Vacanze in America

film del 1984 diretto da Carlo Vanzina
Vacanze in America
Vacanze in America - 1984.jpg
Foto di gruppo
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1984
Durata89 min
Rapporto1,85:1
Generecommedia
RegiaCarlo Vanzina
SoggettoCarlo Vanzina, Enrico Vanzina
SceneggiaturaCarlo Vanzina, Enrico Vanzina
ProduttoreMario Cecchi Gori, Vittorio Cecchi Gori
Casa di produzioneCG Silver Film
Distribuzione in italianoC.E.I.A.D. - Columbia Tristar Home Video
FotografiaClaudio Cirillo
MontaggioRaimondo Crociani
MusicheManuel De Sica
ScenografiaPaola Comencini
CostumiDanda Ortona
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Vacanze in America è un film del 1984 diretto da Carlo Vanzina[1].

TramaModifica

Un gruppo di studenti della scuola cattolica San Crispino parte da Roma alla volta degli Stati Uniti per una vacanza di due settimane: la guida della scatenata comitiva è affidata al giovane insegnante di storia e geografia don Rodolfo da Ceprano, conosciuto da tutti come "don Buro", e da un sacerdote più anziano, l'insegnante di religione don Serafino.

La gita avrà dei risvolti notevolmente diversi per ogni partecipante: Alessio Liberatore, il narratore degli eventi, si innamorerà della bella Antonella, che proverà anche a rintracciarlo a Roma quando però lui ha già trovato un'altra ragazza non volendo passare per la "ruota di scorta" di Antonella; Pappola, De Blasio e Peo Colombo, un ex alunno ora universitario fuori corso, dopo aver tentato in ogni modo di fare la parte dei latin lover perderanno tutto il denaro a Las Vegas; Filippo De Romanis troverà invece l'amore, mentre gli altri studenti si invaghiranno di belle ragazze sconosciute o semplicemente cercheranno di divertirsi.

Don Buro, dal canto suo, resiste alle maldestre avances della madre di Filippo, la signora De Romanis, divorziata e co-organizzatrice della vacanza, che grazie al prete capisce finalmente che non è il caso di arrovellarsi nelle sue tristezze di moglie divorziata e madre apprensiva. Finita la vacanza il gruppo rientra in Italia, soddisfatto per aver trascorso dei giorni sensazionali e irripetibili.

AccoglienzaModifica

IncassiModifica

Uscito nel periodo natalizio, il film fu un successo al botteghino dove raggiunse un incasso di 1.700.000.000 di lire[2], pur non riuscendo a eguagliare quello del precedente Vacanze di Natale, a causa dello scontro al botteghino con Non ci resta che piangere dell'accoppiata Benigni-Troisi. Quando venne trasmesso in prima visione il 15 gennaio 1987 su Italia 1 registrò un'audience di 10 milioni di telespettatori.[3][4]

CuriositàModifica

  • Fabio Ferrari, Giacomo Rosselli, Isaac George e Fabio Camilli parteciperanno alla serie televisiva I ragazzi della 3ª C, la stessa classe degli studenti del film.
  • Nei titoli di coda Isaac George appare col suo vero nome: George Oshoba Durojaiye.
  • Il personaggio di Don Buro sarà successivamente riproposto da Christian De Sica in un episodio del film Anni 90 - Parte II del 1993.
  • Questa è una delle rare pellicole in cui l'attrice Edwige Fenech recita con la propria voce, senza essere doppiata.
  • Questo è inoltre l'unico cinepanettone realizzato dalla Cecchi Gori.
  • Nel film c'è un errore "calcistico": nella scena in cui Rocky ascolta per telefono la finale di Coppa Italia Roma-Hellas Verona, afferma che la partita è finita ai rigori con la vittoria della Roma. In realtà, nella finale di Coppa Italia 1983-1984, la partita d'andata terminò 1-1 e quella di ritorno 1-0 per la Roma, che vinse così il trofeo[5].
  • Nella scena in cui Alessio passa a salutare il padre nel suo ristorante il giorno della partenza, questi lascia intendere che il locale si trova in via del Viminale a Roma, dove nella realtà esiste un ristorante chiamato appunto "Alessio".
  • Peo Colombo canticchia durante il film il brano America O.K. del gruppo di rock progressivo New Trolls.
  • Questo film ha particolarità di essere interpretato da moltissimi "figli d'arte". A parte i noti Christian De Sica (figlio del celebre Vittorio De Sica), Claudio Amendola (figlio di Ferruccio Amendola) e Giammarco Tognazzi (figlio di Ugo Tognazzi), ci sono anche Antonella Interlenghi (figlia di Antonella Lualdi e di Franco Interlenghi), Fabio Ferrari (figlio di Paolo Ferrari) e Fabio Camilli (figlio naturale di Domenico Modugno), i cui rispettivi genitori erano stati protagonisti nel 1960 di Appuntamento a Ischia.
  • A questo film risale l'ultima apparizione dell'attore romano Enzo Liberti, morto due anni più tardi, all'età di 60 anni.
  • In alcune scene di gruppo compare anche Marco Urbinati (non accreditato), l'attore che interpretò Luca Covelli nel film Vacanze di Natale. In origine l'attore aveva un ruolo primario ma a seguito di gravi conseguenze dovute all'assunzione di allucinogeni poco dopo l'inizio delle riprese, il suo personaggio venne cancellato in quanto l'attore non era più in grado di lavorare. L'episodio è raccontato da Carlo Vanzina nel libro Carlo & Enrico Vanzina. Artigiani del Cinema Popolare edito da Bietti.
  • Poco prima della partenza Fabio Ferrari cita i "Gremlins", film che negli Stati Uniti uscì il 6 giugno 1984 ben prima dell'uscita nelle sale italiane avvenuta il 16 Novembre 1984.

NoteModifica

  1. ^ regista e personaggi, su comingsoon.it. URL consultato il 6 aprile 2015 (archiviato il 28 gennaio 2015).
  2. ^ Roberto Chiti e Roberto Poppi, Dizionario del cinema italiano, Gremese Editore, 1991, p. 328, ISBN 9788877424297.
  3. ^ Biografia [collegamento interrotto], su jerrycala.com.
  4. ^ Curiosità su Vacanze in America, su davinotti.com. URL consultato il 14 giugno 2020 (archiviato il 14 giugno 2020).
  5. ^ lega serie a, coppa italia albo d'oro, su legaseriea.it. URL consultato il 6 aprile 2015 (archiviato il 27 maggio 2012).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema