Sant'Elena (Italia)

comune italiano
Sant'Elena
comune
Sant'Elena – Stemma
Sant'Elena – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of Arms of Veneto.png Veneto
ProvinciaProvincia di Padova-Stemma.png Padova
Amministrazione
SindacoEmanuele Barbetta (lista civica) dall'8-6-2009
Territorio
Coordinate45°11′N 11°43′E / 45.183333°N 11.716667°E45.183333; 11.716667 (Sant'Elena)
Altitudinem s.l.m.
Superficie8,92 km²
Abitanti2 548[1] (31-8-2021)
Densità285,65 ab./km²
Comuni confinantiEste, Granze, Monselice, Solesino, Villa Estense
Altre informazioni
Cod. postale35040
Prefisso0429
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT028083
Cod. catastaleI319
TargaPD
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 466 GG[3]
Nome abitantisantelenesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Sant'Elena
Sant'Elena
Sant'Elena – Mappa
Posizione del comune di Sant'Elena all'interno della provincia di Padova
Sito istituzionale

Sant'Elena (Sant'Ełena in veneto[4]) è un comune italiano di 2 548 abitanti[1] della provincia di Padova in Veneto.

Geografia fisicaModifica

Il comune di Sant'Elena si trova pochi chilometri a sud del complesso del Colli Euganei, a circa 7 chilometri dagli abitati di Este, verso nord ovest e Monselice, verso nord est.

Il territorio è estremamente pianeggiante e l'altitudine varia tra i 5 e gli 8 metri di altitudine sul livello del mare.

Il terreno è molto fertile e adatto in particolare alla coltivazione del mais e di prodotti orticoli di qualità.

StoriaModifica

Il territorio di Sant'Elena condivide la storia recente con quella delle altre realtà della bassa padovana, interessata dalle opere di bonifica e sistemazione delle acque iniziata nel XVI secolo.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

  • Villa Miari de Cumani: è l'edificio di maggior pregio architettonico del territorio comunale. Sorta probabilmente su una preesistente fortificazione medioevale, la villa deve il suo attuale aspetto ad una ristrutturazione eseguita alla fine del XIX secolo. Racchiusa in una cinta muraria merlata è visitabile all'interno.

Sant'Elena nella letteraturaModifica

Sant'Elena è citata nel poema eroicomico La secchia rapita (1622) di Alessandro Tassoni, precisamente nel canto VIII all'ottava 16:

"[...] E prima fu l'insegna d'Este,

che l'aquila d'argento incoronata

portar solea nel bel campo celeste:

or d'uno struzzo bianco è figurata,

impresa del tiranno e di sue gesta.

Di Sant'Elena il fiore indi seconda,

terra di rane e di pantan feconda [...]".

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[5]

Infrastrutture e trasportiModifica

StradeModifica

Sant'Elena è attraversata dalla strada provinciale SP 41, che collega Solesino ad Este (via località Deserto).

Ferrovie e tranvieModifica

La Stazione di Sant'Elena-Este, posta lungo la ferrovia Padova-Bologna, è servita da corse regionali svolte da Trenitalia nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Veneto.

Fra il 1906 e il 1934 presso tale stazione era presente il capolinea della Tranvia Este-Sant'Elena, che consentiva il collegamento pubblico col centro di Este.

Mobilità urbanaModifica

Il trasporto pubblico è garantito un'autolinea interurbana gestita da Busitalia che collega Sant'Elena con le principali località sulla direttrice nord-sud verso la provincia di Padova e di Rovigo.

AmministrazioneModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Bilancio demografico anno 2021 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Renzo Ambrogio, Nomi d'Italia: origine e significato dei nomi geografici e di tutti i comuni, Istituto geografico De Agostini, 2004.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Padova: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Padova