Apri il menu principale

Usop

Cecchino della Ciurma dei Pirati di Cappello di Paglia
Usop
Usop.png
Usop dopo i due anni di allenamento
UniversoOne Piece
Nome orig.ウソップ (Usoppu)
Lingua orig.Giapponese
Alter egoSogeking
AutoreEiichirō Oda
EditoreShūeisha
1ª app. incapitolo 23
Voce orig.Kappei Yamaguchi
Voce italianaLuca Bottale
SessoMaschio
Data di nascita1º aprile[1]
Affiliazionepirati di Usop (in passato), ciurma di Cappello di paglia

«Diventerò un coraggioso guerriero del mare!»

(Usop[2])

Usop (ウソップ Usoppu?) è uno dei protagonisti del manga One Piece, scritto e disegnato da Eiichirō Oda, e delle sue opere derivate. Nella versione italiana dell'anime il nome del personaggio viene più correttamente scritto Usopp, ma viene erroneamente pronunciato Asop, quando in realtà sarebbe da pronunciare così come si scrive.

È il quarto personaggio a diventare membro della ciurma di Cappello di paglia, deciso a diventare un coraggioso guerriero del mare per rendere fiero il padre Yasop. Appare bugiardo e codardo, ma all'occorenza sa compiere atti di coraggio per ricompensare la fiducia che i compagni ripongono in lui. È un provetto cecchino dalla mira infallibile, un grande inventore e anche un discreto carpentiere e disegnatore. In combattimento ricorre ad una grossa fionda.

Nei primi tre sondaggi di popolarità dei personaggi di One Piece si è piazzato nella top ten, mentre in quelli del 2008 e del 2014 si è classificato rispettivamente all'11º e al 13º posto[3].

DescrizioneModifica

Aspetto e personalitàModifica

Alla sua prima apparizione Usop ha 17 anni[4]. Si distingue per il naso esageratamente lungo. Indossa una salopette e una bandana. Dopo i due anni di allenamento sull'isola di Greenstone, Usop diventa più muscoloso, porta i capelli più lunghi, ha un pizzetto sul mento e indossa un cappello sformato al posto della bandana[5].

È un inguaribile bugiardo: questa sua caratteristica è la causa del suo nome, dato che "uso" (?), in giapponese, significa "bugia", e inoltre la sua data di nascita è il 1º aprile[6]. Adora fare scherzi a Rufy e Chopper, che credono a tutte le frottole che racconta. Ciononostante, è molto affezionato ai suoi compagni, ed è quello che riesce ad accettare di meno l'idea di dover cambiare nave quando la Going Merry non è più in grado di navigare[7]. Ha poca autostima e spesso si comporta come un codardo, ma ha dimostrato in parecchie situazioni di avere più coraggio di quanto lui stesso non pensi. Uno dei tratti più ricorrenti di Usop è la tensione tra due suoi lati: il timore di avversari sempre più potenti che gli fanno venire voglia di gettare la spugna, regolarmente riequilibrato dalla consapevolezza che i suoi amici confidano in lui che disdegna la sua codardia.

A Enies Lobby inizia ad emergere un altro lato della personalità di Usop, in cui il pirata assume i panni dell'eroe Sogeking (そげキング Sogekingu?), indossa una maschera e un mantello, e appare molto più coraggioso dell'originale. In questo stato assume il soprannome di "Re dei cecchini" (狙撃の王様 Sogeki no ō-sama?)[8]. Quando dunque anche lui torna a credere in se stesso, si riscatta ed è pronto al sacrificio.

La taglia di Usop, assegnata dopo gli eventi di Enies Lobby e riferita a Sogeking, ammonta a 30 milioni di Berry. In seguito al ruolo fondamentale che svolge durante i fatti di Dressrosa, viene identificato come "God Usop" (GOD(ゴッド)のウソップ Goddo no Usoppu?)[9] e la sua taglia, questa volta riferita a lui stesso, aumentata a 200 milioni.

Poteri e abilitàModifica

Usop è un incredibile cecchino e un brillante stratega: riesce a colpire il bersaglio da distanze lontanissime, ben al di fuori della gittata delle armi convenzionali, indipendentemente dalle condizioni climatiche[10]. Inizialmente usa una normale fionda come arma. Durante la saga di Enies Lobby sfoggia nei panni di Sogeking una nuova arma chiamata Kabuto (カブト?): una fionda gigante con all'estremità un semicerchio munito di cinque asticelle con montati sopra altrettanti potenti elastici. La precisione e la potenza di questa nuova arma sono notevoli, visto che riesce a colpire e abbattere i soldati della Marina da una distanza così elevata che la gittata dei loro fucili è insufficiente a raggiungerlo. Come spiegherà lui stesso più avanti, quest'arma deve il suo potere a vari Dial, incorporati nell'arma stessa. A partire dall'inizio della seconda parte del fumetto, Usop fa uso di una nuova arma: una versione in piccolo della Kabuto, la Kabuto Nera ("黒"カブト Kuro Kabuto?). Questa particolare arma ha la peculiarità di essere molto maneggevole, essendo di poco più grande della sua prima fionda, ma può crescere e aumentare di dimensioni per ottenere una potenza e una gittata molto superiori del normale.

Come proiettili Usop usa in genere le biglie di ferro da pachinko, che lui chiama "stelle", adeguatamente potenziate. Dopo il viaggio a Skypiea, Usop ha imparato a utilizzare in combattimento i Dial. Dopo i due anni passati su Greenstone, ha acquisito la padronanza dei Pop Green (ポップ グリーン Poppu Gurin?)[11], dei semi speciali che possono essere utilizzati per far crescere istantaneamente piante particolari, utilizzate per vari scopi: per esempio il Midori Boshi: Devil (緑星・デビル Midori Boshi: Debiru?, lett. "Stella verde: diavolo), un Pop Green che cresce prendendo la forma di una dionea e che può divorare gli avversari o imprigionarli tra i suoi viticci.

Essendo meno prestante di molti dei suoi compagni, in combattimento preferisce fare affidamento sulla strategia, inganni o trucchi, e di solito il suo contributo in battaglie collettive è più di supporto che diretto. Tende ad evitare scontri diretti e per sua stessa ammissione affronta volontariamente il nemico solo se questi gli volge le spalle e non ha intenzione di combattere[12]. Ciononostante ha affrontato e vinto parecchi combattimenti. Durante i combattimenti a Dressrosa, Usop risveglia l'Ambizione della percezione, riuscendo a vedere l'aura di Rufy, Trafalgar Law e Sugar da grande distanza e attraverso le pareti di un edificio[13]. Inoltre Usop è estremamente abile nei lavori manuali e a realizzare piccole invenzioni: crea proiettili sempre nuovi da lanciare con la sua fionda ed è l'inventore del Clima Sansetsukon di Nami. Se la cava anche come carpentiere e pittore, infatti ha disegnato lui il Jolly Roger della ciurma.

StoriaModifica

Usop nasce al Villaggio di Shirop nel Mare Orientale. Suo padre Yasop partì per il mare appena nato, unendosi ai pirati del Rosso, mentre sua madre Banchina (バンキーナ Bankīna?) morì quando lui aveva sette anni: prima che morisse, per cercare di consolarla, Usop fingeva sempre che fossero tornati i pirati del rosso, e con loro Yasop. Per questo, dal giorno della morte di sua madre, continuò ogni mattina a correre per il villaggio urlando: "Sono arrivati i pirati!"[14]. In seguito incontrò Carota, Cipolla e Peperone, tre ragazzini con cui fondò i pirati di Usop, e conobbe Kaya, una ragazza orfana che si era ammalata a seguito della morte dei genitori: ogni giorno, sebbene il maggiordomo di Kaya Krahador disapprovasse, Usop andava alla sua finestra per parlarle delle sue avventure, rigorosamente inventate, nel tentativo di farla star meglio. Quando Monkey D. Rufy, Roronoa Zoro e Nami sbarcano sull'isola, Usop fa subito amicizia con loro. In seguito scopre che Krahador in realtà è Kuro, un ex capitano pirata intenzionato a uccidere Kaya per impadronirsi del suo patrimonio. Nonostante però provi ad avvertire i compaesani e Kaya del pericolo, essi non gli credono, pensando fosse solo l'ennesima bugia. Si rivolge quindi al trio di nuovi amici, con i quali affronta e sconfigge Kuro e la sua ciurma. Al termine dei combattimenti, Usop si unisce alla neonata ciurma di Cappello di paglia, mentre Kaya regala loro un brigantino, la Going Merry.

Ad Arlong Park contribuisce a combattere la ciurma di Arlong sconfiggendo Pciù. Dopo essere entrati nella Rotta Maggiore ed essere salpati da Whisky Peek, sbarcano a Little Garden, dove conoscono i giganti Dori e Brogi: Usop rimane colpito da queste due figure e decide di diventare coraggioso e intrepido come loro. Si propone anche di visitare, un giorno, la loro terra natale, Erbaf. Nella battaglia di Alabasta, dopo un duro scontro Usop riesce, insieme a TonyTony Chopper, a sconfiggere Mr. 4 e Miss Merry Christmas. A Skypiea, durante la notte, nota una strana figura riparare la distrutta Going Merry, e al mattino trova che è completamente riparata e riportata al progetto originale, ma nessuno riesce a capire chi sia stato. Inoltre, collabora con Sanji e Rufy per sconfiggere il sacerdote Satori e poi salva Nami e lo stesso Sanji dai fulmini di Ener. Sbarcati a Longring Langland, Usop insieme a Nami e Nico Robin partecipa al Davy Back Figth contro la ciurma di Foxy.

A Water Seven, la Franky Family assale Usop e gli ruba i 200 milioni appena ottenuti vendendo l'oro preso a Skypiea, lasciandolo per strada decisamente malridotto. Quando Usop scopre che Rufy ha intenzione di cambiare nave perché la Going Merry non è più in grado di navigare, Usop inizia un lite con il capitano, accusandolo di non tenere ai suoi compagni e, sentendosi in colpa per i soldi rubati e debole rispetto ai suoi compagni, decide di lasciare la ciurma. Sfida inoltre il suo amico a duello per il possesso della Going Merry: i due si battono ma, dopo aver messo in difficoltà il suo ex capitano, Usop subisce una sconfitta totale. Rufy, tuttavia, gli lascia la Merry e se ne va insieme al resto della ciurma. In seguito viene nuovamente catturato dalla Franky Family e successivamente rapito dalla CP9, giunta sull'isola per catturare Robin, assieme a Franky stesso e caricato sul Puffing Tom, diretto a Enies Lobby. Liberato da Sanji, si allontana temporaneamente per riapparire sotto le vesti di Sogeking. A Enies Lobby distrugge su ordine di Rufy la bandiera del Governo mondiale sulla cima della Torre della Giustizia; viene poi sconfitto e quasi ucciso da Jabura. Salvato da Sanji, riesce a eliminare Spandam e liberare Robin, per poi contrastare i capitani della Marina giunti per il Buster Call. A seguito di ciò, gli viene posta una taglia sulla testa ma, siccome combatteva nelle vesti di Sogeking, la taglia viene attribuita al suo alter ego. Tornati a Water Seven, Usop chiede scusa ai suoi compagni per il suo comportamento, e viene riaccolto nella ciurma. A Thriller Bark sconfigge Perona terrorizzandola con dei trucchi. Alle isole Sabaody partecipa agli scontri alla casa d'aste, mettendo involontariamente fuori gioco San Roswald. Alla comparsa di Orso Bartholomew viene spedito dai suoi poteri sull'isola di Greenstone dove conosce Hercules, un bizzarro individuo che acconsente ad allenarlo per i due anni successivi.

Ritornati alle Sabaody, Usop e gli altri riescono a sfuggire alla Marina, per poi dirigersi all'isola degli uomini-pesce, dove contribuiscono a sventare una cospirazione ai danni del regno da parte di Hody Jones e dei suoi pirati. Giunti nel Nuovo Mondo, sbarcano a Punk Hazard, dove si alleano con la ciurma dei pirati Heart capitanata da Trafalgar Law al fine di rovesciare l'Imperatore Kaido. Qui catturano lo scienziato Caesar Clown, produttore di frutti del diavolo artificiali e protetto di Donquijote Do Flamingo, il quale si arricchisce vendendo tali frutti al mercato nero e in particolar modo proprio a Kaido. Incontrano inoltre il samurai Kin'emon e Momonosuke, che si uniscono a loro. A Dressrosa Usop fa conoscenza con il popolo dei Tontatta, e li aiuta a neutralizzare Sugar, che con i suoi poteri aveva trasformato in giocattoli e cancellato dalle memorie altrui parecchie persone sull'isola, scatenando la rivolta contro Do Flamingo: a seguito di ciò, Usop viene considerato un eroe da gran parte della popolazione dell'isola e delle persone salvate, facendogli acquisire il soprannome God Usop. Al termine degli eventi, la Marina gli mette una taglia sulla testa. Giunti a Zo, fanno conoscenza con la tribù dei visoni e con il ninja Raizo e scoprono che Sanji è stato rapito dall'Imperatrice Big Mom e costretto a sposare una delle sue figlie. Mentre Rufy, Nami, Brook e Chopper partono assieme ai visoni Pekoms, Pedro e Carrot per liberare Sanji, Usop, insieme al resto della ciurma e ai pirati Heart, si dirige al Paese di Wa, per preparare l'offensiva contro Kaido.

Giunti nel Paese di Wa, Kinemon li aiuta ad infiltrarsi tra la popolazione senza attirare troppo l'attenzione fino a quando non saranno pronti per l'attacco: Usop si traveste da venditore ambulante.

AccoglienzaModifica

Nei primi tre sondaggi di popolarità dei personaggi di One Piece, Usopp si è piazzato nella top ten, mentre in quelli del 2008 e del 2014 si è classificato rispettivamente all'11º e al 13º posto. In un sondaggio del 2007 promosso da Oricon, Usop è stato votato al decimo posto nella lista dei personaggi di cui si vorrebbe uno spin-off e addirittura al quinto nelle preferenze dei soli intervistati maschi[15].

Bryce Coulter di Mania Entertainment, ha affermato che il personaggio "aggiunge comicità e sollievo alla serie", ma che al tempo stesso "può risultare a volte irritante". Il critico afferma che alla sua prima apparizione al Villaggio di Shirop, Usop viene presentato come una figura quasi tragica, che, gravato dall'abbandono del padre, dalla morte della madre e dall'indifferenza dei suoi compaesani, deve affrontare le sue paure per andare avanti e unirsi alla ciurma di Cappello di paglia[16]. Tra i migliori momenti del cecchino all'interno della serie, Rebecca Silverman di Anime News Network ha evidenziato il combattimento contro Perona a Thriller Bark, per l'inventiva di Usop, l'ilarità della scena e l'efficace doppiaggio[17]. Il suo collega Sam Leach ha invece apprezzato il coinvolgimento del personaggio nell'arco di Dressrosa, in cui Usop sconfigge goffamente Sugar la prima volta, ma ottiene infine un momento di gloria battendo nuovamente Sugar con l'utilizzo dell'Ambizione, tecnica che fino a quel punto era stata riservata ai combattenti più forti della ciurma[18].

NoteModifica

  1. ^ One Piece, volume 15, SBS
  2. ^ One Piece, volume 12, capitolo 100
  3. ^ One Piece, risultati del sondaggio: volume 76
  4. ^ One Piece, SBS del volume 4, capitolo 27
  5. ^ One Piece, capitolo 598
  6. ^ One Piece, SBS volume volume 15
  7. ^ One Piece, volume 35, capitolo 331
  8. ^ One Piece, volume 38, capitolo 367
  9. ^ One Piece, capitolo 746
  10. ^ One Piece, vo 43
  11. ^ One Piece, cap 596
  12. ^ One Piece, vol 70
  13. ^ One Piece, volume 76, capitolo 758
  14. ^ One Piece, volume 5, capitolo 41
  15. ^ (EN) Oricon: Fans Want L, Char Aznable Spinoffs, Anime News Network, 8 gennaio 2007. URL consultato il 21 aprile 2017.
  16. ^ (EN) Bryce Coulter, One Piece Season 1 Part 2, Mania Entertainment, 1º ottobre 2008. URL consultato il 21 aprile 2017 (archiviato dall'url originale il 3 gennaio 2013).
  17. ^ (EN) Rebecca Silverman, One Piece DVD - Season 6 Part 3, Anime News Network, 5 maggio 2015. URL consultato il 21 aprile 2017.
  18. ^ (EN) Sam Leach, One Piece Episode 697, Anime News Network, 14 giugno 2015. URL consultato il 21 aprile 2017.

BibliografiaModifica

  Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga