Regulus (zoologia)

genere di uccelli
(Reindirizzamento da Regulidae)

DescrizioneModifica

Fisicamente sono uccelli piccoli, lunghi in media una decina di centimetri, coperti di morbide penne di colore verde-oliva o un verde smorto, tendente al grigio. Il capo è macchiato di un vistoso giallo, arancio o rosso (a seconda della specie). Possiedono un becco corto e aguzzo.

BiologiaModifica

Hanno comportamento gregario e i loro richiami consistono in un sottile "zi-zi-zi" che raggiunge gli ultrasuoni (fa eccezione il Regolo dalla cresta rubino).[senza fonte]

AlimentazioneModifica

I regoli sono prevalentemente insettivori, ma non disdegnano uova di altre specie più piccole; quando vi è mancanza d'insetti, si cibano anche di piccoli semi e altri vegetali.

RiproduzioneModifica

I loro nidi si presentano a forma di borsa.

Questi uccelli depongono da 7 a 12 uova (recanti leggere e rade macchie); dopo 14-17 giorni di cova nascono i piccoli, che dovranno essere nutriti da entrambi i genitori per almeno altre tre settimane.[senza fonte]

Rapporti con l'uomoModifica

Come molti passeriformi, non sono spaventati dalla presenza umana, anzi, quando possono, sfruttano la loro presenza per procurarsi del cibo.

Distribuzione e habitatModifica

Vivono prevalentemente nelle foreste di conifere delle regioni circumpolari, ma possono spingersi parecchio più a sud.

TassonomiaModifica

Sono note sei specie:[1]

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Regulidae, in IOC World Bird Names (ver 6.2), International Ornithologists’ Union, 2016. URL consultato l'8 maggio 2014.
  2. ^ Boyd J. H., Reguloidea, in Aves - A Taxonomy in Flux, 2010. URL consultato il 9 febbraio 2014.

Altri progettiModifica

  Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli