Apri il menu principale

Venanzio da Varano (Pioraco, 19 ottobre 1476Pesaro, febbraio 1503) è stato un condottiero e politico italiano, fu signore di Camerino nel 1502.

Stemma dei Varano.

Indice

BiografiaModifica

Era figlio di Giulio Cesare da Varano e di Giovanna Malatesta. Venne arruolato giovanissimo nelle milizie di papa Sisto IV con relativa condotta. Nel 1492 servì gli aragonesi a Napoli assieme al padre e nel 1495 restò prigioniero dei francesi di Carlo VIII presso Nola. Nel 1502 intervenne in difesa di Camerino, attaccata dalle milizie di papa Alessandro VI. Quando la città venne occupata da Cesare Borgia, Venenzio cercò scampo nella casa di un amico. Scoperto, venne imprigionato nella rocca di Cattolica assieme al fratellastro Annibale. Condotto a Pesaro, venne giustiziato per strangolamento da Michelotto Corella davanti alla chiesa di San Francesco.

DiscendenzaModifica

Sposò nel 1497 Maria Della Rovere, figlia di Giovanni Della Rovere fratello di papa Giulio II, ed ebbero tre figli:[1]

  • Battista, sposò Alessandro Savelli
  • Sigismondo (1499-1522), condottiero, sposò Ottavia Colonna
  • Porzia (1502-1505)

NoteModifica

  1. ^ Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Varano da Camerino, Torino, 1835.

BibliografiaModifica

  • Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Varano da Camerino, Torino, 1835.

Collegamenti esterniModifica