Rayquaza

specie di Pokémon
Rayquaza
384 Rayquaza.png
UniversoPokémon
Nome orig.レックウザ (Rekku'uza)
Lingua orig.Giapponese
AutoreKen Sugimori
StudioGame Freak
EditoreNintendo
1ª app.21 novembre 2002
1ª app. inPokémon Rubino e Zaffiro (terza generazione)
Voce orig.Katsuyuki Konishi (serie anime)

Rayquaza (レックウザ Rekku'uza?) è un Pokémon base della terza generazione di tipo Drago/Volante. Il suo numero identificativo Pokédex è 384. Nel contesto del franchise creato da Satoshi Tajiri, Rayquaza è un Pokémon leggendario; possiede una megaevoluzione denominata MegaRayquaza ottenibile grazie all'ausilio della mossa Ascesa del Drago[1].

Rayquaza fa la sua prima apparizione nei videogiochi Pokémon Rubino e Zaffiro, sebbene assurga a un ruolo più importante in Pokémon Smeraldo dove, oltre ad essere raffigurato nella copertina del gioco[2], interrompe il conflitto tra Kyogre e Groudon.

È un Pokémon molto popolare in Asia, in particolare in Corea del Sud e Giappone. Rayquaza è uno dei protagonisti del lungometraggio Pokémon: Destiny Deoxys e boss nel videogioco Super Smash Bros. Brawl. Un esemplare cromatico di Rayquaza appare in Pokémon Conquest.[3]

DescrizioneModifica

Rayquaza ha alcune caratteristiche che ricordano la cultura mesoamericana.[4] Ha vissuto per milioni di anni nella stratosfera e per questo non è mai stato avvistato. Interviene solo per fermare i conflitti tra Kyogre e Groudon.[5].

In Pokémon Rubino Omega e Zaffiro Alpha ottiene una megaevoluzione denominata MegaRayquaza, ottenibile utilizzando la mossa Ascesa del Drago.[1]

ApparizioniModifica

VideogiochiModifica

Rayquaza è ottenibile nei videogiochi Pokémon Rubino e Zaffiro e Pokémon Smeraldo all'interno della Torre dei Cieli, situata nei pressi di Orocea. Nei primi due titoli il Pokémon è disponibile solamente dopo aver sconfitto la Lega Pokémon di Hoenn mentre nella versione Smeraldo sarà possibile catturarlo dopo lo scontro tra Groudon e Kyogre.[6]

Nei titoli della quarta generazione Pokémon Oro HeartGold e Argento SoulSilver, Rayquaza è ottenibile all'interno della Torre Occulta una volta in possesso dello strumento Sfera Verde.[7]

Nei videogiochi Pokémon X e Y Rayquaza può partecipare alle Lotte Aeree.[8]

In Pokémon Mystery Dungeon: Squadra rossa e Squadra blu Rayquaza va sconfitto al nono piano della Vetta Celeste, mentre nel seguito Pokémon Mystery Dungeon: Esploratori del tempo ed Esploratori dell'oscurità è disponibile all'ultimo piano della Scala del Cielo.

Nel videogioco Super Smash Bros. Brawl il Pokémon leggendario compare in veste di boss.[9]

Rayquaza è inoltre protagonista di uno dei livelli bonus nel videogioco Pokémon Pinball: Rubino e Zaffiro.[10][11]

AnimeModifica

Rayquaza appare per la prima volta nel corso del lungometraggio Pokémon: Destiny Deoxys.[12] Nel film il Pokémon combatte contro il Pokémon leggendario Deoxys.[13]

È inoltre presente nell'episodio Dove nessun Togepi è arrivato prima! (Where No Togepi Has Gone Before!).[14] MegaRayquaza compare per la prima volta nel corso di Megaevoluzione - Episodio Speciale III (Pokémon: Mega Evolution Special III).[15]

Carte collezionabiliModifica

Rayquaza appare in 19 carte, prevalentemente di tipo Incolore, appartenenti a 12 set.[16][17]

AccoglienzaModifica

 
Cosplay di Rayquaza

Rayquaza è un Pokémon molto popolare in Corea del Sud, dove è addirittura più celebre di Pikachu o di altri Pokémon leggendari come Kyogre, Regigigas, Groudon, Giratina e Lugia.[18] Il Pokémon è stato distribuito in Corea sia nel 2008 che nel 2011, al termine di un sondaggio tra i giocatori coreani.[19][20]

Nel 2011 Rayquaza ha inoltre vinto un sondaggio che metteva a confronto le copertine delle versioni giapponesi dei videogiochi della serie Pokémon.[21] Per questo motivo è stato distribuito un esemplare di Rayquaza in grado di utilizzare la mossa Generatore V.[22]

Nel 2004 è stato commercializzata in Giappone una edizione limitata del Game Boy Advance SP, di colore verde, dedicato al Pokémon leggendario.[23] L'anno seguente è stato creato un francobollo raffigurante Rayquaza.[24]

NoteModifica

  1. ^ a b MegaRayquaza
  2. ^ (EN) Scopri le star delle copertine dei giochi Pokémon!, su Nintendo, 23 settembre 2016.
  3. ^ (EN) Pokémon Conquest - Legendary Pokémon da Serebii.net
  4. ^ (EN) Ash Dekirk, Oberon Zell-Ravenheart, Pokémon, in Dragonlore: From the Archives of the Grey School of Wizardry, Career Press, 2006, p. 126, ISBN 978-1-56414-868-1.
    «In appearance, Rayquaza has definite Meso-American traits».
  5. ^ (EN) Rayquaza, su pokemondb.net. URL consultato il 5 ottobre 2018.
  6. ^ (EN) Pokémon Emerald - Story da Serebii.net
  7. ^ (EN) Pokémon Heart Gold & Soul Silver - Legendary Pokémon da Serebii.net
  8. ^ (EN) Pokémon X & Y - Sky Battles da Serebii.net
  9. ^ La sfortuna di Fox, su smashbros.com (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2009).
  10. ^ (EN) Pinball R/S: Bonus Stages da Serebii.net
  11. ^ Pokémon Pinball R&Z: Livelli Bonus Archiviato il 6 luglio 2010 in Internet Archive. da Pokémon Millennium
  12. ^ (EN) Destiny Deoxys! da Serebii.net
  13. ^ (EN) Rayquaza (M07)
  14. ^ (EN) Episode 610 - Where No Togepi Has Gone Before! da Serebii.net
  15. ^ (EN) XY Special: Strongest Mega Evolution ~Act III~, su Serebii.net.
  16. ^ (EN) Rayquaza (TCG) da Bulbapedia
  17. ^ (EN) #384 Rayquaza - Cardex da Serebii.net
  18. ^ (KO) 포켓몬 공식 사이트, su pokemonkorea.co.kr (archiviato dall'url originale il 14 gennaio 2012).
  19. ^ (EN) Nintendo of Korea Rayquaza da Bulbapedia
  20. ^ (EN) Rayquaza - Global Link: Korean da Bulbapedia
  21. ^ (JA) 歴代ゲームポケモン総選挙!, su pokemon.co.jp, 2011 (archiviato dall'url originale il 18 gennaio 2012).
  22. ^ (EN) Rayquaza wins 15th anniversary poll da Bulbanews
  23. ^ (EN) Pokémon Emerald GBA SP coming to Japan da GameSpot
  24. ^ (EN) Anime Postage Stamps da Anime News Network

BibliografiaModifica

  • (EN) Elizabeth Hollinger, Pokémon Ruby & Sapphire: Prima's Official Strategy Guide, Prima Games, 2003, p. 129, ISBN 978-0-7615-4256-8.
  • (EN) Fletcher Black, Pokémon Emerald: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2005, p. 213, ISBN 978-0-7615-5107-2.
  • (EN) Lawrence Neves, Pokémon Diamond & Pearl Pokédex: Prima's Official Game Guide vol. 2, Prima Games, 2007, p. 205, ISBN 978-0-7615-5635-0.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon Platinum: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2009, p. 489, ISBN 978-0-7615-6208-5.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Kanto Guide & National Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 390, ISBN 978-0-307-46805-5.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Pokémon: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pokémon