Apri il menu principale

BiografiaModifica

Inizia la carriera nella seconda metà degli anni sessanta.

Nel 1967 esce Non ti scordar di me, con cui partecipa al Cantagiro ed al Festivalbar. Proprio al Festivalbar ottiene grande successo classificandosi al primo posto della sezione giovani Disco Verde con un numero di 29.683 ascolti in Juke-box nei bar di tutta Italia.

Il 1969 è l'anno di Arrivederci a forse mai, che partecipa a Un disco per l'estate, arrivando in finale e classificandosi all'undicesimo posto, seguito poi da Pulicinella.

Nello stesso anno pubblica il suo primo album, che racchiude, oltre ai suoi successi, anche reinterpretazioni di canzoni di altri artisti, come Il mondo è grigio, il mondo è blu di Nicola Di Bari.

Un'altra sua canzone Whisky, viene scelta come sigla della serie televisiva del Tenente Sheridan, ed anni dopo verrà inserita nella colonna sonora del film La donna della domenica di Luigi Comencini del 1975 (dall'omonimo romanzo di Fruttero & Lucentini).

Nel 1970 partecipa al Festival di Sanremo in coppia con Tony Renis con Canzone blu.

Continua la carriera, seppure in tono minore, per tutti gli anni settanta, decennio in cui si dedica anche al cinema; lavora spesso in teatro, partecipando agli spettacoli del Bagaglino.

Nel 1984 incide Angeli, sigla della telenovela Plumas a Paetas, e Che coppia noi, sigla dell'edizione di quell'anno del Processo del lunedì.

Con Non ti scordar di me partecipa a Una rotonda sul mare nel 1990.

Nel 1991 ha pubblicato un album dedicato a reinterpretazioni di canzoni di Fred Buscaglione, e nel 1999 una raccolta di suoi successi riarrangiati.

DiscografiaModifica

FilmografiaModifica

BibliografiaModifica

  • Eddy Anselmi, Festival di Sanremo. Almanacco illustrato della canzone italiana, edizioni Panini, Modena, alla voce Leonardi, Sergio, pag. 760

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN232698496 · SBN IT\ICCU\UBOV\824811 · WorldCat Identities (EN232698496