Rod Lawler

giocatore di snooker inglese

Rod Lawler (Liverpool, 12 luglio 1971) è un giocatore di snooker inglese, conosciuto per il suo ritmo lento al tavolo. Nel 1996, ha perso la finale dell'International Open, la sua unica nei tornei Ranking, contro John Higgins.[1][2][3]

Rod Lawler
Rod Lawler PHC 2016-3.jpg
Rod Lawler nel 2016
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Biliardo Cue sports pictogram.svg
Specialità Snooker
Carriera
Carriera professionistica
Stagioni 1990-
Soprannome Rod The Plod
Ranking 112° (12 maggio 2020)
Miglior Ranking 20° (Maggio 1996-Maggio 1997)
Risultati nei tornei della Tripla Corona
UK Championship 4T (2014)
Masters -
Campionato mondiale 2T (1996)
Titoli Ranking 0 (Miglior risultato: Finale)
International Open 1996
Titoli Non-Ranking 3
Century break 110
Miglior break 143 (1)
Campionato mondiale 2003 Q
Maggior vincita £32.000
International Open 1996
Statistiche aggiornate al 12 maggio 2020

Professionista ininterrottamente dal 1990, Rod Lawler figura al 7º posto in questa speciale classifica, dietro ai connazionali Fred Davis (64 anni e 25 stagioni), Jimmy White (40), Steve Davis (38), Rex Williams (44 anni e 27 stagioni), John Pulman (36 anni e 14 stagioni) e Nigel Bond (31).[4]

CarrieraModifica

Stagione 1990-1991Modifica

La sua prima annata nel Main Tour, lo vede presente alla fase finale di 6 tornei. In uno di questi, il Classic, l'inglese raggiunge i quarti, dopo aver battuto anche il campione del mondo 1986 Joe Johnson, prima di essere eliminato da Mike Hallett.[5]

Stagione 1991-1992Modifica

Lawler inizia la stagione 1991-1992 al Dubai Classic, qualificandosi sconfiggendo Euan Henderson. Al primo turno, l'inglese supera Doug Mountjoy per 5-4, ma perde al secondo contro David Roe. Esce al medesimo Round anche allo UK Championship, sconfitto da Steve Newbury, dopo che aveva battuto ancora Mountjoy al primo.[6]

1992-1995Modifica

Negli anni successivi, l'inglese continua a piazzarsi nei primi turni di molti eventi. Nel 1994, perdendo la finale del Benson & Hedges Championship, Lawler non si qualifica al Masters.[7] Nel 1995, riesce invece a qualificarsi per il Campionato mondiale, vincendo, nei turni preliminari, contro Mark Rowing, Marcus Campbell e Dean Reynolds, battendo tutti 10-6. Tuttavia, Lawler si subito ai sedicesimi, eliminato da Peter Ebdon.[8]

Stagione 1995-1996Modifica

Nel 1995-1996, l'inglese raggiunge e perde la sua prima finale ufficiale, all'International Open; Lawler, partito senza testa di serie, batte, al primo turno, Martin Clark per 5-0, poi Stephen Hendry, considerato il miglior giocatore degli anni 1990 (5-3), Billy Snaddon, con lo stesso punteggio, Dave Finbow 5-1 e Nick Pearce per 6-5, in semifinale. In finale, Lawler affronta il campione in carica John Higgins e, dopo aver ottenuto un iniziale vantaggio, l'avversario scozzese vince 6 frames di fila, ottenendo poi il successo per 9-3.[3] L'inglese arriva anche ai quarti del German Open, sconfiggendo il campione del mondo 1979 Terry Griffiths e il finalista del Masters 1993 James Wattana, prima di subire la rivincita da Hendry. Lawler chiude in seguito la buona stagione prendendo parte al Campionato del mondo, per il secondo anno consecutivo, dopo aver battuto il vincitore del 1985 Dennis Taylor, nell'ultimo turno di qualificazione. Ai sedicesimi, l'inglese supera un altro campione, John Parrott, per 10-6, uscendo agli ottavi contro Dave Harold.[9]

1996-2012Modifica

Dopo aver iniziato la stagione seguente al 20º posto nel Ranking, l'inglese non ottiene altri risultati importanti nelle annate a venire; il suo miglior risultato è un quarto di finale, raggiunto al Welsh Open 2003, in cui viene sconfitto da Hendry.[10] Al termine della stagione 2011-2012, Lawler esce dalla top 64 in classifica e si iscrive alla Q School, per rimanere professionista, riuscendo a vincere il terzo evento.[11]

2012-Modifica

Il 9 settembre 2012, Lawler bissa il successo al terzo evento del Players Tour Championship 2012-2013, sconfiggendo Marco Fu in finale, con il punteggio di 4-2.[12] Nel 2014, l'inglese viene eliminato in semifinale al German Masters, da Judd Trump.[13] Nel 2016 e nel 2019 raggiunge i quarti allo Shoot-Out, malgrado non sia un giocatore adatto a questo format di gioco (15 secondi a tiro nei primi 5 minuti e 10 negli altri 5).[14][15]

Ranking[16]Modifica

Stagione Ranking iniziale Ranking finale
1990-1991 Non classificato 54
1991-1992 54 45
1992-1993 45 45
1993-1994 45 45
1994-1995 45 40
1995-1996 40 20
1996-1997 20 26
1997-1998 26 40
1998-1999 40 51
1999-2000 51 51
2000-2001 51 64
2001-2002 64 66
2002-2003 66 53
2003-2004 53 57
2004-2005 57 60
2005-2006 60 47
2006-2007 46 49
2007-2008 49 60
2008-2009 60 61
2009-2010 61 49
2010-2011 49 58
2011-2012 58 75
2012-2013 Non classificato 59
2013-2014 59 38
2014-2015 39 39
2015-2016 39 47
2016-2017 47 68
2017-2018 Non classificato 125
2018-2019 94 84
2019-2020 Non classificato

Miglior Break: 143Modifica

Tornei vintiModifica

Titoli Non-Ranking: 3Modifica

Titoli Non-Ranking
Competizione Anno Avversario Note
  Merseyside Professional Championship 1996   Dean Reynolds [17]
  Finnish Masters 1996   Stefan Mazrocis
  China Masters 1996   Shokat Ali
  • Players Tour Championship: 1 (Evento 3 2012-2013)

Finali perseModifica

Titoli Ranking: 1Modifica

Titoli Non-Ranking: 2Modifica

Titoli Ranking
Competizione Anno Avversario Note
  International Open 1996   John Higgins [3]
Titoli Non-Ranking
Competizione Anno Avversario Note
  Benson & Hedges Championship 1994   Mark Williams [7]
  Merseyside Professional Championship 2000   Michael Holt [18]

NoteModifica

  1. ^ (EN) CueTracker - Career Total Statistics For Rod Lawler - Professional Results - Snooker Results & Statistics, su cuetracker.net. URL consultato il 12 maggio 2020.
  2. ^ (EN) Rod Lawler, su World Snooker. URL consultato il 12 maggio 2020.
  3. ^ a b c (EN) snooker.org: International Open 1996, su snooker.org. URL consultato il 12 maggio 2020.
  4. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - Most Seasons Active As Professional - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 12 maggio 2020.
  5. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - Rod Lawler - Season 1990-1991 - Professional Results - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 12 maggio 2020.
  6. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - Rod Lawler - Season 1991-1992 - Professional Results - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 12 maggio 2020.
  7. ^ a b (EN) Ron Florax, CueTracker - 1994 Benson And Hedges Championship - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 12 maggio 2020.
  8. ^ (EN) snooker.org: World Championship 1995, Summary, su snooker.org. URL consultato il 12 maggio 2020.
  9. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - Rod Lawler - Season 1995-1996 - Professional Results - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 12 maggio 2020.
  10. ^ (EN) Welsh Open 2003, su web.archive.org, 17 ottobre 2006. URL consultato il 12 maggio 2020 (archiviato dall'url originale il 17 ottobre 2006).
  11. ^ (EN) Q School Event Three 2012 [collegamento interrotto], su webcitation.org. URL consultato il 12 maggio 2020.
  12. ^ (EN) Players Tour Championship Event Three (2012) - snooker.org, su snooker.org. URL consultato il 12 maggio 2020.
  13. ^ (EN) Ding & Trump to meet in German final, in BBC Sport. URL consultato il 12 maggio 2020.
  14. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - Tournament Record - Rod Lawler In Snooker Shootout - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 12 maggio 2020.
  15. ^ (EN) World Snooker Shoot-Out | Rules, su web.archive.org, 9 giugno 2012. URL consultato il 12 maggio 2020 (archiviato dall'url originale il 9 giugno 2012).
  16. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - Ranking History For Rod Lawler - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 12 maggio 2020.
  17. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - 1996 Merseyside Professional - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 12 maggio 2020.
  18. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - 2000 Merseyside Professional - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 12 maggio 2020.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica