Sigismondo d'Este (1577-1628)

nobile italiano

Sigismondo d'Este (157725 agosto 1628) figlio di Filippo I d'Este e di Maria di Savoia. 2º Marchese di Lanzo con Groscavallo, Forno e Bonzo.

BiografiaModifica

Sigismondo nacque nel 1577; figlio di Filippo I d'Este e di Maria di Savoia, figlia legittimata del duca Emanuele Filiberto di Savoia, che questi ebbe dalla damigella di corte Laura Crevola.

L'Imperatore Ferdinando II d'Asburgo lo creò principe del Sacro Romano Impero, con titolo non trasmissibile.

Sigismondo si sposò con la nobildonna Francesca Charledes d’Antel d’Hostel; nel 1621 nacque il loro primogenito Filippo Francesco, che sarà destinato ad ereditare il feudo di San Martino, alla morte dello zio, fratello di suo padre, Carlo Filiberto I d'Este, morto senza eredi.

Sigismondo fu insignito del Collare della Santissima Annunziata; in vita resterà fedele a Casa Savoia, anche quando il fratello maggiore Carlo Filiberto I d'Este, romperà i rapporti con i duchi di Savoia, restando fedele agli Asburgo[1].

Morì il 25 agosto 1628.

DiscendenzaModifica

Sposò nel 1618 Francesca Charledes d’Antel d’Hostel; dal matrimonio nacquero:

  • Filippo Francesco (1621-1653), 3º Marchese di Lanzo, 3º Marchese di San Martino in Rio, 1º Marchese di Dronero
  • Carlo Emanuele (1622-1695), 4º Marchese di Borgomanero e Porlezza, 2* Marchese di Santa Cristina. Governatore di San Martino in Rio.
  • Cristina, monaca agostiniana

OnorificenzeModifica

  Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata

NoteModifica

  1. ^ Claudio Donati, Una famiglia lombarda tra XVI e XVIII secolo: gli Este di San Martino e i loro feudi, in Archivi Territori Poteri in area estense (Secc. XVI-XVIII) - a cura di Euride Fregni, Bulzoni Editore, 1999, pp. 442-443.