Apri il menu principale

Ubaldo Fillol

allenatore di calcio e ex calciatore argentino
Ubaldo Fillol
Fillol panini card.jpg
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 183 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex portiere)
Ritirato 1990 - giocatore
2011 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1969-1972 Quilmes 92 (-88)
1972-1973 Racing Club 37 (-34)
1973-1983 River Plate 312 (-241)
1983 Argentinos Juniors 14 (-11)
1983-1985 Flamengo 43 (-39)
1985-1986 Atlético Madrid 34 (-32)
1986-1989 Racing Club 91 (-87)
1989-1990 Vélez Sarsfield 15 (-15)
Nazionale
1974-1983 Argentina Argentina 58 (-47)
Carriera da allenatore
1999-2000 Argentina Argentina Portieri
2004 Racing Club
2010-2011 River Plate Portieri
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Oro Argentina 1978
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Ubaldo Matildo Fillol (Monte, 21 luglio 1950) è un allenatore di calcio ed ex calciatore argentino, di ruolo portiere.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

Cresciuto fin da piccolo nel mondo del calcio, dopo un avvio di carriera come centrocampista nel Quilmes, passò a ricoprire il ruolo di portiere, in cui si mise subito in luce per la notevole agilità. Nel 1972 iniziò a giocare come estremo difensore nel Racing Avellaneda, e nel 1973 venne ingaggiato dal River Plate, squadra nella quale militò consecutivamente per undici anni.

Dopo essersi trasferito nei campionati brasiliano e spagnolo, nel 1986 ritornò in Argentina, fino al definitivo ritiro nel 1990.

NazionaleModifica

 
Fillol in azione con l'Argentina nel 1979, alle prese con l'italiano Rossi

Fu con la maglia della nazionale che ebbe le maggiori soddisfazioni e la maggior fama. Partecipò come terzo portiere ai mondiali di Germania Ovest 1974, e fu proprio in quella manifestazione che esordì a Gelsenkirchen il 3 luglio 1974, sostituendo il titolare Daniel Carnevali nell'1-1 con la Germania Est.

Dopo la rassegna tedesca tornò a fare la riserva, poiché il posto di titolare era appannaggio del più anziano e famoso portiere del Boca Juniors, Hugo Gatti; ma prima dei mondiali casalinghi di Argentina 1978, un infortunio di questo ultimo (altre voci dicono che fu lo stesso Gatti a chiamarsi fuori perché fuori forma) gli riaprì le porte della nazionale, che non abbandonerà più fino al 1985.

Subito si mise in evidenza come degno erede del predecessore e molti lo consideravano anche superiore a tal punto che, anche al ritorno di Gatti, il commissario tecnico argentino César Luis Menotti scelse di tenerlo comunque tra i pali.

Con la nazionale fu uno dei protagonisti del primo successo mondiale dell'Argentina nel 1978, e partecipò poi anche all'edizione di Spagna 1982, ma in questo caso i sudamericani vennero eliminati dall'Italia nella seconda fase a gironi. Chiuse la carriera disputando complessivamente 58 incontri, secondo portiere con più presenze in nazionale dopo Sergio Romero.

Caso particolare, nelle edizioni mondiali del 1978 e del 1982, Fillol vestì rispettivamente i numeri 5 e 7 (e non la tradizionale maglia numero 1 riservata ai portieri), cosa abbastanza inusuale per un estremo difensore in quanto all'epoca l'Argentina (e altre nazionali come occasionalmente i Paesi Bassi) usavano assegnare la numerazione non in base al ruolo, bensì all'ordine alfabetico. Era soprannominato “El pato”.

PalmarèsModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica