Apri il menu principale
Pillowtalk
ZAYNpillowtalk.png
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaZayn
Tipo albumSingolo
Pubblicazione29 gennaio 2016
Durata3:23
Album di provenienzaMind of Mine
GenereAlternative R&B[1]
Downtempo[2]
Pop[3]
Contemporary R&B[4]
EtichettaRCA
ProduttoreMYKL, Levi Lennox
Registrazione2015
FormatiDownload digitale
Certificazioni
Dischi di platinoAustralia Australia (4)[5]
(vendite: 280 000+)
Canada Canada (4)[6]
(vendite: 320 000+)
Italia Italia (2)[7]
(vendite: 100 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda (2)[8]
(vendite: 30 000+)
Regno Unito Regno Unito[9]
(vendite: 600 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (3)[10]
(vendite: 3 000 000+)
Zayn - cronologia
Singolo precedente
Singolo successivo
(2016)

Pillowtalk è un singolo del cantante britannico Zayn, il primo estratto dal primo album in studio Mind of Mine e pubblicato il 29 gennaio 2016.[11]

Pillowtalk è stata ben accolta dalla critica musicale, che si è complimentata per la svolta artistica del cantante e per la sua prestazione vocale.[4] Accompagnato dall'apposito videoclip,[12] il brano ha raggiunto il primo posto delle classifiche in 12 Paesi, tra cui la Billboard Hot 100[13] e la Official Singles Chart.[14]

Indice

La canzoneModifica

Scritta dallo stesso Zayn Malik assieme ai fratelli Anthony e Michael Hannides e Joe Garrett,[15] Pillowtalk è il primo brano pubblicato dall'artista in seguito alla sua separazione dagli One Direction avvenuta nel marzo 2015 ed è caratterizzato da sonorità maggiormente alternative R&B,[1] R&B ed elettroniche,[2][4] in contrasto con quelle pop rock tipiche del gruppo di cui ha fatto parte.[2]

Nel testo, il cantante parla nel modo in cui l'amore sia così forte da poter influenzare le persone che ne sono affette, come se fosse una sorta di malattia.[16]

PubblicazioneModifica

La canzone è stata messa in rotazione radiofonica a partire dal 16 gennaio 2016 negli Stati Uniti d'America,[17] per poi venir pubblicato per il download digitale il 29 dello stesso mese.[11]

Il 25 febbraio è stato pubblicato su Snapchat per il download gratuito un remix del brano, che ha visto la partecipazione del rapper Lil Wayne.[18] Del brano esiste anche una versione acustica.

Video musicaleModifica

Il videoclip, diretto da Bouha Kazmi, è stato pubblicato in concomitanza con il lancio del singolo e ha come protagonisti lo stesso Zayn e la modella Gigi Hadid.[19]

TracceModifica

Download digitale[20]
  1. Pillowtalk – 3:23
Download digitale – Acoustic[21]
  1. Pillowtalk (The Living Room Session) – 2:25
Download digitale – Remix[22]
  1. Pillowtalk (Lil Wayne Remix) – 3:41

Successo commercialeModifica

Pillowtalk ha debuttato direttamente in cima alla Official Singles Chart del Regno Unito,[23] grazie ad una vendita di 112.497 copie distribuite nel corso della prima settimana di permanenza, risultando il singolo venduto in minor tempo del 2016.[23] La canzone, che rappresenta la prima numero 1 per Malik, ha venduto 82.264 nella seconda settimana, 71.578 nella terza, 58.732 nella quarta e 49.604 nella quinta, mantenendo la prima posizione. In Gran Bretagna è divenuto il singolo più suonato dalle radio per 2 settimane, e ha registrato oltre 4,9 milioni di streaming, classificandosi come 5° canzone più scaricata su iTunes e il più riprodotto su Spotify.

Negli Stati Uniti d'America, Pillowtalk ha esordito alla 1 posizione della Billboard Hot 100 il 20 febbraio 2016, con 267.000 copie vendute nella prima e unica settimana in cui il brano ha resistito in vetta alla classifica.[24] Si tratta della prima volta nella storia della musica in cui un artista inglese riesce a piazzare il suo singolo d'esordio in cima alla Billboard, e la terza in assoluto, dopo Candle in the Wind di Elton John e Hello di Adele.[24] Inoltre, Zayn non era mai riuscito a superare tale traguardo con gli One Direction (il singolo Best Song Ever, nel 2013, aveva toccato il picco posizione al 2º posto); era dal 1970, da quando l'ex Beatles George Harrison lanciò il suo singolo My Sweet Lord, che un vecchio membro di una boy band non riusciva a posizionare un singolo d'esordio in vetta alla Billboard Hot 100.[25]

La canzone ha raggiunto la prima posizione in altri 10 Paesi del mondo, come l'Australia, Canada, Nuova Zelanda, Irlanda, Portogallo, Svezia ed Ungheria.

ClassificheModifica

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Carolyn Menyes, Review: Zayn Malik 'Pillowtalk' Purposefully Isolates One Direction Fans [LISTEN], Music Times, 29 gennaio 2016. URL consultato il 10 febbraio 2016.
  2. ^ a b c (EN) Hugh McIntyre, Zayn Malik Releases 'Pillowtalk', His First Single Since Leaving One Direction, Forbes, 29 gennaio 2016. URL consultato il 7 febbraio 2016.
  3. ^ (EN) Amanda Michelle Steiner, Zayn Malik drops debut single, music video for 'Pillowtalk', Entertainment Weekly, 29 gennaio 2016. URL consultato il 29 febbraio 2016.
  4. ^ a b c (EN) Jason Lipshutz, Zayn Malik Makes Solo Debut: Listen To 'PillowTalk', Fuse TV, 29 gennaio 2016. URL consultato il 7 febbraio 2016.
  5. ^ (EN) Accreditations - 2016 Singles, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 14 febbraio 2017.
  6. ^ (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 18 febbraio 2017.
  7. ^ Pillowtalk (certificazione), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 14 febbraio 2017.
  8. ^ (EN) NZ Top 40 Singles Chart, The Official New Zealand Music Chart. URL consultato il 15 aprile 2016.
  9. ^ (EN) BRIT Certified, British Phonographic Industry. URL consultato il 14 febbraio 2017. Digitare "Pillowtalk" in "Search BPI Awards" e premere Invio.
  10. ^ (EN) Zayn, Pillowtalk – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 14 febbraio 2017.
  11. ^ a b (EN) Nick Romano, Zayn Malik announces release date for 'Pillowtalk' single, Entertainment Weekly, 24 gennaio 2016. URL consultato il 7 febbraio 2016.
  12. ^ (EN) Edward Barsamian, Zayn Malik's New Video With Gigi Hadid: The Story Behind "Pillow Talk", Vogue. URL consultato il 26 marzo 2016.
  13. ^ a b (EN) Gary Trust, Zayn's 'Pillowtalk' Debuts at No. 1 on Hot 100, Billboard, 8 febbraio 2016. URL consultato il 12 febbraio 2016.
  14. ^ (EN) Zayn's Pillowtalk is the fastest selling single of 2016 so far, Official Charts Company. URL consultato il 26 marzo 2016.
  15. ^ (EN) Everything We Know About "Pillowtalk," Zayn Malik's Debut Single, The FADER. URL consultato il 24 marzo 2016.
  16. ^ (EN) Zayn Malik Previews New Song, Talks About Sex, E! Online. URL consultato il 24 marzo 2016.
  17. ^ (EN) Caroline Westbrook, Zayn Malik's Pillowtalk is already top of the iTunes chart in sixty countries, Metro, 29 gennaio 2016. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  18. ^ (EN) Zayn raps on hip-hop remix of Pillowtalk with Lil Wayne, su Digital Spy, 26 febbraio 2016. URL consultato il 24 marzo 2016.
  19. ^ (EN) Jess Denham, Zayn Malik Pillowtalk video: Ex-One Direction singer launches debut song starring Gigi Hadid, The Independent, 29 gennaio 2016. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  20. ^ PILLOWTALK - Single, iTunes. URL consultato il 7 febbraio 2016.
  21. ^ PILLOWTALK (The Living Room Session) - Single, iTunes. URL consultato il 7 febbraio 2016.
  22. ^ Pillowtalk Remix (feat. Lil Wayne) - Single, iTunes. URL consultato il 28 febbraio 2016.
  23. ^ a b Zayn’s Pillowtalk is the fastest selling single of 2016 so far, su www.officialcharts.com. URL consultato il 24 marzo 2016.
  24. ^ a b Zayn's 'Pillowtalk' Debuts at No. 1 on Hot 100, su Billboard. URL consultato il 24 marzo 2016.
  25. ^ Rihanna's 'Work' Rules Hot 100 for Fourth Week, su Billboard. URL consultato il 24 marzo 2016.
  26. ^ a b c d e f g h i j k l m n o (NL) Zayn - Pillowtalk, Ultratop. URL consultato l'8 febbraio 2016.
  27. ^ (EN) Zayn Malik - Chart history (Canadian Hot 100), Billboard. URL consultato il 13 febbraio 2016.
  28. ^ (EN) TOP 100 SINGLES, WEEK ENDING 4 February 2016, GFK Chart-Track. URL consultato il 7 febbraio 2016.
  29. ^ (EN) Official Singles Chart Top 100 05 February 2016 - 11 February 2016, Official Charts Company. URL consultato il 13 febbraio 2016.
  30. ^ (CS) Hitparáda - SINGLES DIGITAL - TOP 100, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 13 febbraio 2016.
  31. ^ (SL) Hitparáda - SINGLES DIGITAL - TOP 100, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 13 febbraio 2016.
  32. ^ (HU) Single (track) Top 40 lista, Hivatalos magyar slágerlisták. URL consultato il 7 febbraio 2016.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica