Apri il menu principale
Villanterio
comune
Villanterio – Stemma Villanterio – Bandiera
Villanterio – Veduta
La sede del comune
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Pavia-Stemma.png Pavia
Amministrazione
SindacoSilvio Corbellini (Condividere Villanterio) dal 26-5-2019 (2º mandato)
Territorio
Coordinate45°13′N 9°22′E / 45.216667°N 9.366667°E45.216667; 9.366667 (Villanterio)Coordinate: 45°13′N 9°22′E / 45.216667°N 9.366667°E45.216667; 9.366667 (Villanterio)
Altitudine75 m s.l.m.
Superficie14,77 km²
Abitanti2 986[1] (30-11-2018)
Densità202,17 ab./km²
FrazioniMonte Bolognola
Comuni confinantiGerenzago, Inverno e Monteleone, Magherno, Marudo (LO), Sant'Angelo Lodigiano (LO), Torre d'Arese, Valera Fratta (LO)
Altre informazioni
Cod. postale27019
Prefisso0382
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT018180
Cod. catastaleL994
TargaPV
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantivillanteresi
Patronosan Giorgio
Giorno festivo23 aprile
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Villanterio
Villanterio
Villanterio – Mappa
Posizione del comune di Villanterio nella provincia di Pavia
Sito istituzionale

Villanterio (Vilantè in dialetto pavese[2][3]) è un comune italiano di 2.986 abitanti della provincia di Pavia in Lombardia. Si trova nel Pavese orientale, esteso sulle due rive del Lambro meridionale, ai confini con la provincia di Lodi.

Indice

StoriaModifica

 
La casa degli affreschi a Villanterio

Appartenne probabilmente prima del Mille a un certo Lanterio, e nel XII secolo era detto Villa Lanteri. Nel 1164 è citato nel diploma con cui Federico I assegnò a Pavia la giurisdizione sull'Oltrepò, la Lomellina e quelle parti del Pavese orientale come Villanterio che forse non erano ancora stabilmente sotto il suo controllo. La signoria sul paese apparteneva, forse già da molto tempo, al monastero di San Pietro in Ciel d'Oro di Pavia, che nel 1260 subinfeudò la località a una famiglia che ne prese il nome di Capitani di Villanterio; da questi il feudo passò agli Schiaffinati, ai nobili Rizzi (1538), per eredità nel XVIII secolo ai nobili Vitali-Rizzi di Pavia e infine, sempre per eredità, ai nobili Meriggi di Villanterio. Nel 1872 fu unito a Villanterio il comune di Monte Bolognola.

Un'ulteriore raccolta di scritti su Villanterio la fornisce Giacomo Bascapè nella sua Storia di Villanterio edita nel 1926 a cura del podestà di Villanterio cavalier Silvio Meriggi.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[4]

 

Infrastrutture e trasportiModifica

Fra il 1884 e il 1934 la località ospitò una fermata della tranvia Pavia-Sant'Angelo Lodigiano[5].

AmministrazioneModifica

SportModifica

Ha sede nel comune la società di calcio A.S.D. Union Calcio Basso Pavese nata dalla fusione delle società di Villanterio, Magherno e Atletica del Pó, che ha disputato campionati dilettantistici regionali.

Dal 2016 ogni anno durante la prima domenica di novembre viene organizzata dal gruppo podistico A.S.D. Tripè di Villanterio la "Marcia del Cigno" che si snoda tra le campagne del paese e la Tenuta Relais Il Cigno. La corsa richiama ogni anno centinaia di podisti da tutte le province.

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2018.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Torino, UTET, 2006, p. 832.
  3. ^ Rubrica delle Rarità (PDF) [collegamento interrotto], in Fasoulin, 9 novembre 1912, p. 3. URL consultato il 19 luglio 2011.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Giovanni Cornolò, Fuori porta in tram. Le Tranvie extraurbane milanesi 1876-1980, Parma, Ermanno Albertelli Editore, 1980.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN142345688
  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia