Apri il menu principale
Serie B 2005-2006
Competizione Serie B
Sport Futsal pictogram.svg Calcio a 5
Edizione 16ª
Organizzatore Divisione Calcio a 5
Date dal 24 settembre 2005
al 27 maggio 2006
Luogo Italia Italia
Partecipanti 84
Formula Girone all'italiana,
play-off e play-out
Risultati
Promozioni Aosta
Barrese
Belluno
Dese
Domus Chia
Polizia Penitenziaria
Sport Five
Retrocessioni Atletico Catanzaro
Bagnolo
Bologna FF
Catanzarese SG
Ceccano
CUS Molise
CUS Potenza
Eurosporting
Fano
Firenze
Gordona
Libertas La Grolla
Manzano
Mediocrati
Pomezia
Pro Calcetto
Pro Capoterra
Real Gubbio
San Gabriele Vasto
San Severino
Sipontum
Tosco Ligure
Velletri
Vigor Fabriano
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2004-2005 2006-2007 Right arrow.svg

La Serie B 2005-2006 è stato l'ottavo campionato nazionale di terzo livello e la sedicesima edizione assoluta della categoria; si è svolto tra il 24 settembre 2005 e l'8 aprile 2006, prolungandosi fino al 27 maggio 2006 con la disputa delle partite di spareggio. Al termine della stagione regolare sono promosse in serie A2 le formazioni vincitrici dei sei gironi, mentre le ultime tre classificate retrocedono in serie C1. Per ogni girone le formazioni piazzatesi al decimo e all'undicesimo posto si affrontano tra loro in una fase a eliminazione diretta, basata su gare di andata e di ritorno, per decretare altre sei retrocessioni. Le squadre classificatesi al secondo e al terzo posto di ogni girone accedono ai play-off, che coinvolgono anche le formazione classificatesi all'undicesimo e al dodicesimo posto dei due gironi di serie A2. Divise in due raggruppamenti (le società del girone A di serie A2 con quelle dei gironi A, B e C di serie B, mentre le società del girone B di serie A2 con quelle dei gironi D, E e F di serie B), le squadre si affrontano in tre fasi ad eliminazione diretta basate su gare di andata e di ritorno, per assegnare gli ultimi due posti disponibili alla prossima edizione del campionato di serie A2.

Girone AModifica

PartecipantiModifica

Il girone A comprende sette società provenienti dalla Lombardia, una dalla Valle d'Aosta e due ciascuna da Emilia-Romagna, Liguria e Piemonte. Dopo appena una stagione di serie A2, ritorna a disputare la categoria la Valprint Futsal Fram mentre dai campionati regionali sono state promosse "I Bassotti", "Real Casalgrande", "Battifollo Sarzanese" e "Seregno C5" (vincitrici dei rispettivi campionati di serie C1) nonché i torinesi del "F.C. Eurosporting" e i reggiani del "Bagnolo C5" affermatisi nei play-off nazionali di serie C1. Durante l'estate si sono verificate alcune fusioni[1]: Battifollo Sarzanese e Marina di Massa hanno unito le forze dando vita al "Tosco Ligure C5"[2]; il Seregno C5 e la formazione femminile del Rosa Futsal Seregno hanno formato un'unica società cittadina denominata "Brianza C5"; il Reggio Emilia C5 si è fuso con la Polisportiva Giemme dando vita alla "Reggiana Calcio a 5" iscritta di diritto in serie A2 avendo ereditato il titolo sportivo della seconda società. Non hanno presentato domanda di iscrizione[3] Real Milan, Piemonte e Real Torino, mentre il Bergamo, sconfitto nei play-out al termine della precedente edizione, è stato ripescato a completamento dell'organico.

ClassificaModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Aosta 71 26 23 2 1 83 36 +47
  2. Valprint Milano 61 26 19 4 3 134 69 +65
  3. Brianza 48 26 15 3 8 125 83 +42
4. Bassotti 44 26 13 5 8 125 102 +23
5. Domus Bresso 43 26 13 4 9 91 86 +5
6.   Vigevano 39 26 12 3 11 88 81 +7
7.   Real Casalgrande 37 26 11 4 11 100 85 +15
8. Bergamo 34 26 10 4 12 105 98 +7
9. Toniolo Milano 33 26 10 3 13 96 106 -10
  10.   San Lorenzo della Costa 29 26 7 8 11 76 102 -26
  11.   Tosco Ligure 28 26 7 7 12 86 117 -31
  12.   Gordona 23 26 7 2 17 86 113 -27
  13.   Eurosporting 22 26 7 1 18 85 122 -37
  14. Bagnolo 8 26 2 2 22 60 140 -80

Verdetti finaliModifica

  •   Aosta promossa in serie A2 2006-07.
  •   Bagnolo, Eurosporting, Gordona e, dopo i play-out, Tosco Ligure retrocesse nei campionati regionali.

Girone BModifica

PartecipantiModifica

Il girone B comprende le rimanenti due formazioni emiliane, cinque società provenienti dal Veneto, tre dalla Toscana e due rispettivamente da Friuli-Venezia Giulia e dal Trentino-Alto Adige. Rispetto alla precedente edizione nel girone mancano Atlante Grosseto promosso in serie A2, Bubi Merano, Castel San Pietro e IGP Calcetto Pisa retrocesse nei campionati regionali e il Livorno '94 che ha rinunciato alla categoria[3]. Al loro posto sono state ammesse Petrarca e San Lazzaro (rinominatosi durante l'estate "Kaos Futsal") retrocesse dalla serie A2 e le vincitrici dei campionati regionali di Trentino-Alto Adige (Futsal Bolzano), Veneto (Canottieri Belluno) e Friuli-Venezia Giulia (Ecco Noi Per Esempio che esordisce nei campionati nazionali assumendo l'identità dello storico "Palmanova Calcio a 5"[1]). La Polisportiva Rinascita 1984 vincitrice della serie C1 della Toscana, ha rinunciato alla categoria proseguendo l'attività nei campionati regionali; al suo posto è stato ripescato il Firenze, semifinalista negli scorsi play-off nazionali di serie C1. Completa l'organico del girone il ripescaggio del retrocesso Manzano. Tre città saranno interessate da derby: Bologna (Bologna Football Five e Kaos), Bolzano (Futsal Bolzano e Libertas La Grolla) e Firenze (AF Firenze e Isolotto).

ClassificaModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
    1. Belluno 75 26 25 0 1 188 48 +140
  2. Dese 56 26 18 2 6 172 101 +71
  3.   Montecchio 55 26 16 7 3 183 100 +83
4. Petrarca 42 26 12 6 8 113 97 +16
5. Thiene 37 26 12 1 13 106 134 -28
6.   Bolzano Futsal 36 26 10 6 10 104 126 -22
7. Poggibonsese 35 26 11 2 13 102 101 +1
8. Kaos 32 26 10 2 14 92 109 -17
9. Palmanova 31 26 9 4 13 102 135 -33
  10. Isolotto 25 26 7 4 15 78 133 -55
  11.   Libertas La Grolla[4] 24 26 7 3 16 72 132 -60
  12.   Bologna FF[5] 24 26 9 4 13 99 106 -7
  13. Firenze 23 26 7 2 17 69 109 -40
  14. Manzano 22 26 7 1 18 68 117 -49

Verdetti finaliModifica

  •   Belluno e, dopo i play-off, Dese promosse in serie A2 2006-07.
  •   Firenze, Manzano e, dopo i play-out, Libertas La Grolla retrocesse nei campionati regionali.
  • Bolzano Futsal e Palmanova non iscritte al campionato di serie B 2006-07.
  • Bologna FF retrocessa ma successivamente ripescata.

Girone CModifica

PartecipantiModifica

Il girone C è composto da sette formazioni marchigiane, quattro umbre, due abruzzesi e una romagnola. Il Real Gubbio e la Vigor Fabriano sono state promosse dai campionati regionali, così come il Nuovo Pescheto che ha vinto i play-off nazionali di serie C1. Quest'ultima società durante l'estate ha unito le forze con il Montesilvano 2000, dando vita alla "Acqua e Sapone 2000"[1]. L'Ascoli Calcio a Cinque non ha presentato domanda di iscrizione[3] mentre Alma Juventus Fano e San Severino, retrocesse al termine della precedente edizione, sono state ripescate a completamento dell'organico.

ClassificaModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Polizia Penitenziaria 76 26 25 1 0 174 64 +110
  2. Acqua e Sapone 60 26 19 3 4 143 71 +72
  3. Sangiorgese 60 26 19 3 4 128 60 +68
4. Palextra Fano 47 26 16 4 6 116 87 +29
5. Marina CSA 41 26 11 8 7 106 92 +14
6.   Montesicuro 36 26 10 6 10 126 109 +17
7. Coar Orvieto 36 26 11 3 12 101 100 +1
8.   Castelbellino 35 26 10 5 11 96 124 -28
9. Magione 33 26 10 3 13 96 87 +9
  10. Forlì 31 26 10 1 80 107 115 -27
  11.   Vigor Fabriano 30 26 9 3 14 86 105 -19
  12.   San Severino 18 26 5 3 18 81 129 -48
  13. Fano 12 26 4 0 22 90 196 -106
  14.   Real Gubbio 8 26 2 2 22 71 163 -92

Verdetti finaliModifica

  •   Polizia Penitenziaria promossa in serie A2 2006-07.
  •   Fano, Real Gubbio e San Severino retrocessi nei campionati regionali.
  • Sangiorgese rileva il titolo sportivo della Polisportiva Giampaoli Ancona, acquisendo il diritto di partecipare alla serie A2 2006-07.
  • Montesicuro non si iscrive al campionato di serie B, ripartendo dalla serie C2 regionale.
  • Vigor Fabriano retrocessa dopo i play-out ma successivamente ripescata.

Girone DModifica

PartecipantiModifica

Il girone D comprende nove società provenienti dalla Puglia, tre dall'Abruzzo e due dal Molise. Alle squadre già presenti nella precedente edizione si sono aggiunte il CUS Molise retrocesso dalla serie A2, il Martina C5 impostosi nei play-out di serie C1, e le vincitrici dei rispettivi campionati regionali: Ruvo Calcetto, Strike Termoli nonché il San Gabriele Vasto che torna a disputare un campionato nazionale dopo quindici anni di assenza (Serie A 1989-90). Il posto lasciato vacante dalla concomitante vittoria del Ruvo Calcetto in campionato e Coppa Italia di serie C1 è stato preso dal Barletta, ripescato dopo la retrocessione della scorsa stagione. Si registra infine la fusione tra Città di Chieti e Vigor Guardiagrele a formare la "Polisportiva Fabio Polidoro" con sede a Guardiagrele[1].

ClassificaModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Sport Five 67 26 22 1 3 155 65 +90
  2. Modugno 65 26 21 2 3 159 78 +81
  3.   Fabio Polidoro 54 26 16 6 4 132 83 +49
4. Polignano 50 26 15 5 6 116 93 +23
5.   Ruvo Calcetto 44 26 14 2 10 112 83 +29
6. Martina C5 41 26 12 5 9 134 105 +29
7.   Termoli 36 26 12 0 14 90 101 -11
8. Barletta 34 26 11 1 14 112 118 -6
9. Azzurri Conversano 33 26 11 0 15 83 112 -29
  10. San Gabriele Vasto 32 26 9 5 12 76 106 -30
  11. Giovinazzo 28 26 8 4 14 87 117 -30
  12. Sipontum 22 26 6 4 16 64 116 -52
  13. Pro Calcetto 13 26 4 1 21 60 124 -64
  14. CUS Molise 9 26 3 0 23 75 154 -79

Verdetti finaliModifica

  •   Sport Five Putignano promosso in serie A2 2006-07.
  •   CUS Molise retrocesso nel campionato regionale del Molise.
  • Pro Calcetto Avezzano, Sipontum e, dopo i play-out, San Gabriele Vasto retrocesse ma successivamente ripescate.

Girone EModifica

PartecipantiModifica

Il girone E comprende nove società laziali, tre sarde e il solo Regalbuto a rappresentare la Sicilia. Rispetto a quanto decretato dal campo al termine della precedente edizione, la composizione del girone presenta alcuni cambiamenti: ATS Cagliari e Ariccia Futsal hanno infatti rilevato il titolo di Delfino Cagliari e Genzano, iscrivendosi al campionato di serie A2. Il titolo della compagine ariccina è stato quindi acquistato dall'Università Tor Vergata, mentre quello dell'Urbetevere Futsal è passato al Ciampino. Città di Corleone, CUS Viterbo e Passo di Rigano (la formazione palermitana vincitrice della Serie C1 siciliana) non hanno presentato domanda di iscrizione, ripartendo dalle categorie regionali: i posti rimasti vacanti sono stati riempiti dal ripescaggio di Città di Latina, Domusdemaria-Chia nonché delle retrocesse Pomezia e Regalbuto. Completano l'organico il Divino Amore e l'Ostia retrocesse dalla serie A2 e le vincitrici dei campionati regionali di Lazio e Sardegna ovvero Albano e Assemini.

ClassificaModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Domus Chia 52 26 16 4 6 96 66 +30
  2. Divino Amore 51 26 16 3 7 114 89 +25
  3.   Tor Vergata 48 26 14 6 6 110 84 +26
4. Ostia 41 26 12 5 9 87 90 -3
5. Regalbuto 36 26 10 6 10 85 79 +6
6.   Aurelia Nordovest 36 26 10 6 10 102 90 +12
7. Ciampino 35 26 9 8 9 74 78 -4
8. Assemini 35 26 10 5 11 74 87 -13
9. Latina 34 26 10 4 12 102 111 -9
  10. Albano 33 26 10 3 13 70 72 -2
  11. Pomezia 32 26 9 5 12 79 90 -11
  12.   Velletri 31 26 9 4 13 79 78 +1
  13.   Pro Capoterra 26 26 7 5 14 73 95 -22
  14. Ceccano 21 26 5 6 15 63 99 -36

Verdetti finaliModifica

  •   Domus Chia promossa in serie A2 2006-07.
  •   Pro Capoterra retrocessa nel campionato regionale della Sardegna.
  • Pomezia e Velletri retrocessi in serie C1, acquisiscono il diritto di partecipare alla serie B 2006-07 rilevando rispettivamente il titolo sportivo del Divino Amore e dell'Ariccia.
  • Divino Amore e Ostia non iscritti al campionato di serie B 2006-07.
  • Ceccano retrocesso in serie C1 ma successivamente ripescata.

Girone FModifica

PartecipantiModifica

Il girone F comprende dieci formazioni campane, tre calabresi e il solo CUS Potenza a rappresentare la Basilicata. Al posto della Pro Scicli promossa in serie A2 e delle retrocesse Libertas Scanzano, Real Matera e Real Scafati sono state ammesse le vincitrici dei tre campionati regionali afferenti ovvero Catanzarese (che durante l'estate ha associato alla propria denominazione il nome del compianto Stefano Gallo), CUS Potenza (diventata "Futsal Potenza") e Olimpia Ischia. Il titolo del Città di Aversa C5, giunto ultimo nel girone B del precedente campionato di serie A2, è stato rilevato dal Camilla Cales di Teverola[1], mentre il Vesevo C5 ha acquistato quello del Vico Equense in serie A2, cedendo contestualmente il proprio al Futsal RMA Pianura[6]. A completamento dell'organico sono state ripescate Casagiove e Atletico Catanzaro[7]. Si registra infine l'ufficializzazione dell'avvenuto cambio di denominazione da "Tigrotti Giugliano C5" a "Città di Gragnano", sebbene la società avesse già adottato la corrente denominazione già durante la precedente stagione[1].

ClassificaModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
  1. Barrese 67 26 21 4 1 137 55 +82
  2. Olimpia Ischia 56 26 17 5 4 124 72 +52
  3. Afragola 55 26 17 4 5 94 51 +43
4. Marigliano 53 26 16 5 5 131 77 +54
5. Gragnano 41 26 12 5 9 90 76 +14
6.   Casagiove 39 26 12 3 11 85 75 +10
7.   Camilla Cales 36 26 10 6 10 76 84 +12
8.   RMA Pianura 35 26 10 5 11 90 89 +1
9.   Napoli Five 35 26 11 2 13 99 83 +16
  10.   Mediocrati 32 26 9 5 12 82 107 -25
11.   Forio 31 26 9 4 13 93 108 -15
  12. CUS Potenza 26 26 8 2 16 90 127 -37
  13.   Atletico Catanzaro 13 26 4 1 21 67 143 -76
  14. Catanzarese SG 1 26 0 1 25 33 164 -131

Verdetti finaliModifica

  •   Barrese promossa in serie A2 2006-07.
  •   Catanzarese, CUS Potenza e Mediocrati retrocesse nei campionati regionali.
  • Forio salvo per la rinuncia del Mediocrati a prendere parte ai play-out.
  • Napoli Five e Olimpia Ischia non iscritte al campionato di serie B 2006-07.
  • Atletico Catanzaro retrocesso ma successivamente ripescato.

Play-out Serie A2 / Play-off Serie BModifica

Girone AModifica

  Quarti di finale (22/4 e 29/4) Semifinali (6/5 e 13/5) Finale (20/5 e 27/5)
                                 


  B  Dese 4 6dts  
B  Acqua e Sapone 4 4  
  B  Dese 7 1  
  A2  Miracolo Piceno 4 3  
B  Brianza 3 3
  A2  Miracolo Piceno 3 7  
    B  Dese 5 1
  A2  Imola 2 3
  B    Montecchio 3 3  
B  Valprint Milano 2 3  
  B    Montecchio 6 1
  A2  Imola 5 4  
B  Sangiorgese 1 1
  A2  Imola 3 5  

Girone BModifica

  Quarti di finale (22/4 e 29/4) Semifinali (6/5 e 13/5) Finale (20/5 e 27/5)
                                 


  B  Modugno 4 4  
B  Divino Amore 6 4  
  B  Divino Amore 5 4  
  A2  Team Matera 3 4  
B  Afragola 4 2
  A2  Team Matera 6 4  
    B  Divino Amore 4 4
  A2  Palermo Futsal 2 8
  B    Tor Vergata 5 7  
B  Olimpia Ischia 8 7  
  B  Olimpia Ischia 5 4
  A2  Palermo Futsal 4 7  
B    Fabio Polidoro 3 1
  A2  Palermo Futsal 6 6  

Play-out[8]Modifica

Lo spareggio tra Mediocrati e Forio (girone F) non è stato disputato in quanto la società calabrese si è ritirata al termine della stagione regolare, rinunciando alla disputa dei play-out[9][10].

Squadra 1  Totale  Squadra 2  Andata   Ritorno 
Tosco Ligure   6 - 8   San Lorenzo della Costa 4 - 2 2 - 6
Libertas La Grolla   6 - 10 Isolotto 3 - 6 3 - 4
Vigor Fabriano   8 - 14 Forlì 5 - 6 3 - 8
Giovinazzo 18 - 5 San Gabriele Vasto 6 - 3 12 - 4
Pomezia 7 - 9 Albano 2 - 2 5 - 7dts

Coppa ItaliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia di Serie B 2005-2006 (calcio a 5).

La Final four di Coppa Italia è stata organizzata dalla società Canottieri Belluno e si è svolta dal 10 all'11 marzo 2006 presso il Palaghiaccio di Belluno sito in località Lambioi. La manifestazione è stata vinta dalla società organizzatrice[11].

Semifinali Finale
        
1 Divino Amore 2
4 Aosta 1
Divino Amore 3
Belluno 8
3 Belluno 9
2 Sport Five 6

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio