Robby Kelley

sciatore alpino statunitense
Robby Kelley
Robby Kelley Fonna.jpg
Robby Kelley nel 2017
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 178 cm
Peso 82 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Slalom gigante, slalom speciale
Squadra Mount Mansfield SC
Termine carriera 2019
 

Robert Kelley detto Robby (Burlington, 26 maggio 1990) è un ex sciatore alpino statunitense.

BiografiaModifica

Robby Kelley, originario di Starksboro, proviene da una famiglia di grandi tradizioni nello sci alpino: figlio di Lindy Cochran, è nipote di Mickey Cochran il quale, dopo aver allenato personalmente i quattro figli che sarebbero entrati nella nazionale statunitense (oltre a Lindy, Barbara, Marilyn e Bob), nel 1974 sarebbe divenuto allenatore della stessa squadra nazionale. Anche la generazione di Robby avrebbe fornito diversi elementi alla nazionale statunitense, come i suoi fratelli Jessica e Tim e i suoi cugini Roger Brown, Jimmy Cochran e Ryan Cochran-Siegle[1][2].

Stagioni 2006-2012Modifica

Robby Kelley ha fatto il suo esordio in gare FIS il 17 dicembre 2005, disputando uno slalom speciale a Sugarloaf/Sunday River e giungendo 45º. Nella medesima specialità il 2 dicembre 2008 a Loveland ha esordito in Nor-Am Cup, piazzandosi 40º.

Il 13 dicembre 2011 ha conquistato la sua prima vittoria, nonché primo podio, in Nor-Am Cup, nello slalom gigante tenutosi sulle nevi di Panorama in Canada. Nella stessa stagione ha esordito in Coppa Europa, il 15 gennaio a Méribel (38º in slalom gigante). A fine stagione in Nor-Am Cup è risultato 17º nella classifica generale e vincitore di quella di slalom gigante.

Stagioni 2013-2019Modifica

In Coppa del Mondo ha esordito il 28 dicembre 2012 nello slalom gigante di Sölden, senza qualificarsi per la seconda manche, e ha conquistato i primi punti il 12 gennaio successivo, classificandosi 23º nel prestigioso slalom gigante della Chuenisbärgli di Adelboden: tale risultato sarebbe rimasto il migliore ottenuto da Kelley nel massimo circuito internazionale.

Ai Mondiali di Schladming 2013, sua prima presenza iridata, si è piazzato 26º nello slalom gigante; quattro anni dopo, ai Mondiali di Sankt Moritz 2017 (suo congedo iridato), si è classificato 39º nello slalom speciale. Ha disputato la sua ultima gara in Coppa del Mondo il 18 novembre 2018, lo slalom speciale di Levi che non ha completato; si è ritirato al termine di quella stessa stagione 2018-2019 e la sua ultima gara in carriera è stata uno slalom gigante FIS disputato a Burke Mountain il 6 aprile, non compeltato da Kelley.

PalmarèsModifica

Coppa del MondoModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 133º nel 2013

Coppa EuropaModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 59º nel 2016
  • 1 podio:
    • 1 terzo posto

Nor-Am CupModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 17º nel 2012
  • Vincitore della classifica di slalom gigante nel 2012
  • 7 podi:
    • 2 vittorie
    • 2 secondi posti
    • 3 terzi posti

Nor-Am Cup - vittorieModifica

Data Località Paese Specialità
13 dicembre 2011 Panorama   Canada GS
14 dicembre 2011 Panorama   Canada GS

Legenda:
GS = slalom gigante

South American CupModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 28º nel 2009
  • 1 podio:
    • 1 secondo posto

Australia New Zealand CupModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 5º nel 2017
  • Vincitore della classifica di slalom speciale nel 2017
  • 8 podi:
    • 3 vittorie
    • 4 secondi posti
    • 1 terzo posto

Australia New Zealand Cup - vittorieModifica

Data Località Paese Specialità
22 agosto 2015 Perisher   Australia SL
25 agosto 2016 Mount Hotham   Australia SL
26 agosto 2016 Mount Hotham   Australia SL

Legenda:
SL = slalom speciale

Campionati statunitensiModifica

NoteModifica

  1. ^ Matteo Pavesi, Cochran-Siegle e Irwin vincitori della Nor-Am, in fantaski.it, 17 marzo 2014. URL consultato il 2 marzo 2015.
  2. ^ (EN) Ryan Cochran-Siegle, su usskiandsnowboard.org, Federazione sciistica degli Stati Uniti. URL consultato il 2 novembre 2020.
  3. ^ (EN) Scheda U.S. Ski Team, su usskiteam.com. URL consultato il 2 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2015).
  4. ^ (EN) Profilo FIS, su data.fis-ski.com. URL consultato il 4 agosto 2019.

Collegamenti esterniModifica