Vivaro

comune italiano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Vivaro (disambigua).
Vivaro
comune
Vivaro – Stemma Vivaro – Bandiera
Vivaro – Veduta
La chiesa parrocchiale ed il campanile
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneFriuli-Venezia-Giulia-Stemma.svg Friuli-Venezia Giulia
ProvinciaNon presente
Amministrazione
SindacoMauro Candido (lista civica) dall'8-6-2009
Territorio
Coordinate46°04′35.62″N 12°46′44.83″E / 46.07656°N 12.77912°E46.07656; 12.77912 (Vivaro)Coordinate: 46°04′35.62″N 12°46′44.83″E / 46.07656°N 12.77912°E46.07656; 12.77912 (Vivaro)
Altitudine138 m s.l.m.
Superficie37,68 km²
Abitanti1 287[1] (31-12-2020)
Densità34,16 ab./km²
FrazioniBasaldella, Tesis
Comuni confinantiArba, Cordenons, Maniago, San Giorgio della Richinvelda, San Quirino, Spilimbergo
Altre informazioni
Lingueitaliano, friulano
Cod. postale33099
Prefisso0427
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT093050
Cod. catastaleM096
TargaPN
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)[2]
Cl. climaticazona E, 2 597 GG[3]
Nome abitantivivarini
Patronosanta Maria Assunta
Giorno festivo15 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Vivaro
Vivaro
Vivaro – Mappa
Posizione del comune di Vivaro nella ex provincia di Pordenone
Sito istituzionale

Vivaro (Vivâr in friulano)[4] è un comune italiano di 1 287 abitanti[1] del Friuli-Venezia Giulia.

StoriaModifica

Il toponimo Vivaro deriva quasi sicuramente da latino e quindi sicuramente era un villaggio romano, come ampliamento di un villaggio venetico. In provincia di Vicenza c'è un paese con lo stesso nome fra Caldogno e Dueville. La parola vivarium indica un recinto o un'area dove sono raccolti animali o pesci vivi, da cui la parola italiana di vivaio per le piante da vendere e quindi portare in altro posto. Quindi esisteva in loco un recinto di animali di grandi dimensioni, che poi venivano venduti al mercato o ad una guarnigione militare in loco o meglio ancora, allevati e poi venduti direttamente da qualche grosso proprietario alle truppe di stanza nella Julia Felix, la parte julia della X Regio Venetia et Histria.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Chiesa parrocchiale del capoluogoModifica

La parrocchiale di Vivaro fu edificata nel XIX secolo, ma le suo origini sono ben più antiche.

 Lo stesso argomento in dettaglio: Chiesa di Santa Maria Assunta (Vivaro).

Chiesa parrocchiale di BasaldellaModifica

Edificio religioso di culto romano cattolico conserva al suo interno due pregevoli pale seicentesche di Gasparo Narvesa.

Antiquarium di TesisModifica

Si tratta di un museo che raccoglie numerosi reperti archeologici i quali attestano l'importanza storica dell'area[5].

Villa Maniago, Bocchese e Villa Cigolotti, Miniscalco, CristoforiModifica

Due ville venete settecentesche, rispettivamente in località Vivaro e nella frazione di Basaldella[6].

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[7]

Lingue e dialettiModifica

A Vivaro, accanto alla lingua italiana, la popolazione utilizza la lingua friulana. Ai sensi della Deliberazione n. 2680 del 3 agosto 2001 della Giunta della Regione autonoma Friuli-Venezia Giulia, il Comune è inserito nell'ambito territoriale di tutela della lingua friulana ai fini della applicazione della legge 482/99, della legge regionale 15/96 e della legge regionale 29/2007[8].
La lingua friulana che si parla a Vivaro rientra fra le varianti appartenenti al friulano occidentale[9].

AmministrazioneModifica

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN149560637
  Portale Friuli-Venezia Giulia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Friuli-Venezia Giulia