Self Esteem

singolo dei The Offspring del 1994
Self Esteem
The Offspring - Self Esteem.png
Screenshot tratto dal videoclip del brano. È visibile Greg K. a sinistra, Dexter Holland al centro e Noodles a destra.
ArtistaThe Offspring
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1994[1][2]
Durata4:20
Album di provenienzaSmash
Dischi1
Tracce3
GenerePunk revival[3]
Hardcore punk[4][5]
Post-grunge[3]
Rock alternativo[3]
Pop punk[3]
Hard rock[3]
EtichettaEpitaph Records[3]
ProduttoreThom Wilson[4]
Registrazione1994
Certificazioni
Dischi d'oroAustralia Australia[6]
(vendite: 35 000+)
Svezia Svezia[7]
(vendite: 25 000+)
Dischi di platinoNorvegia Norvegia[8]
(vendite: 10 000+)
The Offspring - cronologia
Singolo precedente
(1994)
Singolo successivo
(1995)

Self Esteem è un singolo[9] della band punk Offspring pubblicato nel 1994. Ha raggiunto la posizione numero 4 nella Billboard Modern Rock Tracks[10].

La traccia Self Esteem figura nell'album Smash del 1994, mentre Jennifer Lost the War e Burn It Up sono riprese rispettivamente dagli album The Offspring del 1989 e Ignition del 1992.

Noodles ha successivamente regalato la chitarra con cui suona (una Fender Stratocaster) ad una delle comparse del video[11].

La canzone Jennifer Lost the War è disponibile gratuitamente per il download in formato MP3 192 Kbit/s su nitrorecords.com.

TracceModifica

1^ Versione[12][13]Modifica

  1. Self Esteem - 4:20
  2. Burn It Up - 2:43
  3. Jennifer Lost the War - 2:34

2^ Versione[14]Modifica

  1. Self Esteem - 4:17
  2. Jennifer Lost the War - 2:35
  3. Burn It Up - 2:43

VideoModifica

Il video è stato girato nell'agosto del 1994[11] da Darren Lavett, lo stesso del video di Come Out and Play[11], e pubblicato nel febbraio del 1995[15]. Si vedono eseguire diversi stunt, con la band che esegue la canzone su un palco. Dexter lo si vede indossare tre diverse magliette: all'inizio una dei Sex Pistols, poi una dei The Germs ed infine una dei The Vandals quando appare come scheletro.

Si nota anche che per alcuni tratti Dexter non ha la chitarra, necessaria per alcuni riff d'accompagnamento della canzone[16].

FormazioneModifica

ClassificheModifica

Classifica (1995) Posizione
massima
Australia[17] 6
Austria[17] 4
Belgio (Fiandre)[17] 7
Belgio (Vallonia)[17] 8
Canada[18] 34
Danimarca[19] 2
Europa[20] 10
Finlandia[21] 3
Francia[17] 20
Germania[17] 4
Irlanda[22] 27
Norvegia[17] 1
Nuova Zelanda[17] 39
Paesi Bassi[17] 4
Regno Unito[23] 37
Regno Unito (rock & metal)[24] 3
Stati Uniti (alternative)[25] 4
Stati Uniti (mainstream rock)[25] 7
Stati Uniti (radio)[25] 45
Svezia[17] 1

CoverModifica

Self Esteem nella cultura di massaModifica

NoteModifica

  1. ^ Offspring.com Archiviato il 18 dicembre 2008 in Internet Archive.
  2. ^ Epitaph.com
  3. ^ a b c d e f Scheda di Smash su Allmusic.com
  4. ^ a b Allmusic.com
  5. ^ Recensione su Rhapsody.com
  6. ^ (EN) Gavin Ryan, Australia's Music Charts 1988-2010, Mt. Martha, VIC, Australia, Moonlight Publishing, 2011.
  7. ^ (SV) Gold & Platinum 1987–1998 (PDF), International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 23 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 21 maggio 2012).
  8. ^ (NO) IFPI Norsk Platebransje, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 23 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 25 luglio 2012).
  9. ^ Billboard.com
  10. ^ Billboard.com
  11. ^ a b c Complete Music Video Collection
  12. ^ Offspringonline.com Archiviato il 5 gennaio 2009 in Internet Archive.
  13. ^ Allmusic.com
  14. ^ Austriancharts.at
  15. ^ Mvdbase.com
  16. ^ Video live della canzone su YT
  17. ^ a b c d e f g h i j (NL) The Offspring - Self Esteem, Ultratop. URL consultato il 23 luglio 2019.
  18. ^ (EN) Top Singles - February 6, 1995, su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 23 luglio 2019.
  19. ^ (EN) Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Denmark, in Billboard, 17 giugno 1995, p. 47. URL consultato il 23 luglio 2019.
  20. ^ (EN) Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Eurochart, in Billboard, 1º luglio 1995, p. 85. URL consultato il 23 luglio 2019.
  21. ^ (EN) Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Finland, in Billboard, 1º aprile 1995, p. 49. URL consultato il 23 luglio 2019.
  22. ^ (EN) Database, The Irish Chart. URL consultato il 23 luglio 2019.
  23. ^ (EN) Official Singles Chart Top 100: 19 February 1995 - 25 February 1995, Official Charts Company. URL consultato il 23 luglio 2019.
  24. ^ (EN) Official Rock & Metal Singles Chart Top 40: 22 January 1995 - 11 March 1995, Official Charts Company. URL consultato il 23 luglio 2019.
  25. ^ a b c (EN) The Offspring Chart History, su Billboard. URL consultato il 23 luglio 2019.
  26. ^ Allmusic.com[collegamento interrotto]
  27. ^ Yahoo.com, su it.videogames.games.yahoo.com. URL consultato il 23 ottobre 2008 (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2008).
  28. ^ Offspring.com Archiviato il 2 ottobre 2008 in Internet Archive.
  29. ^ Etmagazine.it

Collegamenti esterniModifica

  Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk