Apri il menu principale
Unione Val d'Enza
unione di comuni
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
ProvinciaProvincia di Reggio Emilia-Stemma.png Reggio Emilia
Amministrazione
CapoluogoMontecchio Emilia[1]
PresidenteFranco Palù (lista San Polo Progetto Comune)
Data di istituzione1º ottobre 2008
Territorio
Coordinate
del capoluogo
44°40′N 10°28′E / 44.666667°N 10.466667°E44.666667; 10.466667 (Unione Val d'Enza)Coordinate: 44°40′N 10°28′E / 44.666667°N 10.466667°E44.666667; 10.466667 (Unione Val d'Enza)
Altitudine99[2] m s.l.m.
Superficie240 km²
Abitanti62 958 (2017)
Densità262,33 ab./km²
ComuniBibbiano, Campegine, Canossa, Cavriago, Gattatico, Montecchio Emilia, San Polo d'Enza, Sant'Ilario d'Enza
Altre informazioni
Prefisso0522
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Unione Val d'Enza – Mappa
Sito istituzionale

L'Unione Val d'Enza è un'unione di comuni nata il 1º ottobre 2008 dalla decisione di sette comuni italiani della Provincia di Reggio Emilia assorbendo la già costituita Associazione Val d'Enza

Fanno parte dell'Unione i comuni di Bibbiano, Campegine, Canossa, Cavriago, Gattatico, Montecchio Emilia, San Polo d'Enza e Sant'Ilario d'Enza.

L'Unione ha una estensione di oltre 240 km² ed una popolazione di circa 62.958 abitanti (anno 2017).

L'Unione ha sede nel comune di Bibbiano. Tuttavia, il comune capodistretto è de facto considerato Montecchio Emilia, sede dell'ospedale distrettuale e del polo scolastico di istruzione superiore. Il centro abitato più popoloso è Sant'Ilario d'Enza.

ScopoModifica

Obiettivi primari dell'Unione sono l'integrazione tra i comuni di funzioni quali Servizi sociali, gestione del personale, polizia locale, gare e appalti di fornitura di beni e servizi.

TerritorioModifica

Estendendosi da nord a sud lungo la Valle dell'Enza, attraversa paesaggi molto differenziati, da quello tipicamente appenninico e collinare nella zona sud, a quelli tipici della Pianura padana nella zona nord della Valle. Alla spiccata varietà dei paesaggi corrisponde anche una varietà di opportunità e di bisogni, nonché di esigenze molto differenziate da Comune a Comune. Convivono infatti nel distretto Comuni estesi e meno popolosi, con prevalente vocazione agricola o turistica, con Comuni meno estesi e più urbanizzati, più vicini al capoluogo, a vocazione più produttiva.

Il territorio si colloca al confine tra le due province di Parma e di Reggio Emilia, con equidistanza di alcuni centri del Distretto fra le due città.

NoteModifica

  1. ^ sede legale. La sede amministrativa è a Barco di Bibbiano
  2. ^ altezza sul livello del mare del capoluogo

Collegamenti esterniModifica