Apri il menu principale

Provincia di Formosa

provincia argentina
Provincia di Formosa
provincia
Provincia de Formosa
Provincia di Formosa – Stemma Provincia di Formosa – Bandiera
Provincia di Formosa – Veduta
"Champales" nel Bañado La Estrella
Localizzazione
StatoArgentina Argentina
Amministrazione
CapoluogoFormosa
GovernatoreGildo Insfrán (PJ-FpV)
Territorio
Coordinate
del capoluogo
26°11′04.2″S 58°10′36.12″W / 26.1845°S 58.1767°W-26.1845; -58.1767 (Provincia di Formosa)Coordinate: 26°11′04.2″S 58°10′36.12″W / 26.1845°S 58.1767°W-26.1845; -58.1767 (Provincia di Formosa)
Altitudine115 m s.l.m.
Superficie72 066 km²
Abitanti530 162 (2010[1])
Densità7,36 ab./km²
Dipartimenti9
Altre informazioni
Fuso orarioUTC-3
ISO 3166-2AR-P
Cartografia
Provincia di Formosa – Mappa
Sito istituzionale

Formosa è una provincia dell'Argentina situata nell'estremo nordest del Paese. Il suo territorio abbraccia la maggior parte del Chaco Central, cioè la pianura di clima tropicale e subtropicale limitata a nord dal Río Pilcomayo ed a sud dal Río Bermejo.

Geografia fisicaModifica

Confina a ovest con la provincia di Salta, a sud con quella di Chaco e a est e a nord con il Paraguay.

Si estende fra i paralleli 22° e 27° di latitudine sud e i meridiani 57° e 63° di longitudine ovest di Greenwich. È attraversata nella sua zona settentrionale dal Tropico del Capricorno, che la colloca nella regione subtropicale del paese. Occupa gran parte del Chaco, conosciuto agli inizi del XX secolo anche con il nome di Llanos de Manso.
Al nord i confini sono dati dal fiume Pilcomayo (dilagante nelle pianure), che in alcuni grandi tratti si arena formando enormi pantani come gli Esteros di Patiño ed i Bañados de la Estrella. Fino agli anni 1990 del XX secolo questa provincia argentina si caratterizzava per le sue abbondanti produzioni di cotone e in minore misura di banane, ed è anche importante la produzione di pompelmi. Prima della terribile deforestazione successa tra gli anni 1990 e 2015 per piantare soia Organismo geneticamente modificato (la soia è una pianta alottona all'Argentina che, a differenza del grano molto consumato nell'Argentina, non è quasi niente consumata dagli argentini) il territorio era coperto, nelle sue zone non paludose, da boschi di palme, palmeti (palmares), specialmente delle specie chiamate caranday e yatay.

Infrastrutture e trasportiModifica

AmministrazioneModifica

La provincia è divisa in nove dipartimenti.

I dipartimenti sono suddivisi in comuni (municipios), comisiones de fomento (con popolazione tra i 500 ed i 1000 abitanti) e juntas vecinales provinciales (con popolazione fino a 500 abitanti). In tutto nella provincia di Formosa vi sono 27 comuni, 10 commissioni e 18 giunte provinciali. A loro volta, i comuni sono suddivisi in comuni di prima, seconda e terza categoria, a seconda del numero degli abitanti.

ElencoModifica

Dipartimenti Mappa Superficie Popolazione Capoluogo altri comuni
Bermejo   12.850 14.146 Laguna Yema Los Chiriguanos, Pozo de Maza, Pozo del Mortero
Formosa   6.195 234.354 Formosa Colonia Pastoril, Gran Guardia, San Hilario, Mariano Boedo, Mojón de Fierro, Villa del Carmen, Villa Trinidad
Laishi   3.480 17.182 San Francisco de Laishí Banco Payaguá, General Lucio V. Mansilla, Herradura, Tatané, Villa Escolar
Matacos   4.431 14.169 Ingeniero Juárez
Patiño   24.502 68.122 Comandante Fontana Bartolomé de las Casas, Colonia Sarmiento, El Recreo, Estanislao del Campo, Fortín Leyes, Fortín Lugones, General Manuel Belgrano, Ibarreta, Juan G. Bazán, Las Lomitas, Posta Cambio Zalazar, Pozo del Tigre, San Martín 1, San Martín 2, Subteniente Perín, Villa General Güemes
Pilagás   3.041 18.271 Espinillo Buena Vista, Misión Tacaaglé, Portón Negro, Tres Lagunas
Pilcomayo   5.342 85.140 Clorinda Laguna Blanca, Laguna Naick Neck, Palma Sola, Puerto Pilcomayo, Riacho He-Hé, Riacho Negro, Siete Palmas
Pirané   8.425 64.083 Pirané El Colorado, Mayor Vicente Villafañe, Palo Santo, Villa Dos Trece
Ramón Lista   3.800 13.754 General Enrique Mosconi El Potrillo

NoteModifica

  1. ^ (ES) Instituto Nacional de Estadística y Censos - Censo 2010 (PDF) [collegamento interrotto], su censo2010.indec.gov.ar. URL consultato il 6 aprile 2012.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica