Apri il menu principale
Riserva naturale speciale Fondo Toce
Fondotoce canneti.jpg
Tipo di areaRiserva regionale
Codice WDPA64456
Codice EUAPEUAP0346
Class. internaz.Categoria IUCN IV: area di conservazione di habitat/specie
StatoItalia Italia
RegionePiemonte Piemonte
ProvinciaVerbano-Cusio-Ossola Verbano-Cusio-Ossola
ComuniVerbania
Superficie a terra365 ha
Provvedimenti istitutiviL.R. 51, 24.04.90
GestoreEnte di gestione delle aree protette del Ticino e del Lago Maggiore
PresidenteAdriano Fontaneto
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Riserva naturale speciale Fondo Toce
Riserva naturale speciale Fondo Toce

Coordinate: 45°56′17″N 8°29′40″E / 45.938056°N 8.494444°E45.938056; 8.494444

La riserva naturale speciale Fondo Toce (o riserva naturale speciale di Fondotoce [1] è un'area naturale protetta posizionata sul versante nord-occidentale del Lago Maggiore nel comune di Verbania, in Piemonte. È stata istituita dalla Regione Piemonte con legge regionale del 1990[2][3].

Indice

TerritorioModifica

La riserva si estende su di una superficie di circa 365 ettari lungo la riva piemontese del Lago Maggiore, sul tratto terminale del fiume Toce e dell'omonima piana alluvionale[2]. Insieme a quelli di Dormelletto, i canneti di Fondotoce rappresentano uno degli ultimi esempi (nel novarese) di zona umida di transizione tra terra e acqua a prevalente vegetazione spontanea, costituita da canneti di cannuccia di palude[4][5].

AccessoModifica

Per favorire l'avvicinamento dei visitatori è stato creato un facile sentiero pianeggiante, percorribile in un'ora circa[2].

FloraModifica

Nella riserva il protagonista è il canneto di cannuccia di palude, tra i più estesi Lago Maggiore[2]. Questi canneti sono formati da una pianta alta anche 3-4 metri costituita da un fusto rigido ricoperto di foglioline e culminante con un'inflorescenza denominata pannocchia. L'importante ruolo ricoperto da tale tipo di pianta lacustre è da ascriversi alla sua funzione di filtro delle acque del lago: regimazione delle acque, depurazione e assorbimento equilibrato delle sostanze, anche nocive, introdotte nell'acqua[2][4][5].

A livello di flora, ad oggi sono state censite circa 240 specie: varie tipologie di salice, due rare felci rintracciabili esclusivamente nelle zone umide, e una ricca vegetazione acquatica nella quale si può annoverare la rara castagna d'acqua[2].

FaunaModifica

Questo luogo, grazie al ruolo svolto dai canneti, è caratterizzato da un alto grado di biodiversità ed è frequentato da diverse specie di animali: rettili, anfibi, mammiferi e insetti. Un ambiente ideale per la riproduzione di varie specie ittiche (lucci, carpe ecc.) e ornitologiche[2]. Molti uccelli, infatti, vengono in questa area per nidificare; altri sostano durante la migrazione; mentre altri ancora vi stazionano tutto l'anno. Sono state censite più di 120 specie differenti. Vi sono quelli acquatici (svassi, cigni, folaghe), che vengono qui a nidificare, e quelli migranti, come le rondini, che qui possono riposare e rifocillarsi.

Proprio qui ha sede anche il Centro studi sulle migrazioni di Fondotoce di importanza europea[6].

Aree collegateModifica

Il territorio è gestito dall'Ente di gestione delle aree protette del Ticino e del Lago Maggiore ed è protetto insieme al parco naturale della Valle del Ticino, al parco naturale dei Lagoni di Mercurago, alla riserva naturale speciale dei Canneti di Dormelletto e alla riserva naturale orientata di Bosco Solivo[7].

NoteModifica

  1. ^ La Riserva Naturale di Fondotoce: il paradiso di Verbania
  2. ^ a b c d e f g Riserva Naturale Speciale di Fondotoce, su lagomaggiore.net.
  3. ^ Elenco ufficiale delle aree protette (EUAP) 6º Aggiornamento approvato il 27 aprile 2010 e pubblicato nel Supplemento ordinario n. 115 alla Gazzetta Ufficiale n. 125 del 31 maggio 2010.
  4. ^ a b Gianni Farneti, 1000 oasi e parchi naturali da vedere in Italia, Milano, Rizzoli, 2011, p. 38, ISBN 9788858653739.
  5. ^ a b Parchi, Riserve, Oasi naturali, su veveri.it.
  6. ^ Ecosistemaverbano
  7. ^ Un gestore per le aree protette del Ticino e del Lago Maggiore, su parchiticinolagomaggiore.it.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica