Hello (Adele)

singolo di Adele del 2015
Hello
Adele - 'Hello'.png
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaAdele
Tipo albumSingolo
Pubblicazione23 ottobre 2015
Durata4:55
Album di provenienza25
GenerePop
EtichettaXL Recordings
ProduttoreGreg Kurstin
Registrazione2014
FormatiDownload digitale, streaming
NoteBRIT awards icon.png Canzone britannica 2016
Grammy Award Miglior interpretazione pop solista 2017
Certificazioni
Dischi di platinoAustralia Australia (7)[1]
(vendite: 490 000+)
Belgio Belgio (3)[2]
(vendite: 90 000+)
Danimarca Danimarca (3)[3]
(vendite: 270 000+)
Germania Germania[4]
(vendite: 400 000+)
Italia Italia (6)[5]
(vendite: 300 000+)
Norvegia Norvegia (6)[6]
(vendite: 360 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda (5)[7]
(vendite: 150 000+)
Regno Unito Regno Unito (4)[8]
(vendite: 2 400 000+)
Spagna Spagna (3)[9]
(vendite: 120 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (7)[10]
(vendite: 7 000 000+)
Svizzera Svizzera[11]
(vendite: 30 000+)
Dischi di diamanteCanada Canada[12]
(vendite: 800 000+)
Messico Messico[13]
(vendite: 330 000+)
Adele - cronologia
Singolo precedente
(2012)
Singolo successivo
(2016)

Hello è un singolo della cantautrice britannica Adele, pubblicato il 23 ottobre 2015 come primo estratto dal terzo album in studio 25.[14]

Il singolo ha vinto tre Grammy Award nelle categorie registrazione dell'anno, canzone dell'anno e miglior interpretazione pop solista.[15]

AntefattiModifica

Le prime dichiarazioni riguardanti la pubblicazione del singolo di lancio del nuovo album di Adele sono avvenute il 18 ottobre 2015, quando è stato trasmesso un'anteprima di 30 secondi del videoclip di Hello durante la pubblicità dell'edizione britannica di The X Factor.[16] Tre giorni dopo, il presentatore del Breakfast Show di BBC Radio 1 Nick Grimshaw, ha annunciato che il primo singolo tratto da 25 sarebbe stato pubblicato il 23 ottobre, notizia confermata dalla cantante stessa.[17]

ComposizioneModifica

Hello è stato scritto da Adele e Greg Kurstin, il quale ha anche effettuato le registrazioni in studio, in collaborazione con Xavier Dolan e Tristan Wilds, che ne hanno scritto l'accompagnamento.

Il brano è stato scritto e inciso nel mese di aprile 2014 a Chiswick, a Londra. Adele ha confessato di aver composto la canzone a casa sua. La cantante si è in seguito recata a Los Angeles dove ha registrato nuovamente la parte vocale del brano:[18][19]

«Questa canzone è stata una svolta enorme per me con la mia scrittura, perché non avevo mai composto un brano dal ritmo così lento fino ad ora, e quando ho iniziato a comporla insieme a Greg Kurstin non ero sicura della mia decisione. Sono volata a Los Angeles per finirla e ora ne vado molto fiera»

Hello è una ballata romantica dal sound avvolgente e malinconico, con un sottofondo di pianoforte e un'atmosfera pop con sfumature soul e cori gospel.[20]

AccoglienzaModifica

La canzone è stata accolta da recensioni nel complesso positive dalla critica musicale: Alexis Petridis per The Guardian l'ha definita una delle più belle ballate d'amore della cantante,[21] mentre Emily Jupp dell'Independent ha definito il pezzo come «un meritevole ritorno di Adele».[22]

PromozioneModifica

Adele si è esibita con Hello dal vivo per la prima volta durante uno speciale per la BBC, Adele at the BBC, registrato il 2 novembre 2015 e trasmesso da BBC One il 20 dello stesso mese.[23] Il brano è stato cantato dal vivo anche in occasione dei diciassettesimi NRJ Music Award il 7 novembre 2015,[24] dieci giorni dopo presso la Radio City Music Hall di New York per aprire lo spettacolo Adele Live in New York City, e il 21 dello stesso mese come ospite del programma televisivo statunitense Saturday Night Live.[25] Il 23 novembre 2015, dopo l'apparizione a The Tonight Show, Adele ha registrato una versione del brano insieme a Jimmy Fallon e la sua band, i The Roots, in cui suonavano strumenti per bambini. Il 13 dicembre 2015 Adele ha cantato Hello durante la finale di X Factor alla Wembley Arena.[26]

Il 12 febbraio 2017, durante la cerimonia annuale di premiazione dei Grammy Award, la cantante ha aperto la manifestazione con Hello.[27]

Video musicaleModifica

Il video musicale, diretto dal regista canadese Xavier Dolan, è stato pubblicato su Vevo il 23 ottobre 2015;[28] il video ha raggiunto i 27.7 milioni di visualizzazioni su YouTube dopo solo 24 ore dalla sua pubblicazione, battendo il record di maggior numero di visualizzazioni in un giorno,[20] prima appartenente a Bad Blood della cantante statunitense Taylor Swift. Il video è diventato anche quello più veloce a raggiungere i 100 milioni di visualizzazioni, superando Wrecking Ball di Miley Cyrus.[29] Il 19 gennaio 2016 il video ha raggiunto il miliardo di visualizzazioni su YouTube, divenendo il video più veloce a raggiungere tale traguardo, battendo anche Gangnam Style di Psy.[30]

Girato in toni seppia nei dintorni di Montréal, è ambientato all'interno di una casa spoglia, vuota e polverosa: Adele viene rappresentata come una figura solitaria e sconsolata, che mette a confronto i ricordi del passato, tra attimi di tenerezza, litigi e risate con una storia d'amore ormai finita da tempo, forse a causa della morte di lei, come intuibile dal ritornello.[20] Nella clip compare anche l'attore statunitense Tristan Wilds.[31]

TracceModifica

  1. Hello – 4:55 (Adele Adkins, Greg Kurstin)

CoverModifica

Il 9 novembre 2015, la cantante britannica Rita Ora lanciò una versione della canzone cantata negli studi di Capital FM in una lingua inventata da lei.[32] Il 14 dello stesso mese la cantante statunitense Demi Lovato ha reinterpretato il brano in occasione di KISS FM Fall Ball a Seattle,[33] ricevendo successivamente una candidatura come miglior reinterpretazione agli iHeartRadio Music Awards.[34]

A Capodanno 2016 anche la cantante canadese Céline Dion ha eseguito una propria versione di Hello durante un concerto a Las Vegas.[35]

Successo commercialeModifica

Per il brano, trattandosi della prima canzone pubblicata da Adele da tre anni a quella parte, le aspettative erano molto alte. La canzone ha avuto un ottimo successo sul mercato, debuttando direttamente in vetta sia nella Official Singles Chart del Regno Unito[36] che nella Billboard Hot 100 degli Stati Uniti d'America[37] e raggiungendo la prima posizione su iTunes e Spotify in 106 Paesi del mondo. A tre giorni dalla sua uscita, il singolo ha accumulato una vendita complessiva di 165 000 copie digitali nel Regno Unito,[38] mentre negli Stati Uniti d'America ha fatturato l'incredibile cifra di 1.112.000 unità, battendo il record in precedenza appartenente a Right Round di Flo Rida[39] ed è stato il secondo brano della cantante ad esser riuscito ad esordire al primo posto dei due Paesi, dopo Someone like You; il 30 ottobre ha registrato oltre 7.32 milioni di ascolti su Spotify, superando il record di streaming in un giorno di What Do You Mean? di Justin Bieber.[40]

ClassificheModifica

Classifiche di fine annoModifica

Classifica (2015) Posizione
Australia[55] 5
Austria[56] 5
Belgio (Fiandre)[57] 5
Belgio (Vallonia)[58] 14
Canada[59] 25
Francia[60] 5
Germania[61] 7
Irlanda[62] 7
Italia[63] 18
Nuova Zelanda[64] 13
Paesi Bassi[65] 18
Regno Unito[66] 6
Stati Uniti[67] 35
Svezia[68] 28
Svizzera[69] 6
Ungheria[70] 6
Classifica (2016) Posizione
Australia[71] 42
Belgio (Fiandre)[72] 38
Belgio (Vallonia)[73] 16
Canada[74] 9
Italia[75] 47
Nuova Zelanda[76] 26
Paesi Bassi[77] 57
Regno Unito[78] 48
Stati Uniti[79] 7
Svezia[80] 33
Svizzera[81] 5
Ungheria[82] 21

Classifiche di fine decennioModifica

Classifica (2010-19) Posizione
Stati Uniti[83] 52

NoteModifica

  1. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2016 Singles, su aria.com.au, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 23 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 27 luglio 2020).
  2. ^ (NL) GOUD EN PLATINA - singles 2016, su Ultratop. URL consultato il 23 luglio 2016.
  3. ^ (DA) Hello, su IFPI Danmark. URL consultato il 16 marzo 2021.
  4. ^ (DE) Adele - Hello – Gold-/Platin-Datenbank, su Bundesverband Musikindustrie. URL consultato l'11 marzo 2018.
  5. ^ Hello (certificazione), su FIMI. URL consultato il 5 novembre 2019.
  6. ^ (NO) Troféoversikt - 2020, su IFPI Norge. URL consultato il 29 ottobre 2020.
  7. ^ (EN) Official Top 40 Singles - 03 April 2017, su nztop40.co.nz, The Official NZ Music Charts. URL consultato il 12 ottobre 2021.
  8. ^ (EN) Hello, su British Phonographic Industry. URL consultato l'11 dicembre 2020.
  9. ^ (EN) Adele - Hello, su elportaldemusica.es, El Portal de Música. URL consultato il 12 ottobre 2021.
  10. ^ (EN) Adele - Hello – Gold & Platinum, su Recording Industry Association of America. URL consultato il 3 ottobre 2016.
  11. ^ (DE) Edelmetall, su Schweizer Hitparade. URL consultato il 3 giugno 2016.
  12. ^ (EN) Hello – Gold/Platinum, su Music Canada. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  13. ^ (EN) Certificaciones, su amprofon.com.mx, Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 23 ottobre 2020. Digitare "Hello" in "Título".
  14. ^ (EN) Hugh McIntyre, Adele Finally Return With Comeback Single 'Hello', su Forbes, 23 ottobre 2015. URL consultato il 17 gennaio 2016.
  15. ^ (EN) 59th Annual GRAMMY Awards Winners & Nominees, su grammy.com, Grammy. URL consultato il 14 febbraio 2017.
  16. ^ https://www.bbc.co.uk/news/entertainment-arts-34567653
  17. ^ (EN) Lewis Corner, Adele's new single 'Hello' will be released this week, su digitalspy.com, Digital Spy, 21 ottobre 2015. URL consultato il 26 agosto 2017.
  18. ^ "Adele: “My son doesn’t like my music, I just sing Twinkle Twinkle”"
  19. ^ http://www.digitalspy.co.uk/music/feature/a675199/adeles-new-single-first-listen-review-hello-is-a-mighty-comeback.html#~ps3kUDT1w1kQvt
  20. ^ a b c http://www.soundsblog.it/post/414945/adele-hello-recensione-singolo
  21. ^ "Striking, witty and lovelorn – Adele's new single Hello reviewed (and hear it here, too)"
  22. ^ "Adele 'Hello', first review: This is an 'if it ain't broke' ballad showing what Adele does best"
  23. ^ (EN) *Exclusive* Adele at the BBC, a first look – When Adele met Graham Norton, featuring Hello (live), su bbc.co.uk, BBC. URL consultato il 14 febbraio 2017.
  24. ^ (EN) Adele Sing 'Hello' at France's NRJ Awards, su billboard.com, Billboard. URL consultato il 14 febbraio 2017.
  25. ^ (EN) Adele at Radio City Music Hall: A Moment of Beauty at a Time of Unrest, su huffingtonpost.com, HuffPost, 18 novembre 2015. URL consultato il 14 febbraio 2017.
  26. ^ (EN) Carl Williott, Watch Adele Perform 'Hello' On 'X Factor UK', su idolator.com, Idolator, 14 dicembre 2015. URL consultato il 14 febbraio 2017.
  27. ^ (EN) Jenna Romaine, Adele Kicks Off the 2017 Grammys With 'Hello', su billboard.com, Billboard, 12 febbraio 2017. URL consultato il 14 febbraio 2017.
  28. ^ http://www.internazionale.it/notizie/2015/10/23/video-hello-adele-xavier-dolan
  29. ^ Amelia Butterly Newsbeat reporter, People are playing Adele one million times an hour on YouTube, su bbc.co.uk. URL consultato il 30 ottobre 2015.
  30. ^ Adele dei record: con "Hello" è la più veloce a raggiungere il miliardo di visualizzazioni, su repubblica.it, la Repubblica, 19 gennaio 2016. URL consultato il 19 gennaio 2016.
  31. ^ https://www.dailymail.co.uk/tvshowbiz/article-3286481/Tristan-Wilds-sends-Twitter-meltdown-shirtless-appearance-Adele-s-comeback-video.html
  32. ^ WATCH: Rita Ora Covered Adele's Hello' In Her OWN Language, su Capital, Global Radio, 9 novembre 2015. URL consultato il 5 aprile 2016.
  33. ^ Mitchell Peters, Watch Demi Lovato Passionately Cover Adele's 'Hello', su billboard.com, Billboard, 15 novembre 2015. URL consultato il 5 aprile 2016.
  34. ^ Joe Lynch, iHeartRadio Music Awards Announce 2016 Nominees, Performers & New Categories, su billboard.com, Billboard, 9 febbraio 2016. URL consultato il 5 aprile 2016.
  35. ^ Erin Strecker, Watch Celine Dion's Perfect Cover of Adele's 'Hello', su billboard.com, Billboard, 1º gennaio 2016. URL consultato il 5 aprile 2016.
  36. ^ Copia archiviata, su perezhilton.com. URL consultato il 30 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 1º ottobre 2017).
  37. ^ http://www.headlineplanet.com/home/2015/10/23/adeles-hello-25-soar-to-1-on-itunes-sales-charts/
  38. ^ Mark Savage Music reporter, Adele heads straight to number one, su BBC News. URL consultato il 30 ottobre 2015.
  39. ^ Adele’s “Hello” Has Already Sold 750,000 Downloads, Breaks First-Day Sales, VEVO & Streaming Records | Idolator, su Music News, Reviews, and Gossip on Idolator.com. URL consultato il 30 ottobre 2015.
  40. ^ Adele smashes Official Chart records with comeback single Hello, su officialcharts.com. URL consultato il 30 ottobre 2015.
  41. ^ a b c d e f g h i j k l m n o (NL) Adele - Hello, su ultratop.be, Ultratop. URL consultato il 17 gennaio 2016.
  42. ^ (EN) Adele, su Billboard. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  43. ^ (KO) 2015년 47주차 Digital Chart, su gaonchart.co.kr, Gaon Chart. URL consultato il 16 gennaio 2016.
  44. ^ (HR) ARC TOP 40 :: Hrvatski radio, su radio.hrt.hr. URL consultato il 16 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 22 dicembre 2015).
  45. ^ TOP 100 SINGLES, WEEK ENDING 29 October 2015, su chart-track.co.uk, GFK Chart-Track. URL consultato il 30 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 27 dicembre 2015).
  46. ^ (EN) Adele, su olt20.com, The Official Lebanese Top 20. URL consultato il 4 novembre 2015.
  47. ^ Mexico Airplay : Dec 19, 2015 | Billboard Chart Archive, su Billboard. URL consultato il 16 gennaio 2016.
  48. ^ ZPAV :: Bestsellery i wyróżnienia - AirPlays - Top - Archiwum, su bestsellery.zpav.pl. URL consultato il 16 gennaio 2016.
  49. ^ Portugal Digital Songs : Nov 07, 2015 | Billboard Chart Archive, su Billboard. URL consultato il 30 ottobre 2015.
  50. ^ Official Singles Chart Top 100, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 30 ottobre 2015.
  51. ^ ČNS IFPI, su ifpicr.cz, ČNS IFPI. URL consultato il 16 gennaio 2016.
  52. ^ (EN) Adele - Chart history (Hot 100), su Billboard. URL consultato il 30 gennaio 2021.
  53. ^ (EN) Local & International Streaming Chart Top 100: Week 42, su theofficialsacharts.co.za, The Official South African Music Charts. URL consultato il 28 ottobre 2021 (archiviato dall'url originale il 28 ottobre 2021).
  54. ^ Single (track) Top 40 lista, su zene.slagerlistak.hu, Hivatalos magyar slágerlisták. URL consultato il 30 ottobre 2015.
  55. ^ (EN) ARIA Charts - End Of Year Charts - Top 100 Singles 2015, su aria.com.au, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  56. ^ (DE) Jahreshitparade Singles 2015, su austriancharts.at. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  57. ^ (NL) Jaaroverzichten 2015 (Vl), su ultratop.be, Ultratop. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  58. ^ (FR) Jaaroverzichten 2015 (Wa), su ultratop.be, Ultratop. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  59. ^ (EN) Canadian Hot 100: 2015 Year-End Charts, su billboard.com, Billboard. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  60. ^ (FR) Classement Singles - année 2015, su infodisc.fr, InfoDisc. URL consultato il 9 dicembre 2016.
  61. ^ (DE) Single – Jahrescharts 2015, su offiziellecharts.de, Die Offizielle Charts. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  62. ^ (EN) Best of 2015, su irma.ie, Irish Recorded Music Association. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  63. ^ Classifiche 2015 "Top of the Music" FIMI-GfK, su fimi.it, Federazione Industria Musicale Italiana, 8 gennaio 2016. URL consultato il 9 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale l'8 gennaio 2016).
  64. ^ (EN) Top Selling Singles of 2015, su nztop40.co.nz, The Official New Zealand Music Chart. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  65. ^ (NL) Jaaroverzichten - Single 2015, su dutchcharts.nl. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  66. ^ (EN) Rob Copsey, The Official Top 40 Biggest Songs of 2015 revealed, su officialcharts.com, Official Charts Company, 4 gennaio 2016. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  67. ^ (EN) Hot 100 Songs: 2015 Year-End Charts, su billboard.com, Billboard. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  68. ^ (SV) Årslista Singlar - År 2015, su sverigetopplistan.se, Sverigetopplistan. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  69. ^ (EN) Schweizer Jahreshitparade 2015, su swisscharts.com, Schweizer Hitparade. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  70. ^ (HU) Single Top 100 - eladási darabszám alapján - 2015, su zene.slagerlistak.hu, Hivatalos magyar slágerlisták. URL consultato il 9 febbraio 2016.
  71. ^ (EN) ARIA Charts - End of Year Charts - Top 100 Singles 2016, su aria.com.au, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  72. ^ (NL) Jaaroverzichten 2016 (Vl), su ultratop.be, Ultratop. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  73. ^ (FR) Jaaroverzichten 2016 (Wa), su ultratop.be, Ultratop. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  74. ^ (EN) Canadian Hot 100 - Year-End 2016, su billboard.com, Billboard. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  75. ^ "TOP OF THE MUSIC" FIMI-GfK 2016: LE UNICHE CLASSIFICHE ANNUALI COMPLETE, su fimi.it, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 9 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 10 gennaio 2017).
  76. ^ (EN) Top Selling Singles of 2016, su nztop40.co.nz, The Official New Zealand Music Chart. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  77. ^ (NL) Jaaroverzichten 2016, su dutchcharts.nl, Dutch Charts. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  78. ^ (EN) End of Year Singles Chart Top 100 - 2016, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  79. ^ (EN) Hot 100 Songs - Year-End 2016, su billboard.com, Billboard. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  80. ^ (SE) Årslista Singlar - År 2016, su sverigetopplistan.se, Sverigetopplistan. URL consultato il 26 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 29 gennaio 2017).
  81. ^ (DE) Schweizer Jahreshitparade 2016, su hitparade.ch, Schweizer Hitparade. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  82. ^ (HU) Single Top 100 - helyezés alapján - 2016, su zene.slagerlistak.hu, Hivatalos magyar slágerlisták. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  83. ^ (EN) Decade-End Charts: Hot 100 Songs (2010s), su Billboard. URL consultato il 27 novembre 2021.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica