Apri il menu principale

Vanità (film)

film del 1947 diretto da Giorgio Pastina
Vanità
Paese di produzioneItalia
Anno1947
Durata83 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico, sentimentale, storico
RegiaGiorgio Pàstina
SoggettoCarlo Bertolazzi
SceneggiaturaGiorgio Pàstina
Casa di produzioneFauno Film, I.C.E.T.
Distribuzione in italianoGeneralcine
FotografiaGiuseppe La Torre
MusicheNino Rota
ScenografiaGastone Simonetti
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Vanità è un film del 1947 diretto da Giorgio Pàstina, tratto dall'opera la gibigianna di Carlo Bertolazzi.

TramaModifica

Milano, XIX secolo. Enrico ha lasciato la casa materna e inizia del suo lavoro una ragazza, Bianca, ex sartina, della quale è innamorato. Bianca è coinvolta ma sente il desiderio di una vita più agiata e resta fortemente affascinata di un mondo di tentazioni. Proprio a Milano essa finisce col cedere ad un amante. Enrico quando scopre che essa ha un'amante la allontana e Bianca finisce col darsi nel turbine della prostituzione. Enrico però che non la può dimenticare e la trova nella casa dove ha vissuto con lei ed apprende che anch'essa è stata lì poco prima. La raggiunge e le chiede di riunirsi di nuovo a lui. Bianca che non se ne sente più degna rifiuta e gli dice di amare un altro uomo. Esasperato egli la ferisce di coltello. Soccorsa da un parroco e dal medico che Enrico è corso a cercare, viene trasportata nel vicino albergo equivoco dove esercitava la sua triste professione. Moribonda fa al sacerdote un'ampia confessione, attribuendo a sé la colpa dell'accaduto. Enrico chiede al sacerdote di unirli in matrimonio e la ragazza spira serenamente confortata da visioni di felicità senza fine.

ProduzioneModifica

Prodotto da Vincenzo Genesi per la Fauno Film, il film è ascrivibile al filone dei melodrammi sentimentali strappalacrime, molto in voga tra il pubblico italiano durante il secondo dopoguerra; venne girato negli studi I.C.E.T. di Milano.

DistribuzioneModifica

Il film uscì nelle sale cinematografiche italiane il 15 maggio del 1947, distribuito dalla Generalcine.

RiconoscimentiModifica

BibliografiaModifica

  • AA.VV. La città del cinema, Napoleone editore Roma 1979
  • Catalogo Bolaffi del cinema 1945/1955 a cura di Gianni Rondolino

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema