Uragano Ian

Uragano di categoria 4 del 2022
Uragano Ian
Uragano categoria 4  (SSHS)
L'uragano Ian nel momento del suo picco di intensità alle 17:27 UTC del 28 settembre 2022.
L'uragano Ian nel momento del suo picco di intensità alle 17:27 UTC del 28 settembre 2022.
Formazione 23 settembre 2022
Dissipazione 30 settembre 2022
Venti
più veloci
155 mph (250 km/h) (sostenuti 1 minuto)
Pressione minima 936 mbar (hPa; 27,65 inHg)
Vittime ≥ 107[1][2][3]
Danni ≥ $50 miliardi (USD 2022)
Aree colpite Isole Cayman, Cuba, East Coast degli Stati Uniti
Stagione Stagione degli uragani atlantici del 2022

L'uragano Ian è stato un uragano atlantico di categoria 5 che ha colpito Cuba e l'East Coast degli Stati Uniti d'America nel settembre 2022. Ian ha causato danni catastrofici nella Florida sud-occidentale e ha provocato la morte di almeno 107 persone, di cui 100 in Florida,[3] 5 in Carolina del Nord[2] e 2 a Cuba.[1] L'ammontare dei danni è stato stimato in almeno 50 miliardi di dollari.[4]

Storia della tempestaModifica

 
Mappa dell'intensità dell'uragano Ian lungo il suo percorso.

Il 19 settembre 2022 il National Hurricane Center (NHC) ha iniziato a monitorare un'onda tropicale situata diverse centinaia di miglia a est delle Isole Sopravento Meridionali.[5] Due giorni più tardi, la perturbazione si è mossa sopra il mare Caraibico sud-orientale, portando intense piogge e forti raffiche di vento su Trinidad e Tobago, le Isole ABC e la costa nord dell'America meridionale.[6] Il 22 settembre la perturbazione ha iniziato a mostrare segni di una crescente organizzazione, ostacolata tuttavia da un forte wind shear di 45-55 km/h generato dall'outflow dell'uragano Fiona,[7] e alle 09:00 UTC del 23 settembre lo sviluppo di una convezione ben definita ha portato il NHC a classificarla come depressione tropicale nove.[8] Dopo meno di un giorno, alle 03:00 UTC del 24 settembre, la depressione si è rafforzata a tempesta tropicale, ricevendo il nome Ian.[9]

 
L'uragano Ian alle 16:05 UTC del 27 settembre, situato a nord di Cuba.

Il 25 settembre Ian si è mosso in condizioni ambientali estremamente favorevoli, con basso wind shear e temperature superficiali marine di 30 °C,[10] e alle 09:00 UTC del 26 settembre si è rafforzato ad uragano di categoria 1.[11] Ha quindi avuto inizio una fase di rapida intensificazione e Ian è diventato prima un uragano di categoria 2 alle 21:00 UTC[12] e poi di categoria 3 alle 06:30 UTC del 27 settembre, mentre si trovava 55 km a sud della costa cubana.[13] Nel frattempo l'occhio ha cominciato ad apparire sempre più definito nelle immagini satellitari, e alle 08:30 UTC Ian è approdato nei pressi di Pinar del Río con venti massimi di 205 km/h e una pressione centrale minima di 952 mbar.[14] Dopo essersi leggermente indebolito a causa dell'interazione con il terreno dell'isola, alle 15:00 UTC Ian si è mosso sulle acque del golfo del Messico sud-orientale,[15] dove ha iniziato a rafforzarsi nuovamente, raggiungendo una pressione centrale minima di 947 mbar alle 23:00 UTC.[16] Verso la fine della giornata l'intensificazione è stata momentaneamente interrotta dall'inizio di un ciclo di sostituzione dell'eyewall, al termine del quale Ian si è rafforzato ad uragano di categoria 4 con venti di 220 km/h.[17] Poco dopo, alle 10:35 UTC del 28 settembre, l'uragano ha raggiunto il suo picco di intensità massima con venti sostenuti di 250 km/h e una pressione centrale minima di 936 mbar.[18]

 
L'uragano Ian nel momento del suo approdo in Florida il 28 settembre.

Alle 19:05 UTC Ian è approdato in Florida, nei pressi dell'isola di Cayo Costa, con venti massimi fino a 240 km/h e una pressione centrale minima di 940 mbar.[19] Alle 20:35 UTC Ian ha effettuato un secondo approdo a sud di Punta Gorda con venti massimi di 235 km/h.[20] L'interazione con il terreno ha quindi iniziato a indebolire gradualmente Ian, che è stato declassato prima ad uragano di categoria 3 alle 23:00 UTC[21] e poi di categoria 1 alle 03:00 UTC del 29 settembre.[22] Alle 09:00 UTC Ian si è ulteriormente indebolito a tempesta tropicale, mentre si trovava 55 km a sud-ovest di Cape Canaveral.[23] Alle 15:00 UTC Ian si è mosso sull'oceano Atlantico[24] dove, grazie alle calde acque della corrente del Golfo, ha iniziato a intensificarsi e alle 21:00 UTC si è rafforzato nuovamente ad uragano di categoria 1.[25] Il 30 settembre Ian ha cominciato ad accelerare verso nord in direzione della costa della Carolina del Sud,[26] dove è approdato nei pressi di Georgetown alle 18:05 UTC, con venti massimi sostenuti di 140 km/h e una pressione centrale minima di 977 mbar.[27] Tre ore più tardi Ian è diventato un ciclone post-tropicale[28] che, dopo aver attraversato la Carolina del Nord centrale durante il 1º ottobre,[29] si è dissipato sopra la Virginia meridionale alle 03:00 UTC del 2 ottobre.[30]

PreparazioneModifica

Legenda allerte e allarmi
Allarme Condizioni di tempesta tropicale/
uragano attese entro 36 ore
Allerta Condizioni di tempesta tropicale/
uragano possibili entro 48 ore

Grandi AntilleModifica

Il pomeriggio del 24 settembre il governo delle Isole Cayman ha emesso un allarme uragano per l'isola di Grand Cayman e un'allerta tempesta tropicale per le isole di Little Cayman e Cayman Brac.[31] Poche ore più tardi, il governo di Cuba ha emanato un'allerta uragano per l'Isola della Gioventù e le province di Pinar del Río e Artemisa, e un'allerta tempesta per la città di L'Avana e le province di Mayabeque e Matanzas;[32] il 25 settembre entrambe le allerte sono state trasformate in allarmi.[33]

Stati UnitiModifica

FloridaModifica

 
Previsione del 28 settembre del NHC sull'onda di tempesta dell'uragano Ian.

Il 24 settembre il governatore della Florida Ron DeSantis ha dichiarato lo stato di emergenza per l'intero stato,[34] che è stato successivamente approvato dal presidente Joe Biden.[35] La sera del 25 settembre il National Hurricane Center (NHC) ha emesso un allarme tempesta tropicale per parte delle Florida Keys,[36] che il giorno dopo è stato esteso anche alla costa tra Flamingo e Englewood; un allarme uragano è stato invece dichiarato per Dry Tortugas e la costa tra Englewood e Anclote, inclusa la baia di Tampa.[12] Durante il 27 settembre l'allarme tempesta è stato ampliato a comprendere la costa da Anclote a Indian Pass e tutta la costa atlantica dello stato, mentre l'allarme uragano è stato esteso a sud di Englewood fino a Chokoloskee.[37]

 
Il presidente Joe Biden ad un incontro con membri della FEMA.

Entro il 27 settembre, evacuazioni obbligatorie erano state ordinate per l'intera contea di Citrus e per le aree costiere delle contee di Charlotte, Collier, Hernando, Hillsborough, Lee, Levy, Manatee, Pasco, Pinellas, Sarasota e St. Johns. Evacuazioni volontarie erano state invece avviate nelle contee di Clay, Gilchrist, Glades, Highlands, Putnam e Taylor.[38] I distretti scolastici di 55 contee e numerose università hanno cancellato le lezioni, in gran parte dei casi fino al termine della settimana.[39] Walt Disney World e Universal Orlando hanno annunciato la chiusura dei loro parchi divertimento per il 28 e 29 settembre.[40]

Il 24 settembre la NASA ha annunciato che avrebbe rimandato il lancio di Artemis 1, inizialmente previsto per il 27 settembre.[41] Il 26 settembre Amtrak ha comunicato la sospensione del servizio ferroviario Auto Train per il 27 e 28 settembre, mentre alcune corse del Silver Star sono state cancellate o limitate a Jacksonville.[42] Gli aeroporti di Tampa, St. Petersburg-Clearwater e Orlando-Sanford, e i porti di Tampa e Key West hanno sospeso interamente le loro attività.[43]

Altri statiModifica

Durante il 27 settembre il National Hurricane Center (NHC) ha emesso un allarme tempesta tropicale per l'intera costa della Georgia e per la costa della Carolina del Sud a sud della foce del Santee.[44] Il 28 settembre il NHC ha esteso l'allarme tempesta al resto della costa della Carolina del Sud,[45] e i governatori di Georgia, Carolina del Sud, Carolina del Nord e Virginia hanno dichiarato lo stato di emergenza in previsione dell'arrivo di Ian.[46] Il giorno dopo, l'allarme tempesta è stato ampliato alla costa della Carolina del Nord a sud di Duck, mentre un allarme uragano è stato emanato per tutta la costa della Carolina del Sud.[47]

Il Talladega Superspeedway, il Charlotte Motor Speedway e l'Atlanta Motor Speedway hanno messo gratuitamente a disposizione le loro aree campeggio alle persone evacuate.[48] Oltre 3 800 voli sono stati cancellati in tutti gli Stati Uniti a causa dell'uragano Ian.[49]

ImpattoModifica

CubaModifica

L'approdo di Ian come uragano di categoria 3 ha causato estesi danni nelle province di Pinar del Río e Mayabeque. Nel comune di San Juan y Martínez le raffiche di vento hanno raggiunto i 208 km/h,[50] mentre nella capitale L'Avana l'Istituto Cubano di Meteorologia (INSMET) ha rilevato venti sostenuti di 90 km/h e raffiche fino a 140 km/h.[51] Un'onda di tempesta di altezza significativa ha interessato le coste del golfo di Guacanayabo e dell'isola della Gioventù, dove è stato registrato un accumulo pluviometrico giornaliero di 108,3 mm.[50] La sera del 27 settembre un black out ha interessato tutta l'isola di Cuba, dopo che già inizialmente tutta la provincia di Pinar del Río era rimasta senza corrente elettrica.[52] Almeno due persone sono morte a Cuba a causa dell'uragano Ian.[1]

Stati UnitiModifica

FloridaModifica

 
Danni causati dal tornado EF2 che ha colpito Kings Point.

Il 27 settembre diversi tornado, generati dall'uragano Ian mentre si avvicinava alla terraferma, hanno colpito la Florida meridionale,[53] incluso un tornado EF2 che ha causato estesi danni a Kings Point, nella contea di Palm Beach.[54] Alle 18:00 EDT (22:00 UTC) dello stesso giorno, l'aeroporto internazionale di Key West ha registrato i primi venti da tempesta tropicale,[55] e poco dopo la città di Key West è stata interessata dalla terza più alta onda di tempesta dal 1913.[56]

L'impatto dell'uragano Ian nella Florida sud-occidentale come uragano di categoria 4 ha causato danni catastrofici, soprattutto nelle contee di Lee e Charlotte.[57] Nel momento dell'approdo una stazione meteorologica a Cape Coral ha registrato raffiche di vento fino a 225 km/h,[58] poco dopo che il National Weather Service di Tampa aveva emesso dei rari extreme wind warning (EWW), indicando la probabilità di venti sostenuti di 185 km/h o superiori.[59] Nella città di Naples l'onda di tempesta ha raggiunto almeno 1,9 metri sopra il livello medio dell'alta marea, l'ultimo valore registrato dalla stazione di rilevazione prima che venisse distrutta.[60] Gran parte del Sanibel Causeway, l'unico ponte che collega l'isola di Sanibel con la terraferma, è stato distrutto.[61] Nell'entroterra le pesanti piogge portate dall'uragano hanno causato inondazioni significative, con accumuli fino a 317,25 mm registrati a Orlando nel corso di 24 ore.[62] Complessivamente, oltre 2,6 milioni di persone in Florida sono rimaste senza corrente elettrica in seguito al passaggio di Ian.[63]

Almeno 100 persone sono morte in Florida a causa di Ian: 54 nella contea di Lee, 24 nella contea di Charlotte, 8 nella contea di Collier, 5 nella contea di Volusia, 3 nella contea di Sarasota, 2 nella contea di Manatee, una nella contea di Hendry, una nella contea di Hillsborough, una nella contea di Lake e una nella contea di Polk.[3] L'uragano ha inoltre causato l'affondamento di una barca che trasportava 27 migranti vicino alle Florida Keys, cinque persone sono state salvate dalla United States Coast Guard e quattro sono riuscite a nuotare fino alla terraferma, mentre due sono morte annegate; gli altri 16 occupanti risultano invece dispersi.[64]

Altri statiModifica

L'uragano Ian ha causato estesi black out nelle Caroline, oltre 200 000 utenze sono rimaste senza corrente elettrica in Carolina del Sud e circa 129 000 in Carolina del Nord.[65] Lungo la costa della Carolina del Sud si sono registrati allagamenti diffusi.[66] Ian ha provocato cinque vittime in Carolina del Nord.[2]

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Cuba works to restore electricity after Hurricane Ian knocked power out island wide, su npr.org, 28 settembre 2022. URL consultato il 2 ottobre 2022 (archiviato il 1º ottobre 2022).
  2. ^ a b c (EN) Fifth person confirmed dead after Hurricane Ian hit North Carolina, su charlotteobserver.com, 4 ottobre 2022. URL consultato il 4 ottobre 2022 (archiviato il 5 ottobre 2022).
  3. ^ a b c (EN) Florida’s death toll from Hurricane Ian tops 100 as the search for survivors continues, su cnn.com, 3 ottobre 2022. URL consultato il 3 ottobre 2022 (archiviato il 3 ottobre 2022).
  4. ^ (EN) Hurricane Ian Special Summary, su noaa.gov. URL consultato il 13 ottobre 2022 (archiviato il 13 ottobre 2022).
  5. ^ (EN) Five-Day Graphical Tropical Weather Outlook, su nhc.noaa.gov, 19 settembre 2022. URL consultato il 26 settembre 2022.
  6. ^ (EN) Five-Day Graphical Tropical Weather Outlook, su nhc.noaa.gov, 21 settembre 2022. URL consultato il 26 settembre 2022.
  7. ^ (EN) Cat 4 Fiona steams toward Canada; Caribbean disturbance 98L a major concern, su yaleclimateconnections.org, 22 settembre 2022. URL consultato il 26 settembre 2022.
  8. ^ (EN) Tropical Depression Nine Discussion Number 1, su nhc.noaa.gov, 23 settembre 2022. URL consultato il 26 settembre 2022.
  9. ^ (EN) Tropical Storm Ian Advisory Number 4, su nhc.noaa.gov, 24 settembre 2022. URL consultato il 26 settembre 2022.
  10. ^ (EN) Hurricane Ian Discussion Number 13, su nhc.noaa.gov, 26 settembre 2022. URL consultato il 26 settembre 2022.
  11. ^ (EN) Hurricane Ian Advisory Number 13, su nhc.noaa.gov, 26 settembre 2022. URL consultato il 26 settembre 2022.
  12. ^ a b (EN) Hurricane Ian Advisory Number 15, su nhc.noaa.gov, 26 settembre 2022. URL consultato il 27 settembre 2022.
  13. ^ (EN) Hurricane Ian Tropical Cyclone Update, su nhc.noaa.gov, 27 settembre 2022. URL consultato il 27 settembre 2022.
  14. ^ (EN) Hurricane Ian Tropical Cyclone Update, su nhc.noaa.gov, 27 settembre 2022. URL consultato il 27 settembre 2022.
  15. ^ (EN) Hurricane Ian Advisory Number 18, su nhc.noaa.gov, 27 settembre 2022. URL consultato il 28 settembre 2022.
  16. ^ (EN) Hurricane Ian Tropical Cyclone Update, su nhc.noaa.gov, 27 settembre 2022. URL consultato il 28 settembre 2022.
  17. ^ (EN) Hurricane Ian Discussion Number 22, su nhc.noaa.gov, 28 settembre 2022. URL consultato il 28 settembre 2022.
  18. ^ (EN) Hurricane Ian Tropical Cyclone Update, su nhc.noaa.gov, 28 settembre 2022. URL consultato il 28 settembre 2022.
  19. ^ (EN) Hurricane Ian Tropical Cyclone Update, su nhc.noaa.gov, 28 settembre 2022. URL consultato il 28 settembre 2022.
  20. ^ (EN) Hurricane Ian Tropical Cyclone Update, su nhc.noaa.gov, 28 settembre 2022. URL consultato il 29 settembre 2022.
  21. ^ (EN) Hurricane Ian Tropical Cyclone Update, su nhc.noaa.gov, 28 settembre 2022. URL consultato il 29 settembre 2022.
  22. ^ (EN) Hurricane Ian Advisory Number 26, su nhc.noaa.gov, 29 settembre 2022. URL consultato il 29 settembre 2022.
  23. ^ (EN) Tropical Storm Ian Advisory Number 27, su nhc.noaa.gov, 29 settembre 2022. URL consultato il 29 settembre 2022.
  24. ^ (EN) Tropical Storm Ian Discussion Number 28, su nhc.noaa.gov, 29 settembre 2022. URL consultato il 30 settembre 2022.
  25. ^ (EN) Hurricane Ian Advisory Number 29, su nhc.noaa.gov, 29 settembre 2022. URL consultato il 30 settembre 2022.
  26. ^ (EN) Hurricane Ian Discussion Number 32, su nhc.noaa.gov, 30 settembre 2022. URL consultato il 1º ottobre 2022.
  27. ^ (EN) Hurricane Ian Tropical Cyclone Update, su nhc.noaa.gov, 30 settembre 2022. URL consultato il 1º ottobre 2022.
  28. ^ (EN) Post-Tropical Cyclone Ian Advisory Number 33, su nhc.noaa.gov, 30 settembre 2022. URL consultato il 1º ottobre 2022.
  29. ^ (EN) Post-Tropical Cyclone Ian Advisory Number 34, su nhc.noaa.gov, 1º ottobre 2022. URL consultato il 2 ottobre 2022.
  30. ^ (EN) Post-Tropical Cyclone Ian Advisory Number 38, su nhc.noaa.gov, 2 ottobre 2022. URL consultato il 2 ottobre 2022.
  31. ^ (EN) Tropical Storm Ian Intermediate Advisory Number 6A, su nhc.noaa.gov, 24 settembre 2022. URL consultato il 27 settembre 2022.
  32. ^ (EN) Tropical Storm Ian Advisory Number 8, su nhc.noaa.gov, 24 settembre 2022. URL consultato il 27 settembre 2022.
  33. ^ (EN) Tropical Storm Ian Advisory Number 10, su nhc.noaa.gov, 25 settembre 2022. URL consultato il 27 settembre 2022.
  34. ^ (EN) Florida emergency declared as Tropical Storm Ian strengthens, su apnews.com, 25 settembre 2022. URL consultato il 29 settembre 2022 (archiviato il 28 settembre 2022).
  35. ^ (EN) President Joseph R. Biden, Jr. Approves Florida Emergency Declaration, su whitehouse.gov, 24 settembre 2022. URL consultato il 29 settembre 2022 (archiviato il 29 settembre 2022).
  36. ^ (EN) Tropical Storm Ian Advisory Number 12, su nhc.noaa.gov, 25 settembre 2022. URL consultato il 27 settembre 2022.
  37. ^ (EN) Hurricane Ian Advisory Number 19, su nhc.noaa.gov, 27 settembre 2022. URL consultato il 29 settembre 2022.
  38. ^ (EN) Mandatory Evacuations Ordered in Florida; See County List Here, su nbcnewyork.com, 27 settembre 2022. URL consultato il 29 settembre 2022 (archiviato il 27 settembre 2022).
  39. ^ (EN) Florida Department of Education - Hurricane Ian Information, su fldoe.org. URL consultato il 29 settembre 2022 (archiviato il 29 settembre 2022).
  40. ^ (EN) Disney World and Universal Orlando Set to Close as Hurricane Ian Nears Florida, su hollywoodreporter.com, 27 settembre 2022. URL consultato il 29 settembre 2022 (archiviato il 29 settembre 2022).
  41. ^ (EN) Christian Davenport, NASA again delays Artemis launch as Tropical Storm Ian intensifies, su washingtonpost.com, 24 settembre 2022. URL consultato il 29 settembre 2022 (archiviato il 28 settembre 2022).
  42. ^ (EN) Temporary Service Adjustments in Advance of Hurricane Ian, su amtrak.com, 26 settembre 2022. URL consultato il 29 settembre 2022 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2022).
  43. ^ (EN) Christine Hauser e Víctor Manuel Ramos, Closures and delays ahead as Florida airports brace for Ian., su nytimes.com, 27 settembre 2022. URL consultato il 29 settembre 2022 (archiviato il 29 settembre 2022).
  44. ^ (EN) Hurricane Ian Advisory Number 20, su nhc.noaa.gov, 27 settembre 2022. URL consultato il 29 settembre 2022.
  45. ^ (EN) Hurricane Ian Advisory Number 24, su nhc.noaa.gov, 28 settembre 2022. URL consultato il 29 settembre 2022.
  46. ^ (EN) Jenny Gross e Mitch Smith, Ian’s Next Stop: South Carolina, Again as a Hurricane, su nytimes.com, 29 settembre 2022. URL consultato il 29 settembre 2022 (archiviato il 29 settembre 2022).
  47. ^ (EN) Hurricane Ian Advisory Number 28, su nhc.noaa.gov, 29 settembre 2022. URL consultato il 29 settembre 2022.
  48. ^ (EN) Charlotte Motor Speedway opening campground for storm evacuees, su wcnc.com, 27 settembre 2022. URL consultato il 29 settembre 2022 (archiviato il 28 settembre 2022).
  49. ^ (EN) Hannah Sampson, Threat of Hurricane Ian cancels more than 3,200 flights in Florida, su washingtonpost.com, 28 settembre 2022. URL consultato il 29 settembre 2022 (archiviato il 29 settembre 2022).
  50. ^ a b (ES) Reportan los primeros daños en Cuba tras impacto del huracán Ian, su telemundo51.com, 27 settembre 2022. URL consultato il 30 settembre 2022 (archiviato il 30 settembre 2022).
  51. ^ (EN) Hurricane Ian Tropical Cyclone Update, su nhc.noaa.gov, 27 settembre 2022. URL consultato il 30 settembre 2022.
  52. ^ (EN) Camila Acosta e Oscar Lopez, Cuba’s power grid fails in wake of Hurricane Ian, leaving island without electricity., su nytimes.com, 27 settembre 2022. URL consultato il 30 settembre 2022 (archiviato il 28 settembre 2022).
  53. ^ (EN) Storm Prediction Center Today's Storm Reports, su spc.noaa.gov, 27 settembre 2022. URL consultato il 30 settembre 2022 (archiviato il 30 settembre 2022).
  54. ^ (EN) Kings Point tornado near Delray Beach had peak winds of 125 mph, National Weather Service says, su wptv.com, 30 settembre 2022. URL consultato il 30 settembre 2022 (archiviato il 30 settembre 2022).
  55. ^ (EN) Hurricane Ian Tropical Cyclone Update, su nhc.noaa.gov, 27 settembre 2022. URL consultato il 30 settembre 2022.
  56. ^ (EN) Ian smashes into southwest Florida with historic force, su yaleclimateconnections.org, 28 settembre 2022. URL consultato il 30 settembre 2022 (archiviato il 30 settembre 2022).
  57. ^ (EN) Hurricane Ian’s Staggering Scale of Wreckage Becomes Clearer in Florida, su nytimes.com, 29 settembre 2022. URL consultato il 2 ottobre 2022 (archiviato il 2 ottobre 2022).
  58. ^ (EN) National Weather Service Tampa Bay [NWSTampaBay], Here's some of the highest wind gusts we've seen so far. (Tweet), su Twitter, 28 settembre 2022. URL consultato il 30 settembre 2022 (archiviato il 29 settembre 2022).
  59. ^ (EN) National Weather Service Tampa Bay [NWSTampaBay], An extreme wind warning is in effect for Cape Coral FL, Lehigh Acres FL, Fort Myers FL until 6:00 PM EDT for extremely dangerous hurricane winds. (Tweet), su Twitter, 28 settembre 2022. URL consultato il 30 settembre 2022.
  60. ^ (EN) NOAA's Ocean Service [noaaocean], Naples peaked at 6.18' above MHHW before the station was likely destroyed. (Tweet), su Twitter, 29 settembre 2022. URL consultato il 30 settembre 2022.
  61. ^ (EN) Hurricane Ian destroyed sections of the Sanibel Causeway in Florida, cutting off access to the island community, su nbcnews.com, 29 settembre 2022. URL consultato il 30 settembre 2022 (archiviato il 30 settembre 2022).
  62. ^ (EN) Ian’s rampage across Florida leaves a trail of ruin, su yaleclimateconnections.org, 29 settembre 2022. URL consultato il 2 ottobre 2022 (archiviato il 2 ottobre 2022).
  63. ^ (EN) More than 2.6mn without power after Hurricane Ian batters Florida, su ft.com, 29 settembre 2022. URL consultato il 2 ottobre 2022 (archiviato il 2 ottobre 2022).
  64. ^ (EN) 2 bodies recovered, 16 still missing after boat carrying migrants sinks off Florida during Hurricane Ian, su cbsnews.com, 30 settembre 2022. URL consultato il 30 settembre 2022 (archiviato il 2 ottobre 2022).
  65. ^ (EN) In Photos: Hurricane Ian Floods South Carolina, su forbes.com, 30 settembre 2022. URL consultato il 1º ottobre 2022 (archiviato il 1º ottobre 2022).
  66. ^ (EN) Coastal South Carolina sees flooding, but initial reports suggest nothing like the blow Florida took., su nytimes.com, 30 settembre 2022. URL consultato il 1º ottobre 2022 (archiviato il 1º ottobre 2022).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica