Albula (Svizzera)

Albula
comune
Albula/Alvra
Albula – Stemma
Albula – Veduta
Tiefencastel, capoluogo comunale
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Graubünden.svg Grigioni
RegioneAlbula
Amministrazione
Lingue ufficialitedesco
romancio
Data di istituzione2015
Territorio
Coordinate46°39′54″N 9°34′19″E / 46.665°N 9.571944°E46.665; 9.571944 (Albula)
Altitudine859 m s.l.m.
Superficie93,93 km²
Abitanti1 310 (2018)
Densità13,95 ab./km²
Frazionivedi elenco
Comuni confinantiArosa, Bergün Filisur, Lantsch, Mutten, Obervaz, Schmitten, Surses, Zillis-Reischen
Altre informazioni
Cod. postale7084, 7450, 7451, 7458, 7459, 7472, 7492
Prefisso081
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS3542
TargaGR
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Albula
Albula
Albula – Mappa
Sito istituzionale

Albula (ufficialmente Albula/Alvra, in cui Albula è la denominazione in tedesco e Alvra quella in romancio) è un comune svizzero di 1 310 abitanti del Canton Grigioni, nella regione Albula della quale è capoluogo.

Geografia fisicaModifica

Albula è situato nella valle dell'omonimo fiume, presso la confluenza con il Giulia. La sede comunale dista 29 km da Coira, 34 km da Davos, 49 km da Sankt Moritz e 102 km da Bellinzona. Il punto più elevato del comune è a quota 3098 m s.l.m. sul Piz Mitgel, al confine con Surses e Filisur.

StoriaModifica

Il comune di Albula è stato istituito il 1º gennaio 2015 con la fusione dei comuni soppressi di Alvaneu, Alvaschein, Brinzauls, Mon, Stierva, Surava e Tiefencastel; capoluogo comunale è Tiefencastel[1][2].

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Geografia antropicaModifica

FrazioniModifica

Le frazioni di Albula sono[1]:

Infrastrutture e trasportiModifica

È servito dalle stazioni di Alvaneu, di Surava e di Tiefencastel della Ferrovia Retica, sulla linea dell'Albula. L'uscita autostradale di Thusis sud, sulla A13/E43, dista 12 km.

NoteModifica

  1. ^ a b Albula/Alvra, in Dizionario storico della Svizzera, 22 settembre 2016. URL consultato il 4 agosto 2020.
  2. ^ (DE) Geschichte, su sito istituzionale del comune di Albula. URL consultato il 4 agosto 2020.
  3. ^ Gion Peder Thöni, Alvaneu, in Dizionario storico della Svizzera, 12 luglio 2017. URL consultato il 4 agosto 2020.
  4. ^ Gion Peder Thöni, Alvaneu Bad, in Dizionario storico della Svizzera, 1º dicembre 2016. URL consultato il 4 agosto 2020.
  5. ^ Gion Peder Thöni, Alvaschein, in Dizionario storico della Svizzera, 1º dicembre 2016. URL consultato il 4 agosto 2020.
  6. ^ Jürg Simonett, Brinzauls, in Dizionario storico della Svizzera, 1º dicembre 2016. URL consultato il 4 agosto 2020.
  7. ^ Jürg Simonett, Vazerol, in Dizionario storico della Svizzera, 11 novembre 2016. URL consultato il 4 agosto 2020.
  8. ^ Gion Peder Thöni, Mon, in Dizionario storico della Svizzera, 11 novembre 2016. URL consultato il 4 agosto 2020.
  9. ^ Gion Peder Thöni, Stierva, in Dizionario storico della Svizzera, 1º dicembre 2016. URL consultato il 4 agosto 2020.
  10. ^ Jürg Simonett, Surava, in Dizionario storico della Svizzera, 1º dicembre 2016. URL consultato il 4 agosto 2020.
  11. ^ Gion Peder Thöni, Tiefencastel, in Dizionario storico della Svizzera, 1º dicembre 2016. URL consultato il 4 agosto 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Svizzera