Apri il menu principale

Provincia di Reggio (Ducato di Modena e Reggio)

(Reindirizzamento da Provincia Estense di Reggio)
Provincia di Reggio
Informazioni generali
Capoluogo Reggio di Lombardia
54.582 abitanti (1849)
Superficie 1.898 (1849)
Popolazione 162.397 (1849)
Suddiviso in 17 comuni (1814-1847)
14 comuni (1847-1859)
Amministrazione
Forma amministrativa provincia
Evoluzione storica
Inizio 1814
Causa Congresso di Vienna
Fine 1859
Causa Annessione al Regno di Sardegna
Preceduto da Succeduto da
Dipartimento del Crostolo Provincia di Reggio Emilia-Stemma.png Provincia di Reggio Emilia

La provincia di Reggio è stata una provincia del Ducato di Modena e Reggio esistita dal 1814 al 1859. Comprendeva approssimativamente gli attuali territori dell'odierna provincia di Reggio Emilia. Capoluogo era la città di Reggio di Lombardia.

StoriaModifica

Nel 1814, in piena Restaurazione, venne deciso di nominare "Province" le ripartizioni territoriali del Ducato di Modena e Reggio e di abbandonare quindi il vecchio termine "Ducati". Nel 1815 erano compresi i comuni seguenti:Brescello, Busana, Carpineti, Castellarano, Castelnovo ne' Monti, Castelnovo di Sotto, Correggio, Gualtieri, Minozzo, Montecchio, Novellara, Poviglio, Reggio, Sant'Ilario, San Polo. Nel 1816 Poviglio dovette essere restituito al Ducato di Parma e Piacenza che lo possedevano prima dell'arrivo di Napoleone.

Nel 1847 in seguito alla ratifica del trattato di Firenze divennero territori Estensi il Ducato di Guastalla e alcuni territori posti sulla destra dell'Enza. La provincia di Reggio in questa occasione perse però alcuni paesi posti sulla sponda sinistra come Bazzano e Scurano. Nel 1848 venne creata la Provincia di Guastalla e così rimasero a Reggio i comuni di:

Con l'arrivo dei piemontesi nel 1859 la provincia di Reggio assorbì i comuni del guastallese e quelli di Rubiera e San Martino d'Este dal modenese diventando quella che oggi è la provincia di Reggio Emilia.

BibliografiaModifica

  • Mauro Sabbattini, Dizionario Corografico del Ducato di Modena, Milano, Stabilimenti Civelli Giuseppe e C. 1854