Apri il menu principale

Canottieri Belluno

ASD Canottieri Belluno
Calcio a 5 Futsal pictogram.svg
Logo Canottieri Belluno 2012.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali blu/bianco
Dati societari
Confederazione UEFA
Paese Italia Italia
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Città Belluno
Fondazione 1998
Presidente Michele Faggioli
Palmarès
Trofei nazionali 1 Coppa Italia di Serie B
Impianto
SpesArena
2.500 posti
Contatti
Via degli Agricoltori 11, Belluno
www.canottieribelluno.it

L'Associazione Sportiva Dilettantistica Canottieri Belluno è una società italiana di calcio a 5 con sede a Belluno.

StoriaModifica

Le categorie regionaliModifica

Fondata nel 1998 da Federico Palazzin, Alvise Bortolini, Giacomo Fiabane e Alessio Bortolini, lo stesso anno viene iscritta alla serie D del Veneto. La squadra vince immediatamente il proprio girone, venendo promossa in serie C2. Nella stagione successiva il secondo posto ed i vittoriosi play-off segnano la conquista della serie C1; dopo appena una stagione di massima divisione regionale c'è la retrocessione in C2 via play-out, ma già al termine della stagione 2001-02 c'è la pronta risalita. Dopo due anni interlocutori nella categoria, nella stagione 2004-05 la Canottieri vince il campionato e la Coppa Italia di categoria conquistando la serie B.

Le categorie nazionaliModifica

Nell'annata 2005-06 da neopromossa in serie B, vinse il campionato con 75 punti sui 78 disponibili, risultando la seconda migliore squadra di tutti i campionati nazionali dietro al solo Maran Spoleto che ne raccolse 76. Il dominio di quella stagione parla anche di 19 punti di distacco sulla seconda classificata e del maggior numero di reti segnate (188) in tutto il calcio a 5 nazionale (più di sette a partita). Inoltre vinse proprio al PalaLambioi (l'attuale Spes Arena) anche la Coppa Italia di categoria battendo lo Sport Five Putignano in semifinale (9-6, segnando 5 gol negli ultimi 4' di gioco[1]) e il Divino Amore nella finale (8-3). La stagione 2006-07 segna l'esordio in serie A2: la compagine dolomitica chiude il campionato al terzo posto, preceduto soltanto dalla schiacciasassi Marca Trevigiana e dal quotato Cadoneghe. Nei play-off la Canottieri si sbarazza facilmente dell'Aosta ma è successivamente eliminata dal Cagliari. Nella Coppa Italia di categoria è eliminata nei quarti di finale dalla Pro Scicli. Nelle due stagioni seguenti la squadra disputa campionati di metà classifica, piazzandosi in entrambi al settimo posto finale.

Nell'estate 2009 si concretizza la fusione con la formazione della SeriAlpes, nata a sua volta nel 2008 dalla fusione tra il Sedico e la Nuova Alpes Porpet[2] e militante in serie B. Per ragioni di sponsorizzazione la società assume la denominazione Kiwi Sports Belluno[3] e cambia anche i colori sociali, sostituendo il bianco-blu della Canottieri con il giallo-blu della città di Belluno. A livello di organigramma societario Michele Faggioli subentra nella carica di presidente ad Alvise Bortolini, nominato presidente onorario. In campionato la squadra ottiene un nono posto, molto lontana sia dai play-off che dai play-out. Nella stagione 2010-11 la Kiwi Sports arriva seconda in campionato, eliminata nel primo turno dei play-off dal Verona (4-4 a Verona e 2-4 alla Spes Arena) ed è semifinalista alle Final Eight della Coppa Italia di categoria, eliminata dal Casinò di Venezia 5-4.

Dopo aver rischiato di non iscriversi nell'estate 2011 la squadra subisce una rivoluzione di uomini e si presenta al via della stagione con il nome originario di Canottieri Belluno e guidata in panchina, per la seconda stagione consecutiva, da Alessio Bortolini. La squadra raggiunge per la seconda volta consecutiva la final eight di Coppa Italia di A2, dove viene eliminata nei quarti dalla Cogianco Genzano, poi vincitrice della Coppa. In campionato giunge terza in classifica dopo aver lottato a lungo per la promozione diretta, mentre nei play-off viene eliminata al primo turno dal Loreto Aprutino, perdendo 2-1 in trasferta e 4-5 in casa. La stagione seguente la Canottieri disputa un campionato di metà classifica, concludendo la stagione all'ottava posizione. Nel luglio 2013 entrano nella società alcuni dirigenti dell'Atletico Alpago (già Atletico Belluno); con la volontà di farsi capofila dell'intero movimento provinciale, la squadra viene rinominata Dolomitica Futsal.

CronistoriaModifica

Cronistoria della Canottieri Belluno
  • 1998 · Fondazione della Canottieri Belluno.
  • 1998-99 · 1ª in Serie D.   Promossa in Serie C2.
  • 1999-00 · 2ª in Serie C2. Vince i play-off.   Promossa in Serie C1.

  • 2000-01 · 10ª in Serie C1. Sconfitta nei play-out.   Retrocessa in Serie C2.
  • 2001-02 · 1ª in Serie C2.   Promossa in Serie C1.
  • 2002-03 · 2ª in Serie C1.
Semifinalista play-off regionali.
  • 2003-04 · 3ª in Serie C1.
Semifinalista play-off regionali.
  • 2004-05 · 1ª in Serie C1.   Promossa in Serie B.
Vincitrice della Coppa Italia regionale (1º titolo)
Semifinalista di Coppa Italia di Serie C1.
  • 2005-06 · 1ª nel girone B di Serie B.   Promossa in Serie A2.
  Vincitrice della Coppa Italia di Serie B (1º titolo).
  • 2006-07 · 3ª nel girone A in Serie A2.
Semifinalista dei play-off di Serie A2.
Quarti di finale di Coppa Italia di Serie A2.
  • 2007-08 · 7ª nel girone A di Serie A2.
  • 2008-09 · 7ª nel girone A di Serie A2.
  • 2009 · Fusione con la SeriAlpes. Assume la denominazione Kiwi Sports Belluno.
  • 2009-10 · 9ª nel girone A di Serie A2.

  • 2010-11 · 2ª nel girone A di Serie A2.
Quarti di finale dei play-off di Serie A2.
Semifinalista di Coppa Italia di Serie A2.
  • 2011 · Ritorno alla denominazione Canottieri Belluno.
  • 2011-12 · 3ª nel girone A di Serie A2.
Quarti di finale dei play-off di Serie A2.
Quarti di finale di Coppa Italia di Serie A2.
  • 2012-13 · 8ª nel girone A di Serie A2.
  • 2013 · Assume la denominazione Dolomitica Futsal.
  • 2013-14 · 13ª nel girone A di Serie A2.   Retrocessa in Serie B
  • 2014-15 · 11ª nel girone C di Serie B.
  • 2015 · Ritorno alla denominazione Canottieri Belluno.
  • 2015-16 · 7ª nel girone C di Serie B.
  • 2016-17 · 8ª nel girone B di Serie B.
  • 2017-18 · 9ª nel girone B di Serie B.
1ª fase di Coppa Italia di Serie B.
2º turno della Coppa della Divisione.
  • 2018-19 · 8ª nel girone B di Serie B.
1ª fase di Coppa Italia di Serie B.
1º turno della Coppa della Divisione.
  • 2019-20 · Disputa il girone B di Serie B.
1º turno della Coppa della Divisione.

Partecipazione ai campionatiModifica

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione
Serie A2 8 2006-2007 2013-2014
Serie B 7 2005-2006 2019-2020
Serie C1 4 2001-2002 2004-2005
Serie C2 2 1999-2000 2001-2002
Serie D 1 1998-1999

Rosa 2018-2019Modifica

Naz. Ruolo Sportivo Anno
  POR Guilherme Dos Santos
  POR Marco Salvador
  POR Stefano Zampieri
  UNI Kevin Dal Farra
  LAT Daniel Brancher
  LAT Andrea De Biasio
  LAT Mauro Nessenzia
  LAT Brayan Orsi
  LAT Moreno Reolon
  LAT Marco Savi
  LAT Gabriele Savi
  LAT Manuel Sitran
  LAT Marco Sitran
  PIV Fabrizio Piaz

OrganigrammaModifica

Organigramma
  • Presidente: Michele Faggioli
  • Presidente Onorario: Alvise Bortolini
  • Vice Presidente: Giuliano Talò, Giuseppe Da Rech
  • Direttore Sportivo: Stefano Fiabane
  • Consiglieri: Fabio Da Pian, Sergio Mondin, Anna Dina Zanatta
  • Team Manager: Massimo D'Olif, Emilio Piaz
  • Organizers: Giorgio David, Federico Altini, Roberto Satta
  • Addetto stampa: Antonio Fiabane
  • Logistica: Mario Brancaleone
  • Addetto Arbitri: Roberto Visentin
  • Allenatore: Alessio Bortolini
  • Resp. Sett. Giovanile: Giorgio De Bona
  • Scuola Calcio: Gianfranco Borgato
  • Allenatore under 21: Giovanni De Bona
  • Preparatore atletico: Alessandro Bee
  • Medico Sociale: Andrea Casol
  • Fisioterapista: Stefano Bernardi

PalmarèsModifica

Modifica

NoteModifica

  1. ^ Copia archiviata, su divisionecalcioa5.it. URL consultato l'11 luglio 2010 (archiviato dall'url originale l'8 giugno 2007).
  2. ^ FUTSAL MERCATO: Vetrina dei trasferimenti avvenuti e delle disponibilità a trasferirsi - Dalla serie A alla serie C, novità e conferme/1 Archiviato il 16 gennaio 2014 in Internet Archive. domenicolacquaniti.it
  3. ^ Divisione Calcio a 5, Comunicato Ufficiale N.24 2009/2010 Archiviato il 16 gennaio 2014 in Internet Archive. divisionecalcioa5.it

Collegamenti esterniModifica