Apri il menu principale

StoriaModifica

Al 15 gennaio 1927 il XXVII Gruppo Bombardieri Notturni è formato dalla 17ª Squadriglia e 18ª Squadriglia su Caproni Ca.36 ed in seguito Caproni Ca.73 nel 14º Stormo dell'Aeroporto di Ferrara-San Luca. Il 1º ottobre 1929 il gruppo va a Merna. Al 1º gennaio 1931 è formato dalla 17ª Squadriglia e dalla 18ª Squadriglia a Gorizia sui Ca.73 nell'8º Stormo. Il 18 ottobre lo stormo fu posizionato sull'Aeroporto di Poggio Renatico. In vista dell'inizio delle operazioni belliche in Africa Orientale, lo stormo fu equipaggiato con i bombardieri ricognitori monomotori Caproni Ca.111.

Guerra d'EtiopiaModifica

XXVII Gruppo bombardamento AO rinasce il 19 agosto 1935 all’Aeroporto di Guidonia destinato ad essere dislocato all'Aeroporto di Assab nel Bassopiano Orientale e parte a scaglioni tra il 22 e il 29 agosto nell'ambito della Guerra d'Etiopia. Risultano alle dipendenze del reparto:

  • 17ª Squadriglia;
  • 18ª Squadriglia.

Tra il 20 e il 24 settembre le squadriglie raggiungono in volo Assab e sono pronte a partecipare alle prime azioni belliche. Il Gruppo il 2 ottobre 1935 è dislocato ad Assab inquadrato nell’8º Stormo e formato da:

  • 17ª Squadriglia a Massaua in corso di montaggio;
  • 18ª Squadriglia ad Assab.[1]

Al 15 gennaio 1936 è a Gura (Eritrea). Il 24 gennaio sgancia 6 bombe C500T all'Iprite su Addi Rassi.[2]

Africa Orientale ItalianaModifica

Al 1º ottobre 1936 il XXVII Gruppo autonomo è nel Comando settore aeronautico nord di Asmara nell'ambito dell'Africa Orientale Italiana con:

Guerra civile spagnolaModifica

Nel gennaio 1938 era all'Aeroporto di Palma di Maiorca nell'8º Stormo dell'Aviazione Legionaria con la 18ª e 52ª Squadriglia con 12 S.M.79.

Seconda guerra mondialeModifica

Al 10 giugno 1940 il 27º Gruppo del Ten. Col. Eugenio Mazzola è sui Savoia-Marchetti S.M.79 è a Villacidro con la 18ª e 52ª Squadriglia con 8 SM 79 ognuna nell'8º Stormo Bombardamento Terrestre e nell'Aeronautica dell'Africa Orientale il 27º Gruppo Bombardieri Bis vola con la 18ª e la 52ª Squadriglia con 6 Caproni Ca.133 ognuna e la 118ª Squadriglia su 6 S.M.81 ad Assab.

Ai primi si settembre 1943 è a Bologna con la 18ª Squadriglia e la 19ª Squadriglia nell'8º Stormo Bombardamento Terrestre.

NoteModifica

  1. ^ Fondo “Africa orientale italiana 1935-1938”, AM Ufficio Storico, pag. 104
  2. ^ L'aeronautica italiana: una storia del Novecento, Paolo Ferrari, pag. 329
  3. ^ Fondo “Africa orientale italiana 1935-1938”, AM Ufficio Storico, pag. 40

BibliografiaModifica

  • Gentilli, Roberto, Guerra aerea sull’Etiopia 1935 – 1939, Firenze, EDA EDAI, 1992
  • Chris Dunning, Solo coraggio! La storia completa della Regia Aeronautica dal 1940 al 1943, Parma, Delta Editrice, 2000.
  • (EN) Chris Dunning, Combat Units od the Regia Aeronautica. Italia Air Force 1940-1943, Oxford, Oxford University Press, 1988, ISBN 1-871187-01-X.

Voci correlateModifica