Stazione di Ponte Gardena-Laion

Ponte Gardena-Laion
Waidbruck-Lajen
già Ponte all'Isarco
stazione ferroviaria
Stazione di Ponte Gardena.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàPonte Gardena
Coordinate46°36′04.32″N 11°31′58.08″E / 46.6012°N 11.5328°E46.6012; 11.5328Coordinate: 46°36′04.32″N 11°31′58.08″E / 46.6012°N 11.5328°E46.6012; 11.5328
Lineeferrovia del Brennero
Caratteristiche
TipoStazione in superficie, passante
Stato attualeIn uso
OperatoreRete Ferroviaria Italiana
Binari4
InterscambiAutolinee interurbane
DintorniIl centro di Ponte Gardena e Laion

La stazione di Ponte Gardena-Laion (in tedesco Bahnhof Waidbruck-Lajen, in ladino Stazion de Pruca-Laion) è una fermata ferroviaria della linea Bolzano-Brennero. Serve i comuni di Ponte Gardena e Laion, in Alto Adige (Italia).

StoriaModifica

La stazione fu attivata con la sola denominazione tedesca di Waidbruck; con l'avvento del fascismo il nome venne italianizzato dapprima in Ponte all'Isarco, infine nel 1938 in Ponte Gardena[1].

Nel secondo dopoguerra, con l'introduzione del bilinguismo, lo scalo assunse la denominazione ufficiale Ponte Gardena/Waidbruck, poi mutata in Ponte Gardena-Laion/Waidbruck-Lajen il 15 giugno 2014[2].

Strutture e impiantiModifica

Il fabbricato viaggiatori venne costruito impiegando soprattutto pietre reperibili nelle vicinanze del sito, con finiture in porfido al quarzo estratto nei pressi di Bolzano. Lo stile architettonico è di chiara impronta tirolese: ciò risulta ben evidente osservando la struttura del tetto, ampio, spiovente e dai lembi sporgenti, dotato di pannelli lignei a tamponamento del timpano di convergenza delle falde[3]. L'edificio è sporadicamente presenziato da un dirigente movimento e ospita al pianterreno l'ufficio di dirigenza e una sala d'attesa con annessi biglietteria automatica, bar e servizi igienici. Il secondo piano ospita tre alloggi (originariamente destinati al personale viaggiante, poi alienati e privatizzati[4]).

Contiguo al suddetto fabbricato sorge un altro stabile, atto ad ospitare un serbatoio d'acqua per le locomotive a vapore, un'officina, un magazzino, un casello ferroviario e ulteriori abitazioni ad uso del personale ferroviario[5]: tale destinazione d'uso è poi venuta a mancare e l'edificio è stato riadattato a deposito.

Il piazzale dispone di quattro binari passanti, di cui il primo e il quarto sono tronchi, mentre il secondo e il terzo (raggiungibili tramite sottopassaggio) sono utilizzati per il servizio passeggeri e per il transito.

 
Ponte ferroviario Rothele a sud di Ponte Gardena

Nei pressi della stazione, in direzione di Castelrotto, sorge il cosiddetto ponte Röthele: inaugurato nel 1867, esso costituisce un esempio di archeologia industriale in virtù della sua conformazione a due passerelle parallele, integralmente costruite con tecnica a traliccio metallico. Dismesso dalla ferrovia a seguito dell'apertura del collegamento diretto tra Ponte Gardena e Prato-Tires mediante la galleria Sciliar, il ponte è stato recuperato (limitatamente a una sola corsia, mentre l'altra è chiusa e abbandonata) come parte di un percorso ciclabile ricalcante il sedime ferroviario dismesso[6].

MovimentoModifica

La fermata è servita da treni regionali e regionali veloci operati da Trenitalia e SAD nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Provincia autonoma di Bolzano.

ServiziModifica

La fermata è videosorvegliata, dotata di impianto di comunicazione sonora.[7]

La stazione dispone di:

  •   Biglietteria automatica
  •   Sala d'attesa
  •   Servizi igienici
  •   Parcheggio auto e bici

InterscambiModifica

Adiacente alla stazione è presente una fermata delle autolinee urbane e interurbane.

  •   Fermata autobus
  •   Taxi

NoteModifica

  1. ^ Ferrovie dello Stato, Ordine di Servizio n. 150, 1938
  2. ^ Direzione Territoriale di Verona - Circolare territoriale 5/2014
  3. ^ (DE) Wilhelm Flattich, Eisenbahn-Hochbau, Lehmann & Wentzel, Vienna, p. 89, 1855.
  4. ^ Risanata la stazione di Ponte Gardena: sala d'aspetto chiusa per tre giorni - provincia.bz.it, 18 lug 2014
  5. ^ Linea Brennero Stazione Ponte Gardena - tecneum.it
  6. ^ L'infopoint al ponte Rothele Archiviato il 1º ottobre 2017 in Internet Archive. - Alto Adige, 7 set 2013
  7. ^ Apertura Bar Stazione Ponte Gardena-Laion - comune.laion.bz.it, 1° lug 2015

BibliografiaModifica

  • Rete Ferroviaria Italiana, Fascicolo Linea 42

Altri progettiModifica