Serie B 2004-2005 (calcio a 5)

Serie B 2004-2005
Competizione Serie B
Sport Futsal pictogram.svg Calcio a 5
Edizione 15ª
Organizzatore Divisione Calcio a 5
Date dal 25 settembre 2004
all'11 giugno 2005
Luogo Italia Italia
Partecipanti 84
Formula Girone all'italiana,
play-off e play-out
Risultati
Promozioni Atlante Grosseto
Bisceglie
Real Cesana
Cinecittà
Forte Colleferro
Imola
Pro Scicli
Retrocessioni Ass. Club
Barletta
Bergamo
Bergamo Calcetto
Boemia Edilproget
Bubi Merano
Buskers
Cornaredo
Costa di Sopra
Fano
IGP Pisa
Këmarin
Manzano
Massa
Mediterranea Carbònia
Pomezia
Real Matera
Real Scafati
Regalbuto
Rimini
San Severino
Scanzano
Venafro
Vigor Guardiagrele
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2003-2004 2005-2006 Right arrow.svg

Il quindicesimo campionato di serie B, il settimo di terzo livello, si è svolto tra il 25 settembre 2004 e il 23 aprile 2005, prolungandosi fino all'11 giugno 2005 con la disputa delle partite di spareggio. Al termine della stagione regolare sono promosse in serie A2 le formazioni vincitrici dei sei gironi, mentre le ultime tre classificate retrocedono in serie C1. Per ogni girone le formazioni piazzatesi al decimo e all'undicesimo posto si affrontano tra loro in una fase a eliminazione diretta, basata su gare di andata e di ritorno, per decretare altre sei retrocessioni. Le squadre classificatesi al secondo e al terzo posto di ogni girone accedono ai play-off, che coinvolgono anche le formazione classificatesi all'undicesimo e al dodicesimo posto dei due gironi di serie A2. Divise in due raggruppamenti (le società del girone A di serie A2 con quelle dei gironi A, B e C di serie B, mentre le società del girone B di serie A2 con quelle dei gironi D, E e F di serie B), le squadre si affrontano in tre fasi ad eliminazione diretta basate su gare di andata e di ritorno, per assegnare gli ultimi due posti disponibili alla prossima edizione del campionato di serie A2.

Girone AModifica

PartecipantiModifica

Il girone A comprende otto società provenienti dalla Lombardia, tre dal Piemonte e una ciascuna da Liguria, Toscana e Valle d'Aosta. Alle squadre già presenti nella precedente edizione si è aggiunto il Real Torino vincitore dei play-off nazionali di serie C nonché le vincitrici dei rispettivi campionati regionali ovvero San Lorenzo della Costa e Bergamo Football Five (diventato durante l'estate "Bergamo Calcetto"[1]). Il capoluogo orobico è stato interessato per la prima volta da un derby cittadino in quanto è retrocesso nella stessa categoria il Bergamo Calcio a 5. La Virtus Brescia, anch'essa proveniente dalla serie A2 ha rinunciato all'iscrizione in Serie B, ripartendo dal campionato regionale di serie C2. Il Gruppo Sportivo Torinese (vincitore della serie C1 unica di Piemonte e Valle d'Aosta) è stato assorbito dal Real Dayco Cesana così come il Karmaland, confluito nel Piemonte C5. Al loro posto sono state ripescate la Domus Bresso (giunta seconda nella serie C1 della Lombardia) e il retrocesso Cornaredo (nuova denominazione della "Polisportiva Antares")[2]. L'organico è completato dallo spostamento di girone del Massa C5 e dal Real Milan che ha rilevato il titolo sportivo della Bramante Seregno.

ClassificaModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Real Cesana 68 26 22 2 2 130 48 +82
  2.   Real Torino 58 26 19 1 6 149 85 +64
  3. Piemonte 56 26 18 2 6 141 96 +45
4. Aosta 55 26 17 4 5 98 64 +34
5.   Interfive Vigevano 50 26 16 2 8 151 90 +60
6.   Gordona 41 26 13 2 11 119 107 +12
7.   San Lorenzo della Costa 33 26 10 3 13 90 110 -20
8. Toniolo Milano 31 26 9 4 13 110 103 +7
9.   Real Milan 28 26 8 4 14 102 136 -34
  10. Bergamo 27 26 8 3 15 92 110 -18
  11. Domus Bresso 25 26 6 7 13 76 119 -43
  12. Cornaredo 23 26 6 5 15 91 133 -42
  13.   Bergamo Calcetto 17 26 4 5 17 93 142 -49
  14.   Massa 12 26 4 0 22 68 166 -98

Verdetti finaliModifica

  •   Real Cesana promosso in serie A2 2005-06.
  •   Bergamo Calcetto, Cornaredo e Massa retrocessi nei campionati regionali.
  • Real Milan, Piemonte e Real Torino non iscritti al campionato di serie B 2005-06.
  • Bergamo retrocesso dopo i play-out ma successivamente ripescato.

Girone BModifica

PartecipantiModifica

Il girone B comprende cinque società provenienti dalla Toscana, tre dal Veneto e altrettante dall'Emilia Romagna, due dal Trentino-Alto Adige e una sola dal Friuli-Venezia Giulia. Rispetto alla precedente edizione sono state ammesse le vincitrici dei rispettivi campionati regionali ovvero Associazione Club (con sede a Castel San Pietro), Libertas La Grolla (prima compagine bolzanina ad approdare in un campionato nazionale di calcio a 5[3]), Poggibonsese, Telecom Broccardo Thiene, oltre al Bologna Football Five vincitrice dei play-off nazionali. Nell'organico non figurano Cornedo e Verona, ripescate in serie A2 e l'Internazionale Gorizia. La compagine friulana, erede della storica ITA Palmanova, pur avendo vinto il proprio campionato di serie C ha rinunciato a iscriversi a qualsiasi campionato FIGC. Al loro posto sono state ripescate Bubi Merano e Castelli Montecchio, mentre il Reggio Emilia C5 proviene dal girone A.

ClassificaModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Atlante Grosseto 59 26 19 2 5 144 71 +73
  2. Dese 58 26 18 4 4 181 110 +71
  3. Thiene 43 26 13 4 9 113 101 +12
4.   Montecchio 40 26 12 4 10 138 112 +26
5. Poggibonsese 38 26 12 2 12 125 113 +12
6.   Bologna FF 38 26 11 5 10 111 113 -2
7. Reggio Emilia 37 26 11 4 11 120 121 -1
8.   Libertas La Grolla[4] 35 26 10 5 11 111 138 -27
9.   Livorno 94[5] 35 26 11 2 13 116 134 -18
  10. Bubi Merano 31 26 10 1 15 104 119 -15
  11. Isolotto 28 26 8 4 14 93 112 -19
  12. IGP Pisa[5][6] 27 26 8 4 14 108 164 -56
  13. Manzano 26 26 7 5 14 102 138 -36
  14. Ass. Club 22 26 6 4 16 83 115 -32

Verdetti finaliModifica

  •   Atlante Grosseto promossa in serie A2 2005-06.
  •   Associazione Club, IGP Pisa e, dopo i play-out, Bubi Merano retrocesse nei campionati regionali.
  • Livorno 94 e Reggio Emilia non iscritte al campionato di serie B 2005-06.
  • Manzano retrocessa ma successivamente ripescata.

Girone CModifica

PartecipantiModifica

Il girone C comprende sette società provenienti dalle Marche, quattro dall'Umbria e tre dall'Emilia-Romagna. La composizione del girone è molto simile a quello della precedente edizione infatti le uniche novità sono rappresentate dalla vincitrici dei campionati regionali di Marche e Umbria ovvero il San Severino e la formazione perugina dei Buskers C5, oltre al ripescato Magione, giunto fino alle finali nazionali dei play-off di serie C. Anche la Polizia Penitenziaria e il Rimini, retrocesse sul campo, sono state ripescate a completamento dell'organico.

ClassificaModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Imola 66 26 21 3 2 161 65 +96
  2.   Montesicuro 64 26 21 1 4 146 74 +72
  3. Palextra Fano 58 26 18 4 4 111 55 +56
4. Sangiorgese 50 26 16 2 8 117 92 +25
5. Coar Orvieto 42 26 13 3 10 98 93 +5
6. Forlì 40 26 13 1 12 90 89 +1
7. Magione[4] 38 26 12 2 12 110 92 +18
8. Ascoli 38 26 12 2 12 115 109 +6
9.   Castelbellino[4] 35 26 11 2 13 110 121 -11
  10. Polizia Penitenziaria 35 26 11 2 13 112 110 +2
  11.   San Severino 29 26 9 2 15 99 120 -21
  12. Fano 20 26 6 2 18 109 168 -59
  13.   Buskers PG 10 26 3 1 22 64 154 -90
  14. Rimini 7 26 2 1 23 41 141 -100

Verdetti finaliModifica

  •   Imola promosso in serie A2 2005-06.
  •   Buskers e Rimini retrocesse nei campionati regionali.
  • Ascoli non iscritto al campionato di serie B 2005-06.
  • Alma Juventus Fano e, dopo i play-out, San Severino retrocessi ma successivamente ripescati.

Girone DModifica

PartecipantiModifica

Il girone D comprende otto formazioni pugliesi, quattro abruzzesi e due molisane. Alle società già presenti nella scorsa edizione si sono aggiunte l'Azzurri Conversano, impostasi nei play-off nazionali di serie C, la Polisportiva Këmarin (squadra della minoranza arbëreshë di Campomarino) e il Sipontum vincitori dei rispettivi campionati regionali ma non il Città di Avezzano che dopo aver vinto la serie C abruzzese[7] non ha presentato domanda di iscrizione a nessun campionato FIGC[8]. L'organico è completato dai ripescaggi del Modugno, retrocesso in seguito alla sconfitta nei play-out e del Giovinazzo.

ClassificaModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Bisceglie 60 26 19 3 4 141 54 +87
  2. Polignano 58 26 18 4 4 137 85 +52
  3. Marina CSA 53 26 17 2 7 99 76 +23
4. Modugno 51 26 16 3 7 132 95 +37
5. Sport Five 44 26 14 2 10 143 90 +53
6. Città di Chieti 40 26 13 1 12 128 122 +6
7. Pro Calcetto 39 26 13 1 12 94 76 +18
8. Azzurri Conversano 33 26 10 3 13 96 106 -10
9. Sipontum 32 26 10 2 14 78 112 -34
  10. Venafro 31 26 10 1 15 97 108 -11
  11. Giovinazzo 30 26 9 3 14 109 136 -27
  12. Barletta 27 26 8 3 15 127 147 -20
  13.   Vigor Guardiagrele 21 26 6 3 17 77 140 -63
  14.   Këmarin 9 26 2 3 21 94 205 -111

Verdetti finaliModifica

  •   Bisceglie promosso in serie A2 2005-06.
  •   Polisportiva Këmarin, Vigor Guardiagrele e, dopo i play-out, Venafro retrocessi nei campionati regionali.
  • Barletta retrocesso ma successivamente ripescato.
  • Fusione tra Città di Chieti e Vigor Guardiagrele. La nuova società assume la denominazione Polisportiva Fabio Polidoro.

Girone EModifica

PartecipantiModifica

Il girone E comprende quattro società provenienti dalla Sardegna e dieci dal Lazio, di cui quattro romane. L'organico è composto da cinque formazioni già presenti nell'edizione precedente, a cui si sono aggiunte il CUS Viterbo retrocesso dalla serie A2, l'Aurelia Nordovest, vincitrice sia della serie C1 laziale sia della Coppa Italia di Serie C, e la Mediterranea Carbònia, impostasi nel massimo campionato regionale della Sardegna. L'Ostia è stato ripescato in serie A2 mentre il Cagliari Calcetto, retrocesso da questa categoria, si è fuso con l'A.T.S. Calcetto Quartu dando vita all'"A.T.S. Cagliari"[1]. A completamento dell'organico sono state ripescate lo Sporting Costa di Sopra e il Boemia Edilproget, entrambe sconfitte nelle fasi finali dei play-off di serie C1, e il retrocesso Ceccano. Il TC Garden assume la denominazione F.C. Cinecittà C5[1]; infine Ariccia e Futsal Urbetevere C5 rilevano rispettivamente il titolo sportivo di Albano e Villa Aurelia Virtus Roma.

ClassificaModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Cinecittà[4] 58 26 18 4 4 141 73 +68
  2. ATS Cagliari 58 26 18 4 4 129 77 +52
  3. Forte Colleferro 53 26 17 2 7 117 73 +44
4.   Aurelia Nordovest 52 26 15 7 4 114 76 +38
5.   Ariccia 42 26 13 3 10 82 76 +6
6. Pro Capoterra[4] 41 26 13 2 11 98 108 -10
7.   Urbetevere[4] 41 26 13 2 11 92 101 -7
8.   Velletri 41 26 13 2 11 105 102 +3
9. Ceccano 38 26 11 5 10 86 75 +11
  10. CUS Viterbo 34 26 11 1 14 102 106 -4
  11.   Boemia Edilproget 25 26 7 4 15 81 102 -21
  12.   Mediterranea Carbònia 16 26 5 1 20 61 106 -45
  13.   Costa di Sopra 13 26 3 4 19 62 131 -69
  14. Pomezia 12 26 3 3 20 64 128 -64

Verdetti finaliModifica

  •   Cinecittà e, dopo i play-off, Forte Colleferro promossi in serie A2 2005-06.
  •   Costa di Sopra, Mediterranea Carbònia e, dopo i play-out, Boemia Edilproget retrocessi nei campionati regionali.
  • ATS Cagliari ripescata in serie A2.
  • Ariccia rileva il titolo sportivo del Genzano, acquisendo il diritto di partecipare alla serie A2 2005-06.
  • CUS Viterbo e Urbetevere non iscritti al campionato di serie B 2005-06.
  • Pomezia retrocesso in serie C1 ma successivamente ripescato.

Girone FModifica

PartecipantiModifica

Il girone F comprende nove società campane, tre siciliane, due lucane e una sola calabrese ovvero il neopromosso Mediocrati C5 con sede a Bisignano. Le altre società vincitrici dei campionati regionali sono la Barrese, espressione del quartiere Barra di Napoli, la Libertas Scanzano impostasi nel campionato della Basilicata e il Città di Corleone vincitore della serie C1 siciliana. A queste si aggiunge il Città di Gragnano vincitrice dei play-off nazionali di serie C. Nessuna delle squadre retrocesse dalla serie A2 si è iscritta alla categoria: il Pagani Futsal ha ceduto il proprio titolo al Real Scafati, l'Olimpia Ischia è ripartita dal campionato regionale di serie C1 mentre la Casertana ha cessato l'attività. Anche la Maestrelli C5 e il Viagrande hanno rinunciato all'iscrizione al campionato, ripartendo dalle categorie regionali; al loro posto sono state ripescate Libertas Real Matera e Regalbuto, entrambe giunte alle fasi nazionali dei precedenti play-off di serie C.

ClassificaModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
    1. Pro Scicli 68 26 22 2 2 140 49 +91
  2. Vesevo 66 26 21 3 2 94 41 +53
  3. Barrese 48 26 15 3 8 116 87 +29
4.   Napoli Five 45 26 13 6 7 119 83 +36
5. Marigliano 44 26 13 5 8 126 107 +19
6.   Forio 41 26 13 2 11 84 103 -19
7. Gragnano 38 26 11 5 10 87 92 -5
8. Afragola 34 26 11 1 14 92 96 -4
9.   Mediocrati 34 26 10 4 12 100 118 -18
  10.   Corleone 33 26 10 3 13 82 85 -3
  11. Regalbuto 26 26 7 5 14 85 93 -8
  12.   Real Matera 26 26 8 2 16 95 139 -44
  13. Real Scafati 19 26 5 4 17 87 106 -19
  14. Scanzano 1 26 1 0 25 87 195 -108

Verdetti finaliModifica

  •   Pro Scicli promossa in serie A2 2005-06.
  •   Libertas Scanzano, Libertas Real Matera e Real Scafati retrocesse nei campionati regionali.
  • Regalbuto retrocesso dopo i play-out ma successivamente ripescata.
  • Città di Corleone rinuncia al campionato di serie B 2005-06, iscrivendosi ai campionati regionali.
  • Vesevo rileva il titolo del Vico Equense acquisendo il diritto di partecipare alla serie A2 2005-06.

Play-out Serie A2 / Play-off Serie BModifica

Girone AModifica

  Quarti di finale Semifinali Finale
                                 


  B  Piemonte 2 5 dts  
A2  Petrarca 5 1  
  B  Piemonte 4 5  
  B  Dese 1 6  
B    Montesicuro 5 5
  B  Dese 7 6  
    B  Piemonte 3 4 (7)
  A2  Aymavilles 4 5 (8)
  B  Thiene 4 5  
B    Real Torino 8 5  
  B    Real Torino 4 2
  A2  Aymavilles 3 4  
B  Palextra Fano 1 3
  A2  Aymavilles 3 4  

Girone BModifica

  Quarti di finale Semifinali Finale
                                 


  B  Forte Colleferro 1 3  
B  Vesevo 1 2  
  B  Forte Colleferro 7 5  
  A2  CUS Molise 0 5  
B  Marina CSA 2 2
  A2  CUS Molise 7 8  
    B  Forte Colleferro 3 3
  A2  Divino Amore 3 1
  B  ATS Cagliari 1 4  
B  Polignano 2 5  
  B  Polignano 4 1
  A2  Divino Amore 2 5  
B  Barrese 3 4
  A2  Divino Amore 2 6  

Play-outModifica

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Domus Bresso 8 - 6 Bergamo 3 - 2 5 - 5
Isolotto 12 - 4 Bubi Merano 7 - 2 5 - 2
San Severino   7 - 13 Polizia Penitenziaria 3 - 3 4 - 10
Giovinazzo 6 - 5 Venafro 6 - 3 0 - 2
Boemia Edilproget   5 - 9 CUS Viterbo 4 - 1 1 - 8
Regalbuto 6 - 8   Corleone 5 - 4 1 - 4

Coppa ItaliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia di Serie B 2004-2005 (calcio a 5).

La Final four di Coppa Italia è stata organizzata dalla società OMGM Imola e si è svolta il 21 e il 22 marzo 2005 presso la palestra Cavina di Imola. La manifestazione è stata vinta dalla Pro Scicli.

Semifinali Finale
        
1 Cinecittà 6
4 Toniolo Milano 5
Cinecittà 2 (5)
Pro Scicli 2 (6)
3 Imola 1
2 Pro Scicli 4

NoteModifica

  1. ^ a b c FIGC, Comunicato Ufficiale N.? 2004/2005 - Allegato 1 Archiviato il 9 settembre 2016 in Internet Archive. figc.it
  2. ^ Domus e Antares brindano al ripescaggio, su ilcalcioa5.com. URL consultato l'11 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 4 settembre 2004).
  3. ^ Il Libertas-La Grolla debutta con il Thiene altoadige.gelocal.it
  4. ^ a b c d e f In base alla classifica avulsa
  5. ^ a b In riferimento all'incontro in data 13 novembre 2004, il giudice sportivo commina alla società "I.G.P. Calcetto Club Pisa A.C. " e alla società "S.C. Livorno 94" la punizione sportiva della perdita della gara col punteggio di 0-6.
  6. ^ 1 punto di penalizzazione
  7. ^ Il Città di Avezzano ritorna in serie B ilcentro.gelocal.it/
  8. ^ FIGC Comunicato Ufficiale N.? 2004/2005 - Allegato 1 figc.it

Collegamenti esterniModifica

  • Girone A su futsalplanet, su futsalplanet.com. URL consultato il 23 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 24 marzo 2014).
  • Girone B su futsalplanet, su futsalplanet.com. URL consultato il 23 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 24 marzo 2014).
  • Girone C su futsalplanet, su futsalplanet.com. URL consultato il 23 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 24 marzo 2014).
  • Girone D su futsalplanet, su futsalplanet.com. URL consultato il 23 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 24 marzo 2014).
  • Girone E su futsalplanet, su futsalplanet.com. URL consultato il 23 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 24 marzo 2014).
  • Girone F su futsalplanet, su futsalplanet.com. URL consultato il 23 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 24 marzo 2014).
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio