprile in una gara vinta per 4-3 contro gli Swope Park Rangers, il club fece segnare il proprio record di presenze allo stadio a quota 7.126 spettatori.[20] Sul campo, a seguito di un quinto posto nella Western Conference, la squadra si qualificò per la prima volta nella propria storia per la postseason, nella quale venne però immediatamente eliminata dagli Swope Park Rangers ai calci di rigore. L'11 ottobre 2017 il Phoenix Rising acquisì la proprietà della franchigia di Premier Development League del FC Tucson allo scopo di renderlo il proprio club affiliato.[21]

Nella stagione successiva il club si migliorò, chiudendo la stagione regolare al terzo posto nella propria conference e giungendo fino alla finale dei playoff dopo aver eliminato Portland Timbers 2 (3-0), Swope Park Rangers (4-2) e Orange County (2-0). All'atto finale, però, la squadra dovette cedere il passo al Louisville City, il quale uscì vittorioso per 1-0.

Nel 2019 la squadra totalizzò la cifra record per la USL Championship di 78 punti nella stagione regolare, classificandosi così al primo posto assoluto e di conseguenza conquistando il titolo di regular season, il primo trofeo della propria storia. Nei playoff, tuttavia, dopo aver sconfitto ai rigori l'Austin Bold, il cammino del club si fermò alle semifinali di Conference, dove venne battuto dal Real Monarchs con il risultato di 2-1.

La stagione successiva, a causa della pandemia di COVID-19, le squadre vennero suddivise in gironi in modo tale da limitare gli spostamenti; il Rising chiuse il proprio girone in vetta e, dopo aver battuto per 1-0 il Sacramento Republic e ai rigori il Reno 1868 e l'El Paso Locomotive, arrivò nuovamente fino alla finale playoff (la seconda dopo quella del 2018), la quale venne però cancellata a causa dei numerosi casi di positività al COVID-19 riscontrati tra i giocatori e lo staff tecnico dei rivali per il titolo dei Tampa Bay Rowdies.[22]

CronistoriaModifica

Cronistoria del Phoenix Rising FC

Fondazione dell'Arizona United Soccer Club.

  • 2014: 9° nella USL Pro.
  • 2015: 10° nella Western conference della USL.
  • 2016: 13° nella Western conference della USL.

Cambia nome in Phoenix Rising Football Club.


  • 2017: 5º nella Western conference della USL. Quarti di finale play-off.
  • 2018: 3º nella Western conference della USL. Finalista play-off.
  • 2019: Vince il Titolo di regular season (1º titolo). Semifinale dei play-off.
  • 2020: 1º nella Western conference. Finale dei play-off.[23]

Colori e simboliModifica

I colori primari del club sono rosso ed il nero, mentre il giallo ed il grigio sono considerati colori secondari. Sullo stemma del club compare l'effigie di una fenice, uccello mitologico che dà il nome alla città di Phoenix..

StruttureModifica

StadioModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Casino Arizona Field.

Nel 2014 e nel 2016 il Phoenix Rising ha giocato le proprie partite casalinghe presso il Peoria Sport Complex di Peoria, mentre per la stagione 2015 il club ebbe come impianto casalingo lo Scottsdale Stadium di Scottsdale.

In tempo per l'inizio della stagione 2017 il club completò la costruzione del proprio nuovo stadio, un impianto modulare inizialmente chiamato Phoenix Rising Soccer Complex, nel quale giocò fino alla stagione 2020. Il 15 marzo 2019 la catena di casinò Casino Arizona firmò un contratto di sponsorizzazione dello stadio, il quale assunse così la denominazione Casino Arizona Field.[24]

 
Panoramica della partita inaugurale giocata il 25 marzo 2017 contro il Toronto II.

SocietàModifica

Organigramma societarioModifica

Staff dell'area amministrativa
  •   Didier Drogba - Presidente
  •   Kyle Eng - amministratore delegato
  •   Garry Valone - CCO
  •   Ron Gilmore - Direttore operativo
  •   Garrett Cleverly - Direttore delle relazioni con i media e dei media digitali
  •   James Martin - Direttore operativo (biglietti)
  •   Lucas Miller - Operatore economico
  •   Dawn Webley - Direttrice media associati
  •   Tommy Hurdle - Account Executive

Modifica

Cronologia degli sponsor tecnici

Allenatori e presidentiModifica

Allenatori
Presidenti
  • 2014-oggi   Kyle Eng

GiocatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori del Phoenix Rising F.C.

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

2019

Altri piazzamentiModifica

Finalista: 2018, 2020

Statistiche e recordModifica

Partecipazione ai campionatiModifica

Livello Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione

USL 2 2017 2018
USL Championship 2 2019 2020

USL Pro 1 2014 2014
USL 2 2015 2016

Statistiche di squadraModifica

Includendo la stagione 2021, il club ha preso parte a sette campionati nazionali, tutti nella USL Championship. Nella stagione 2019 la squadra, guidata da Rick Schantz, stabilì il record di vittorie consecutive di una società professionista in un campionato nazionale statunitense (20), nonché il record assoluto di punti in stagione regolare nella storia della USL Championship.

TifoseriaModifica

Esistono due gruppi indipendenti dei Phoenix Rising, i Los Bandidos Football Firm e i The Red Fury. Entrambi i gruppi organizzati occupano posti della curva sud.

OrganicoModifica

Rosa 2020Modifica

N. Ruolo Giocatore
3   D Alec John Cochran
4   D Corey Whelan
7   C Junior Flemmings
10   A Jon Bakero
15   D Joe Farrell
16   D Austin Ledbetter
19   C José Aguinaga
20   C Solomon Asante  
21   A Joey Calistri
27   C Kevon Lambert
N. Ruolo Giocatore
28   P Zac Lubin
32   D Kyle Bjornethun
  C Jack Barmby
  A Rufat Dadashov
  D Darnell King
  D Owusu-Ansah Kontor
  A Lagos Kunga
  A Santi Moar
  C Jordan Schweitzer

Staff tecnicoModifica

Staff dell'area tecnica
  •   Rick Schantz - Allenatore
  •   Blair Gavin - Assistente allenatore
  •   Peter Ramage - Assistente allenatore
  •   Cory Robertson - Preparatore dei portieri

Stagioni passateModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Phoenix FC to rebrand, reveals new owners, club name and crest, odfcnews.com. URL consultato il 2 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 13 marzo 2014).
  2. ^ (EN) Ownership Change, Rebrand in Phoenix, uslpro.uslsoccer.com. URL consultato il 2 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 13 marzo 2014).
  3. ^ (EN) USL PRO announces Arizona United SC, azkicksit.com. URL consultato il 2 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 13 marzo 2014).
  4. ^ (EN) Arizona United SC ready for 'fresh start' in new season, azcentral.com. URL consultato il 2 luglio 2014.
  5. ^ (EN) Phoenix FC officially announce home stadium, odfcnews.com. URL consultato il 2 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
  6. ^ (EN) Phoenix FC Moves to the West Valley, phoenixfc.com. URL consultato il 2 luglio 2014.
  7. ^ (EN) Pro soccer moves to Peoria Sports Complex with Phoenix FC, peoriatimes.com. URL consultato il 2 luglio 2014.
  8. ^ (EN) Arizona United SC announces head coach; owner explains hire, odfcnews.com. URL consultato il 2 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 29 marzo 2014).
  9. ^ (EN) Arizona Hires Dellorusso As Head Coach, uslpro.uslsoccer.com. URL consultato il 2 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2014).
  10. ^ (EN) Arizona United loses season opener to Oklahoma City, odfcnews.com. URL consultato il 2 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 17 aprile 2014).
  11. ^ (EN) Energy Take Victory Against United, uslpro.uslsoccer.com. URL consultato il 2 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2014).
  12. ^ (EN) United Claims First Victory, uslpro.uslsoccer.com. URL consultato il 2 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 21 aprile 2014).
  13. ^ (EN) Arizona United scores late winner to top Sacramento Republic FC on historic night, odfcnews.com. URL consultato il 2 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 17 maggio 2019).
  14. ^ (EN) AZ United SC breaks through with first victory in franchise history, sports360az.com. URL consultato il 2 luglio 2014.
  15. ^ (EN) Arizona United SC unveils new name and exciting improvements in anticipation of 2017 season, phxrisingfc.com, 27 novembre 2016. URL consultato l'11 gennaio 2017.
  16. ^ (EN) Phoenix Rising FC Communications, Chivas All-Time Leading Scorer Omar Bravo Signs With Phoenix Rising FC, su Phoenix Rising FC | Arizona's Highest Level Professional Soccer Team, 9 febbraio 2017. URL consultato il 10 febbraio 2021.
  17. ^ (EN) Phoenix Rising FC Communications, Renowned Manchester City, Chelsea, and English International Midfielder Shaun Wright-Phillips Joins Phoenix Rising Football Club, su Phoenix Rising FC | Arizona's Highest Level Professional Soccer Team, 24 febbraio 2017. URL consultato il 10 febbraio 2021.
  18. ^ (EN) Phoenix Rising FC Communications, Chelsea and Ivory Coast Legend Didier Drogba Joins Phoenix Rising Football Club, su Phoenix Rising FC | Arizona's Highest Level Professional Soccer Team, 18 aprile 2017. URL consultato il 10 febbraio 2021.
  19. ^ (EN) Drogba joins Phoenix as player and owner, in BBC Sport. URL consultato il 10 febbraio 2021.
  20. ^ Rising FC Clings on to Oust Rangers, su www.uslsoccer.com. URL consultato il 10 febbraio 2021.
  21. ^ (EN) Phoenix Rising FC Communications, Phoenix Rising FC Acquires FC Tucson, su Phoenix Rising FC | Arizona's Highest Level Professional Soccer Team, 11 ottobre 2017. URL consultato il 10 febbraio 2021.
  22. ^ Finale cancellata per la presenza nei Tampa Bay Rowdies di diversi giocatori positivi al Covid-19. (EN) USL Championship Final Cancelled, Season Concludes with Tampa Bay, Phoenix as Conference Title-Winners, su uslchampionship.com, 31 ottobre 2020. URL consultato il 31 ottobre 2020.
  23. ^ Finale cancellata per la presenza nei Tampa Bay Rowdies di diversi giocatori positivi al Covid-19. (EN) USL Championship Final Cancelled, Season Concludes with Tampa Bay, Phoenix as Conference Title-Winners, su uslchampionship.com, 31 ottobre 2020. URL consultato il 31 ottobre 2020.
  24. ^ (EN) Phoenix Rising Communications, Phoenix Rising FC Partners with Casino Arizona for Stadium Naming Rights, su Phoenix Rising FC | Arizona's Highest Level Professional Soccer Team, 15 marzo 2019. URL consultato il 10 febbraio 2021.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica