Alfonso Maria di Borbone-Due Sicilie

nobile
Alfonso Maria di Borbone-Due Sicilie
The Duke of Calabria and Carlos de Borbón-Dos Sicilias (cropped).jpg
Alfonso Maria di Borbone in una fotografia del 1913
Capo del Casato di Borbone-Due Sicilie (disputato)
Duca di Calabria
Stemma
In carica 7 gennaio 1960 –
3 febbraio 1964
Predecessore Ferdinando Pio
Successore Carlo
Principe delle Asturie
In carica 17 ottobre 1904 –
10 maggio 1907
Predecessore Maria de las Mercedes di Borbone-Spagna
Successore Alfonso di Borbone-Spagna
Nome completo Alfonso Maria Leo Christinus Alfonso di Liguori Antonio Francesco Saverio
Altri titoli Conte di Caserta, Sovrano Gran Maestro e Infante di Spagna
Nascita Madrid, 30 novembre 1901
Morte Madrid, 3 febbraio 1964
Luogo di sepoltura Monastero dell'Escorial
Padre Carlo Tancredi di Borbone-Due Sicilie
Madre Maria de las Mercedes di Borbone-Spagna
Consorte Alice di Borbone-Parma
Figli Principessa Teresa María
Principe Carlo Maria
Principessa Inés María

Alfonso Maria di Borbone-Due Sicilie (Madrid, 30 novembre 1901Madrid, 3 febbraio 1964) fu un principe della dinastia Borbone Due Sicilie, Capo della Real Casa Due Sicilie dal 1960 al 1964, figlio del principe Carlo Tancredi di Borbone-Due Sicilie e di Maria de las Mercedes di Borbone-Spagna.

BiografiaModifica

La madre di Alfonso fu principessa delle Asturie fino alla nascita nel 1886 di suo fratello Alfonso XIII di Spagna, il quale divenne sovrano alla nascita. Al momento del matrimonio con Carlo Tancredi, nel 1900, era infanta di Spagna ed erede presuntiva al trono fino al momento della sua morte, nel 1904, quando Alfonso Maria divenne lui stesso infante di Spagna fino alla nascita del primo figlio maschio di re Alfonso XIII e della regina Vittoria Eugenia di Battenberg, suo cugino l'infante Alfonso di Borbone-Spagna.

Il 16 luglio 1936 sposò la principessa Alice di Borbone-Parma (1917 - 2017), figlia del duca titolare, il principe Elia di Borbone-Parma.

La disputaModifica

Nel 1960, alla morte dello zio, il principe Ferdinando Pio di Borbone-Due Sicilie, che non aveva eredi maschi sopravvissuti, gli successe come capo della Real Casa, ma quasi contemporaneamente suo zio Ranieri aprì ufficialmente la disputa (tuttora in corso) sui diritti dinastici ed araldici della Real Casa di Borbone delle Due Sicilie.

Il contenzioso su chi dovesse esserne il successore vide da una parte il principe Alfonso Maria, capostipite del ramo primogenito della casata nonché di "primogenitura farnesiana", detto ramo "alfonsino", figlio del maschio più anziano, il principe (Carlo Tancredi), con prole maschile viva ed utile alla successione. Dall'altra il principe Ranieri, appartenente al ramo quintogenito della casata, detto "ranierista", che si proclamò duca di Castro.

Il ramo primogenito o "alfonsino", detto poi ramo "ispano-napoletano" o "calabrese", fonda le sue ragioni sul diritto di agnazione e primogenituta maschile sancito dalla Prammatica Sanzione del 1759 di Carlo III e su questo diritto ha seguito la successione naturale, che gli conferisce il titolo di capo della Real Casa Due Sicilie e il Gran Magistero Costantinano.

Dal punto di vista del ramo "ranierista", detto poi ramo "franco-napoletano" o "castrista", i pretendenti "alfonsini" erano esclusi dalla successione in virtù degli Atti Sovrani n. 2362 del 7 aprile 1829 del re Francesco I e n. 3331 del 12 marzo 1836 del re Ferdinando II[1] e che, in contrasto con le leggi dinastiche summenzionate, regolate anche dalla Prammatica Sanzione di re Carlo III ancora vigente, richiedevano di far valere l'atto di Cannes che Carlo Tancredi di Borbone-Due Sicilie firmò o avrebbe firmato, che in realtà risultava o era ritenuto nullo. L'atto di Cannes manteneva immutati i ruoli ed il patrimonio araldico che ne derivava, per le seguenti ragioni[2]: infrangeva i "patti successori" del Codice Civile Italiano del 1865 (la nuova entità statale in cui era inquadrato l'ex Regno delle Due Sicilie), del Code Civil francese del 1806 (essendo il presunto atto stipulato in territorio francese), del Codice Civile del Regno delle Due Sicilie o "Codice per lo Regno delle Due Sicilie" (titolatura reale disputata); infrangeva le regole di successione di primogenitura farnesiana (ex genere Farnesio) al Gran Magistero Costantiniano; superava la stretta personalità del diritto di rinuncia, facendola divenire ereditaria ed alienando i diritti degli eredi; infrangeva il diritto canonico riguardo al Gran Magistero costantiniano, poiché essendo ufficio ecclesiastico di elezione pontificia regolato da statuti approvati dalla Santa Sede, qualsiasi rinuncia necessitava di approvazione del Pontefice.

Ventitré anni dopo fu istituita una commissione di Stato in Spagna dall'erede e successore di re Carlo III di Borbone, autore della Prammatica Sanzione, ossia il re Juan Carlos. Tale commissione approvò i diritti del ramo "alfonsino" mediante decreti e bollettini ufficiali, ma il ramo "ranierista" continua a ritenere aperta la disputa.

DiscendenzaModifica

Alfonso Maria ed Alice ebbero tre figli:

  • la principessa Teresa María di Borbone-Due Sicilie (1936 - );
  • il principe Carlo Maria (1938-2015), duca di Calabria ed infante di Spagna.
  • la principessa Agnese Maria di Borbone-Due Sicilie (1940 - )

AscendenzaModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Ferdinando II delle Due Sicilie Francesco I delle Due Sicilie  
 
Maria Teresa d'Asburgo-Teschen  
Alfonso di Borbone-Due Sicilie  
Maria Teresa d'Asburgo-Teschen Carlo d'Asburgo-Teschen  
 
Enrichetta di Nassau-Weilburg  
Carlo Tancredi di Borbone-Due Sicilie  
Francesco di Borbone-Due Sicilie Francesco I delle Due Sicilie  
 
Maria Teresa d'Asburgo-Teschen  
Maria Antonietta di Borbone-Due Sicilie  
Maria Isabella d'Asburgo-Lorena Leopoldo II di Toscana  
 
Maria Antonia di Borbone-Due Sicilie  
Alfonso di Borbone-Due Sicilie  
Francesco d'Assisi di Borbone-Spagna Francesco di Paola di Borbone-Spagna  
 
Luisa Carlotta di Borbone-Due Sicilie  
Alfonso XII di Spagna  
Isabella II di Spagna Ferdinando VII di Spagna  
 
Maria Cristina di Borbone-Due Sicilie  
Maria de las Mercedes di Borbone-Spagna  
Carlo Ferdinando d'Asburgo-Teschen Carlo d'Asburgo-Teschen  
 
Enrichetta di Nassau-Weilburg  
Maria Cristina d'Asburgo-Teschen  
Elisabetta Francesca d'Asburgo-Lorena Giuseppe Antonio Giovanni d'Asburgo-Lorena  
 
Maria Dorotea di Württemberg  
 

OnorificenzeModifica

  Gran Maestro del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio
— [3]
  Gran Maestro dell'Insigne Real Ordine di San Gennaro
— [4]
  Gran Maestro del Reale Ordine di San Ferdinando e del Merito
  Gran Maestro del Reale e Militare Ordine di San Giorgio della Riunione
  Gran Maestro del Reale Ordine di Francesco I
  Cavaliere dell'Insigne Ordine del Toson d'Oro (ramo spagnolo)
— [5]

NoteModifica

  1. ^ Esiste un ramo spagnolo della Real Casa di Borbone delle Due Sicilie?
  2. ^ Rif. Roberto Saccarello, Il Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio - Sotto la Regola di San Basilio, Edizioni Araldiche, Viterbo, 2012, pp. 41-42, nota n. 7
  3. ^ Membri del Sacro Militare Ordine Constantiniano di San Giorgio Archiviato il 5 marzo 2012 in Internet Archive.
  4. ^ Insigne e Reale Ordine di San Gennaro
  5. ^ Geneall

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN304915505 · ISNI (EN0000 0004 1631 7969 · BNF (FRcb15828754f (data) · BNE (ESXX1522134 (data) · BAV (EN495/131978 · WorldCat Identities (ENviaf-304915505
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie