Apri il menu principale
Teudiselo
14-TEODISCLO.JPG
Re dei Visigoti
In carica 548 - 549
Predecessore Teudi
Successore Agila I
Morte Siviglia, 549

Teudiselo dei Visigoti, Teudiselo anche in spagnolo ed in portoghese, Teudisel in catalano, è chiamato anche Teudigiselo o Teudisclo (... – Siviglia, 549), è stato Re dei Visigoti[1] dal 548 alla sua morte (549).

OrigineModifica

Di nobile famiglia visigota.

BiografiaModifica

Nel 533 fu comandante della seconda armata visigota; dopo che i Franchi erano stati sconfitti dalla prima armata comandata da Teudi, durante la loro ritirata, guidati dai re Clotario I e Childeberto I, tagliò loro la strada fermandoli a Valcarlos; ma sembra che li fece passare e rientrare nel loro regno, dopo essersi fatto corrompere. Fu tra i comandanti dell'esercito visigoto, anche durante l'invasione franca del 541.

Alla morte di Teudi, nel 548, fu eletto re. Sui suoi 16 mesi di regno si hanno scarse notizie, si sa solo che fu un uomo di condotta immorale.

Fu assassinato nel palazzo di Siviglia, nel 549, durante un banchetto. Sembra che l'omicidio del re fosse stato organizzato da un gruppo di nobili, per vendicare il loro onore di mariti oltraggiati, in quanto pare che il re intrattenesse diverse relazioni illecite con nobildonne del regno.

Discendenza[2]Modifica

Di Teudiselo non si conosce né il nome di eventuali mogli né alcun discendente.

NoteModifica

  1. ^ Alcune liste di re visigoti non lo contemplano nell'elenco (come anche Agila I), passando da Teudi ad Atanagildo.
  2. ^ (EN) Dinastie dei Visigoti

BibliografiaModifica

  • Rafael Altamira, La Spagna sotto i Visigoti, in Storia del mondo medievale, vol. I, 1999, pp. 743-779.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica